Giovedì 15 Novembre 2018 - 8:22

Club Partenopeo: nightlife e iniziative sociali

Il Club Partenopeo ha riaperto da poco più di un mese le porte al suo pubblico confermando le aspettative: rappresentare un assoluto punto di riferimento della night life e i clubbers di Napoli e dell’intera Campania.

Un club che si è trasformato puntando sull’essenza del proprio naming, composto dalle parole chiave Club: di respiro internazionale e associabile ad eventi, musica, intrattenimento e Partenopeo: tradizionale ma intrisa di storia, cultura, passione e solarità.

Il Club Partenopeo che da sempre registra numeri da capogiro durante i propri live, serate private ed eventi musicali di tendenza solo nel primo mese di attività ha accolto una miriade di affezionati e tantissimi nuovi amici.

Lo spazio si è aperto alla città, invitando le associazioni cittadine che promuovono la sana napoletanità attraverso iniziative sociali.

Atmosfera, dettaglio, creatività e passione, sono gli elementi alla base di ogni party al Club Partenopeo, un unico locale in grado di ospitare e creare party di ogni genere, dalla musica House, Tech house, dance, Afro house, pop e reggaeton.

Addii al celibato, feste aziendali, addii al nubilato, cerimonie privati tra amici e parenti, feste di laurea, matrimoni, diciottesimi ed eventi personalizzati, eventi cuciti su misura per qualsiasi cliente è il pane quotidiano per lo staff del club.

Artisti e Djs di alto livello

Nelle ultime stagioni il Club ha ospitato djs e guest stars internazionali e italiane, che hanno portato a Napoli la migliore musica house, techno ed elettronica del momento, senza trascurare una nutrita selezioni di musica dal vivo.

I Format di successo del nuovo sabato sera come Markett, Native e Vida Loca e quelli che verranno con artisti di calibro internazionale, hanno fatto divertire il pubblico del club di Coroglio a suon di buona musica e tanto sano divertimento.

Il club aspetta il suo pubblico ogni sabato a partire dalle ore 23:00.

Il servizio taxi

Grazie al servizio taxi i clienti del club potranno bere senza porsi il problema di dover portare l’auto di notte dopo la serata, e non solo.

I vantaggi di questo servizio sono enormi: oltre ad aumentare il divertimento personale, grazie alla serenità di sapere che ci sarà un’autista a portali a casa, i clienti eviteranno il notevole e fastidioso stress del traffico e del parcheggio.

Per non parlare dell’aspetto sicurezza: il servizio taxi elimina il rischio incidente a chi ha bevuto qualche drink di troppo e non è in condizione di guidare al meglio.

E non solo, il costo del parcheggio e del carburante auto saranno solo un ricordo dei fine settimana passati, in cui prima del divertimento imperava lo scoglio del traffico ingombrante del week end napoletano.

E infine, il club premierà tutti coloro che usufruiranno del servizio con un ingresso privilegiato ed una bevanda di benvenuto offerto dallo spazio, mentre all’esterno del locale vi sarà un’area specifica di sosta, munita d’insegna: Servizio Radio Taxi “La Partenope.” 

17:19 10/11

di Redazione

Commenta

"Le Muse" di Bruno Caruso al Palazzo San Teodoro

“Le Muse”, la Collezione 2019 dello stilista Bruno Caruso, sarà presentata a Napoli domenica 11 novembre alle ore 20 nei saloni di Palazzo San Teodoro, l’antica residenza gentilizia che conserva alla Riviera di Chiaia i sapori dell’eleganza, della classe e dello charme che la stessa collezione intende celebrare. La serata evento, un vero e proprio spettacolo in scena, sarà dedicata al tema dell’interculturalità e del “no al razzismo”.   

Internazionali sono infatti i clienti di Bruno Caruso, stilista napoletano apprezzato in tutto il mondo e in particolare dalla clientela doc americana, araba, russa e del resto d’Europa, e che ha visto le proprie creazioni protagoniste alle più importanti fashion week mondiali, da Parigi a Montecarlo e da Londra a Dubai, oltre alla già prevista futura partecipazione a New York.      

Così come internazionali sono le 30 modelle e i 10 modelli che sfileranno domenica 11 novembre, selezionati in un casting al quale hanno partecipato oltre 200 persone.  “Possiamo dire - spiega Bruno Caruso – che la moda da una parte ‘non ha colore’, perché non fa differenze ed è mondiale per definizione, e dall’altra che ha ‘tutti’ i colori, perché ciascuna cultura, tradizione e popolazione dei Paesi che ho visitato è diventata una ‘musa ispiratrice’ delle mie creazioni”   

“Le Muse” è una collezione di spessore e qualità che resta vicina alla donna moderna e di tutte le età, conservando la prerogativa del suo stilista, che si definisce un ‘artigiano del lusso’ coniugando la manualità all’eleganza e conservando le origini sartoriali napoletane, scrigno di cultura, classe, eleganza ed artigianalità riconosciuta in tutto il mondo. La collezione è liberamente ispirata alle nove divinità greche famose in tutto il pianeta, una suggestione di stili e tessuti ricercati e sempre originali. I modelli femminili e  i capi di alta sartoria maschile, ma anche gli accessori come scarpe, pochette, gioielli e spille, rendono la collezione un vero e proprio spettacolo, che andrà ‘in scena’ appunto a Palazzo San Teodoro (Riviera di Chiaia, Napoli) domenica 11 novembre alle ore 20.

12:23 10/11

di Redazione

Commenta

Fidapa, anno sociale nel segno della bellezza

NOLA. Inaugurazione dell’anno sociale 2018/19 della Fidapa di Nola, nel nome e nel concetto della bellezza, in tutti i campi dell’arte alla poesia, dalla musica alla storia per concludere alle arti figurative. Ad aprire il convegno, la padrona di casa, la presidente della Fidapa, Nensi Romano. L’intervento sulla bellezza è stato discusso e documentato da Rita Felerico, filosofa e counselor filosofico ne "Il senso della bellezza nei linguaggi di relazione". Era presente con l’esposizione dei suoi dipinti l’artista sarda Anna Scalas, pittrice, presentata dal pittore e critico d’arte Fabio Niola. A condurre la serata, con grazia ed uno spiccato senso di ironia, la giornalista Carmela Maietta. Una serata all’insegna della bellezza non solo materiale, ma anche spirituale, come augurio al nuovo anno sociale che si apre, con l’intenzione di poter avvicinare a questi meravigliosi linguaggi anche gli animi più caparbi ed ostili, perché la bellezza contagia e mitiga non solo gli animi ma anche le menti. La cerimonia si è svolta nella magica cornice del Museo Archeologico di Nola. Erano presenti non solo le socie Fidapa della sezione di Nola, ma anche le presidenti Fidapa dei paesi dell’agro nolano. 

18:54 9/11

di Redazione

Commenta

Finocchiona, Prosciutto e Pecorino Toscano incontrano la Bufala Dop

Nasce l’alleanza del gusto tra i prodotti Dop e Igp sull’asse Campania-Toscana. I Consorzi di Tutela del Prosciutto Toscano Dop, del Pecorino Toscano Dop e della Finocchiona Igp incontrano la Mozzarella di Bufala Campana Dop per una full immersion tra i sapori di eccellenza di due territori a forte vocazione agroalimentare.

L’evento è in programma il 13 novembre alle ore 11 nella sede del Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana DOP, all’interno della Reggia di Caserta, con ingresso da via Gasparri 1.

L’appuntamento prevede un percorso guidato per conoscere ogni aspetto produttivo e le caratteristiche nutrizionali dei quattro prodotti a denominazione di origine. A curare la Master Class saranno direttamente i direttori dei Consorzi di Tutela: Andrea Righini (Pecorino Toscano Dop), Emore Magni (Prosciutto Toscano Dop), Francesco Seghi (Finocchiona Igp) e Pier Maria Saccani (Mozzarella di Bufala Campana Dop).

Si scoprirà non solo come utilizzare al meglio in cucina queste eccellenze, ma anche tutte le contaminazioni possibili, con lo show cooking dello chef Peppe Daddio della Scuola di Cucina “Dolce&Salato” di Maddaloni e la presentazione dei “Panini dell’alleanza” creati da Ornella Buzzone, chef di Public House a Caserta, che hanno come ingredienti i quattro simboli del Made in Italy a tavola.

“Questa contaminazione ha innanzitutto l’obiettivo di favorire la conoscenza del sistema delle Dop e Igp, che ha alle spalle filiere uniche e certificate a livello europeo. La differenza con i prodotti generici è notevole ed è necessaria una più ampia attività di informazione, che insieme agli altri Consorzi abbiamo deciso di avviare. Siamo convinti che la strada della sinergia dia forza a un racconto nuovo e incisivo dei territori di origine”, commenta il direttore del Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana Dop, Saccani.

“L’asse del gusto che si sviluppa sulla direttrice tosco-campana – sottolinea Andrea Righini, direttore del Consorzio Tutela Pecorino Toscano DOP - è prima di tutto una grande opportunità. Un’opportunità di conoscenza e valorizzazione di alcuni dei prodotti simbolo dei nostri territori. L’appuntamento di Caserta ci consente, da un lato, di inquadrare al meglio le peculiarità delle singole eccellenze che saranno protagoniste dell’evento, dall’altro di dar vita a nuove sinergie e collaborazioni. Come Consorzi siamo portatori e garanti della qualità delle eccellenze che rappresentiamo, ma siamo anche depositari di storie e tradizioni che devono essere raccontate, tramandate e valorizzate in un’ottica di crescita e sviluppo”. 

“Presentare quattro prodotti Dop e Igp ed abbinarli vuol dire scoprire un mondo di possibilità mai ovvie – dichiara Francesco Seghi, direttore del Consorzio Tutela Finocchiona Igp – La varietà di abbinamenti e i piatti che possono nascere è decisamente ampia. La sfida di proporre sempre nuovi modi di valorizzare, presentare e consumare le nostre eccellenze è stimolante e rappresenta un punto di partenza per poter valorizzare assieme i prodotti Dop e Igp di regioni diverse. Con questo appuntamento vogliamo far conoscere in modo gustoso le caratteristiche dei nostri prodotti, proponendo vari modi di poterli utilizzare quotidianamente, non solo nella ristorazione ma anche ai fornelli di casa”.

“Il Consorzio del Prosciutto Toscano è nato dal desiderio di alcuni produttori del territorio di salvaguardare e valorizzare un prodotto unico, che ha caratteristiche e peculiarità ben precise. Ma fin dalla sua nascita – fa sapere Emore Magni, direttore del Consorzio di Tutela Prosciutto Toscano Dop – ha avuto sempre lo scopo di accompagnare il consumatore verso una scelta consapevole volta alla conoscenza, alla sicurezza, alla tracciabilità e al rispetto. L’iniziativa di Caserta si inserisce perfettamente in questo percorso ed è utile per far conoscere meglio le nostre eccellenze Dop e Igp toscane e campane, che esprimono un legame diretto con la qualità, la storia e le tradizioni dei nostri splendidi territori”.

16:30 9/11

di Redazione

Commenta

“Macaria”, domenica il nuovo appuntamento griffato SHANGO’

NAPOLI. Quando i greci fondarono Napoli, adottarono un piatto creato dai nativi, composto da pasta di farina d'orzo e acqua, essiccata al sole che loro chiamarono “macaria”. La pasta ha perciò avuto da sempre un ruolo fondamentale nella storia del nostro paese, cambiando forme, abbinamenti e ricette, restando però fedele al suo concetto stesso di “Macaria”. Per questo motivo nessuno al mondo è capace di valorizzarla come facciamo noi italiani. Il secondo appuntamento con gli aperitivi del “Vesuvio Live festival” - ideato da SHANGO’ al “Mama Ines” di Cercola - vedrà - dalle ore 20 con il sottofondo musicale a cura di Goldie Voice e dj Lisio - una rappresentazione culinaria della pasta in tutte le sue forme e colori, firmata “Antico Mulino Falco”, in un’atmosfera disegnata da una kermesse di artisti del territorio vesuviano. SHANGO' ospiterà in occasione dell'evento uno degli artisti più rinomati del nostro territorio: Maurizio Filisdeo con il suo entusiasmante “Live show”. 

14:30 9/11

di Redazione

Commenta

“B&B quartet”, una band rigorosamente al femminile

NAPOLI. In principio era il “B&B duo”, ovvero la bionda e la bruna, Ileana Mottola, vocalist, ed Eleonora Strino, chitarra, jazz per tutti gusti, swing e ballad in prevalenza. Poi l'estate scorsa le chiamarono a Pompei per una serata celebrativa delle voci storiche femminili italiane, Mina, la Vanoni, Patti Pravo... Progetto impegnativo, da qui la decisione di diventare “B&B quartet”, ma sempre rigorosamente al femminile. Ed ecco Beatrice Valente, contrabbasso, e Laura Klain, batteria. Saranno di nuovo sul palco venerdì 9 al Music Art, ore 21,30, dove proporranno un percorso di standard americani tratti da musiche da film nate nei musical di Broadway, tipo il celeberrimo “The lady is a tramp” o “My favorite things”, brano di Rodgers che Coltrane portò con grande fortuna sui palchi del jazz. Il “B&B quartet” insomma accompagnerà il pubblico del MA attraverso un repertorio musicale che parte da Broadway anni '30-'50, per approdare sul grande schermo e poi passare sui palchi del jazz. Quattro donne, dunque, quattro musiciste giovani ma con un solido percorso personale già alle spalle. Quattro campane, anche se Strino e Klain vivono da tempo a Torino. Ileana Mottola, vocalist salernitana, è la leader del gruppo. Laureata in lingue e letterature straniere, pianista da bambina, è stata poi sedotta dal canto ed in particolare dalla musica afroamericana e cubana. Napoletana da anni trapiantata a Torino, Eleonora Strino studi a S. Pietro a Maiella, ha perfezionato la sua chitarra nel prestigioso conservatorio di Amsterdam. Vive da anni a Torino dove ha stretto un collaudato sodalizio artistico con il celebre contrabbassista americano Greg Cohen. Famiglia di musicisti, Beatrice Valente nasce pianista ma a 14 anni resta folgorata da un disco di Marcus Miller regalatole dal padre. E abbraccia il contrabbasso dal quale non si è più separata, studiando fra l'altro con il compianto Rino Zurzolo. Frequenti anche i suoi interventi vocali in controcanto. Nata a Tolosa ma napoletana da quando era in fasce, Laura Klain ha impugnato le prime tammorre a sette anni ed ha lavorato con Eugenio Bennato fino a 17 anni. Dall'etno al jazz, il passo è stato spontaneo: un'esigenza istintiva di allargare i propri orizzonti, ed ecco una delle rare (almeno in Italia) protagoniste del jazz con le bacchette fra piatti e tamburi. Un gruppo tutto al femminile di recente costituzione, insomma, con tutta l'intenzione di andare lontano. Anche il jazz, insomma, reclama le quote rosa.

lucis

14:28 9/11

di Redazione

Commenta

“Ahmed il filosofo”, storia di immigrazione alla Sala Assoli

NAPOLI. Venerdì 9 novembre alle ore 20,30 debutta a Sala Assoli, nell’ambito della stagione di “Casa del Contemporaneo”, “Ahmed il filosofo”, testo di Alain Badiou, una storia di immigrazione, una vicenda che riguarda tutti. A ispirare il regista Tommaso Tuzzoli, La difficile e complessa situazione nella quale viviamo, flussi migratori, paura del diverso, rigurgiti violenti e xenofobi, attentati di matrice islamica. Alain Badiou dice: “Le scene di questa farsa mirano all’essenziale del mondo che è qui unito all’essenziale del teatro. Quello che ho scritto non protegge gli artisti della scena, ma invece li impegna e li sfinisce”. “Perché Ahmed? - afferma Tommaso Tuzzoli - Perché un algerino? … Se fosse stato italiano? Forse sarebbe stato sufficiente che questi fosse siciliano, sardo, calabrese o, anche, napoletano? In tutti i casi si tratta del proletario venuto “dal Sud”, di colui sul quale riposa la produzione e la vita di quelli “del Nord”, di colui la cui libertà deve essere conquistata a ogni istante contro il risentimento e la vendetta dei paurosi. Ho passato la prima metà della mia vita a Napoli, per poi partire. Ho cambiato diverse città e assunto con il tempo il ruolo di straniero pur continuando a vivere in Italia. In uno dei tanti soggiorni in una delle tante cittadine di provincia, affittai un appartamento e nel momento di consegna del documento d’identità, il proprietario, tal Garibaldi, affermò che gli unici problemi creati in loco erano dovuti ad africani, rumeni e napoletani. Consegnai il documento, dove era evidente il luogo di provenienza e si partì con le giustificazioni. Prima di adesso non avrei mai pensato di raccontare questa vicenda. La domanda da porsi allora è: se un italiano del meridione può trovarsi di fronte a tali pregiudizi, un immigrato quali reali difficoltà dovrà affrontare? La difficile e complessa situazione nella quale viviamo, flussi migratori, paura del diverso, rigurgiti violenti e xenofobi, attentati di matrice islamica, mi hanno spinto ad affrontare un testo come Ahmed il filosofo di Alain Badiou. Ogni scena, in forma di dialogo, affronta una tematica filosofica: argomenti “che servono a designare una situazione teatrale prelevata, nella maggior parte dei casi, da frasi fatte del linguaggio ordinario”. Ahmed riesce a dissimularne l’inconsistenza solo grazie agli archetipi della farsa. Questi dialoghi permettono ad Ahmed di affrontare argomenti come la falsa democrazia, il sovranismo, la paura dello straniero, la perdita d’identità dell’altro, la discriminazione religiosa. Ahmed abbatte ostinate opinioni precostituite e luoghi comuni che nascondono nuove e subdole forme di intolleranza ed odio, è in grado di portare il suo interlocutore ad una forma di riflessione che riesce a parlare a tutti e a strappare sorrisi. Un lavoro rivolto a tutti quei sig. Garibaldi che ognuno di noi ha incontrato e che incontrerà nel proprio percorso. Concludo come in apertura ritornando alle parole dello stesso Badiou “Vorrei che il teatro non fosse uno specchio, o un doppio, del mondo..., sia uno squarcio di luce, un chiarimento, un’incitazione”.

14:23 9/11

di Redazione

Commenta

Nemea, parata di vip sul red carpet sportivo

Rendere l’area a Nord di Napoli scenario di una serata trendy, che riuscisse a valorizzare in uno solo evento lo sport, il food e lo show-biz, era l’obiettivo di Nemea X-Night, che ha visto presenziare alla Nemea Energy Village di Cardito (NA), oltre 2.000 persone.
L’EVENTO - Parata di star, di sportivi, di imprenditori e soprattutto di clienti soddisfatti per l’evento, che con grande interesse da parte del pubblico ha ospitato guest star come: gli sportivi Massimiliano Rosolino, ex nuotatore e concorrente di Ballando con le stelle 3, trasmissione che gli ha dato notorietà televisiva. E proprio dal mondo della TV tanti ospiti intervenuti: i fratelli Cecilia e Jeremias Rodriguez; con l'attualissimo tutor di Detto Fatto, Filippo Nardi, con la bellissima showgirl e modella Cecilia Capriotti; l'ex ciclista su strada Ignazio Moser e per concludere, l'influencer del momento ex concorrente dell'Isola dei Famosi e di Uomini e Donne: Marco Ferri.
Tutto ciò a supporto della sfilata di presentazione della capsule completamente realizzata per l'Energy Village da K10 Milano, il brand che si distingue per originalità e soprattutto per la sua continua ricerca di tendenze sia italiane che estere, ha curato con la massima peculiarità, una collezione tutta dedicata a Nemea. Dopo la sfilata, molto gradito è stato il light happening realizzato da Zero/K, il ristorante interno della struttura.
Dopo la presentazione, l’evento ha visto gli ospiti spostarsi da Shinto Napoli per il tanto atteso DJ Set di Asia Argento.
LE DICHIARAZIONI - Miriam Castaldo founder di Nemea Energy Village e Shinto Napoli, insieme con il fratello Salvatore Castaldo e a Pietro Izzo dichiara: “Siamo felici dello strepitoso successo ottenuto per l’evento, che ha aperto le porte della nostra struttura (che ha nel mood una certa selezione) cercando di far ben capire quali sono i servizi che offriamo e che abbiamo garantito anche questa sera.
Il nostro obiettivo era quello di far capire al pubblico che in Campania c’è una struttura funzionale, trendy e polivalente, che ospita spesso tanti amici del jet-set, proprio per la sua tendenza a primeggiare nella qualità dei servizi”.
Pietro Izzo, invece, sull’evento glamour del by-night ha aggiunto: “Un successo soprattutto di numeri, grazie a 150 persone a cena e quasi 300 per il dopo cena. Uno dei tanti eventi di Shinto, dove la cena è stata accompagnata dalla fantastica musica dello storico DJ Enzo Cipolletta e la splendida Valeria Krogh. Dopo l’arrivo di Asia Argento alle 23.30, la platea ha assistito ad uno spettacolo che ha mixato revival house e musica techno. L’evento ha dato dimostrazione la nostra realtà non è solo sushi e fusion giapponese, ma anche luogo di ritrovo, che da spazio agli ospiti sia all’interno che sulla suggestiva terrazza (Jaguar Lounge)”.
Tra gli ospiti, il direttore tecnico Massimiliano Rosolino ha detto: “Mi auguro che tutte le persone presenti all’evento, con il senso di colpa nell’aver mangiato qualche patatina di troppo, domani decidano di intraprendere un percorso di sport (ride). A parte tutto, la realtà di Nemea che ho conosciuto quasi per caso, verso maggio, è sicuramente una grande opportunità per chiunque, soprattutto perché la struttura è quasi sempre più aperta che chiusa come orari: quindi non ci sono scuse per venire a mettersi in forma qui”.
I tanto attesi Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser hanno aggiunto: “E’ bello essere presenti in una struttura così funzionale così vicina a Napoli, città che adoriamo”.
Un evento che ha visto partecipare tanti giornalisti, imprenditori, modelle, influencer Chiara Stile, Maria Teresa Gaeta, Natascia Ummaro, Anna Semenkova ed appassionati del mondo del fitness e dello spettacolo, per omaggiare l’Energy Village che dimostra ancora una volta, la forza di questa struttura che raccoglie iscritti da tutta la Campania.

13:39 9/11

di Redazione

Commenta

A La Reggia Designer Outlet si accende l’albero di Natale

Alla Reggia Designer Outlet arriva la magia del Natale, con un calendario di appuntamenti da non perdere. Ad aprire la programmazione natalizia del Centro McArthurGlen di Marcianise (CE), sabato 10 novembre, alle 17.30, sarà l’accensione del grande albero di Natale, alto 12 metri, allestito con 4.000 palline e 18.000 led, che, fino all’8 gennaio, illuminerà l’ingresso del Centro. Un momento solenne in un’atmosfera di festa, con la colonna sonora affidata all’Amaseno Harmony Show Band, composta da 55 elementi che eseguono brani di autori internazionali, anche con strumenti inusuali per una formazione di questo genere: pianoforte e chitarra elettrica. Ampio il repertorio, che contempla, tra gli altri, i grandi successi di Deep Purple, Queen e Earth Wind & Fire. Un momento di festa che diventa più dolce con le boule Lindt. Dopo l’accensione dell’albero, l’Amaseno Harmony Show Band proporrà agli ospiti della Reggia Outlet un altro momento dello spettacolo, in Piazza delle Palme, alle 18.30, e poi di nuovo al grande albero, alle 20.00, con musiche di Natale. La giornata di festa inizia alle 11.00, con momenti dedicati ai più piccoli: truccabimbi, palloncini e le dolcezze di Haribo.

In un’atmosfera unica e suggestiva, che inizia con il grande albero di Natale stiloso e sfavillante e continua tra i viali e nelle piazze de La Reggia Designer Outlet, arriverà, l’8 e il 9 dicembre, la magica nevicata. Dalle 16.30 fino alla chiusura, ogni ora La Reggia Designer Outlet si imbiancherà. Un’esperienza magica e multisensoriale: una cascata di fiocchi bianchi verrà giù in piazza fontana, accompagnata da effetti speciali che cattureranno l’attenzione e l’entusiasmo di grandi e piccini.

Il calendario continua sabato 15 e domenica 16 dicembre con uno ‘Sweet Light Show’: ballerini luminosi, violinisti, zucchero filato e dolci di Natale.

10:10 9/11

di Redazione

Commenta

Al Centro Campania la notte degli innovatori

MARCIANISE. La notte del 9 novembre, dalle ore 22, TEDx sbarca a Marcianise, presso il Centro Commerciale Campania, per una nottata dal titolo Zoom In Zoom Out, volta ad approfondire tematiche legate al sud Italia e ai suoi protagonisti: in cosa eccelliamo e cosa possiamo imparare? E qual è il miglior punto d’osservazione per rispondere a questa domanda? Dentro o fuori, vicino o lontano, volando con la mente o con i piedi ben saldi per terra? TEDxMarcianise farà scorrere il suo “zoom” presentando esperienze inedite e straordinari punti di vista grazie a dieci speaker provenienti dai nostri territori e da luoghi lontani.

Cos’è TED e TEDx?

TED (Technology Entertainment Design) è un’organizzazione no profit che dal 1984 propone conferenze su diverse tematiche. TED si tiene ogni anno a Monterey, California, ogni due anni in altre città del mondo. L’idea è di diffondere prospettive su temi globali attraverso conferenze aperte dove speaker provenienti da diversi contesti possono raccontare la loro esperienza, presentare un’idea innovativa, un progetto, una testimonianza in massimo 18 minuti. L’acronimo TED con l’aggiunta di una “x”, indica gli eventi locali, organizzati in modo indipendente, che si propongono di riunire persone per condividere idee e storie nello spirito dei TED.

Speakers

Antonella Diana – Storica dell’arte, specializzata in Tecnologie multimediali applicate ai beni culturali e in Didattica Museale, dal 1999 lavora presso la Direzione della Reggia di Caserta collaborando alla tutela e valorizzazione del patrimonio storico artistico, in special modo all’organizzazione e cura di mostra ed eventi. Ha pubblicato numerosi articoli su riviste nazionali e internazionali dedicando i suoi studi a ricerche archivistiche sui siti reali borbonici. In questi ultimi anni ha concentrato l’attenzione sull’audience engagement dei diversi pubblici utilizzando la tecnica del digital storytelling.

Paul Greenberg – Autore dei best seller “Four Fish”, “American Catch” e “The Omega Principle”. Collaboratore assiduo del New York Times e di molte altre pubblicazioni, Greenberg si è aggiudicato il “James Beard Award” per la scrittura e la letteratura; è membro di PEW Association per la conservazione delle specie marine e scrittore ospite al Safina Center. Il suo libro “Four Fish” è edito in Italia da Slow Food.

Giovanna Celia – Psicologa-Psicoterapeuta, PhD, nasce a Salerno ma studia a Roma, Parigi e in California. Cofondatrice della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Strategico Integrata (SCUPSIS) di Roma della quale è attualmente Presidente Scientifico oltre che didatta di dinamica di gruppo, terapeuta e supervisore. Fondatrice e Presidente della Società Italiana di Psicoterapia Integrata e Strategica – SIPIS, è socia fondatrice della World Association of Psychosocial and Cultural Genomics and Neuroscientific oriented Psychotherapy – WAPG. E’ Direttore Didattico del Centro Internazionale di Psicologia e Psicoterapia Strategica (CIPPS) di Salerno, primo centro europeo interamente dedicato all’integrazione del modello strategico ericksoniano con gli innovativi studi sulla genomica psicosociale. Ha collaborato con La Repubblica, D Donna, gruppo l’Espresso. Autrice di diversi volumi tra i quali, nel 2014, “Il gruppo strategico-integrato: teorie metodi e strumenti per una conduzione efficace” e, nel 2016, “Il modello strategico integrato: l’evoluzione dell’intervento clinico breve”, entrambi editi dalla Franco Angeli di Milano.

Flavio Farroni – Ingegnere Meccanico, dottore di ricerca in Ingegneria dei Sistemi Meccanici con una tesi in collaborazione con Ferrari S.p.A.. CEO e co-fondatore dello spin-off accademico MegaRide, consulente tecnico accademico nell’ambito della dinamica dei veicoli stradali per numerose aziende automobilistiche e team motorsport. Docente del corso di Meccanica Applicata alle Macchine e ricercatore presso UniNa. Premiato nel 2015 al Tire Technology Expo di Hannover come ‘Young Scientist of the Year’ e nel 2018 dal MIT Technology Review tra I 10 Innovatori Italiani under 35.

Alessio Carciofi – Senior Digital Marketing per le principali aziende italiane, riconosciuto nel campo della formazione e accreditato in università, master ed eventi come speaker ed esperto di riferimento. Nel 2015 fonda la prima realtà italiana di ricerca, consulenza e formazione specializzata in abitudini digitali performanti. Attraverso la metodologia Digital Felix permette al management di ridurre le distrazioni e aumentare la produttività, attraverso percorsi di gestione dell’attenzione, dell’energia e del tempo. Ricercatore sugli impatti emotivi tra l’uomo e il digitale, ha scritto due libri sul tema. L’ultimo è Digital Detox: focus e produttività per i manager nell’era delle distrazioni digitali, edito da Hoepli. Il suo motto: “alla velocità del digitale accostiamo la profondità dell’uomo”.

Semsa Denizsel – Definita la Alice Water della Turchia per il suo attaccamento alla terra, ai suoi prodotti di qualità e ad una agricoltura sostenibile. Il suo ristorante a Istanbul è stato un centro di continua ricerca e di divulgazione di una tradizione culinaria che esce dai confini della Turchia per raccogliere quella del mare egeo. La chef cura personalmente i rapporti con i produttori e promuovere il chilometro zero e sta per aprire un nuovo ristorante con questa filosofia.

Antonio Cesare Iadarola – Industrial e strategic designer. Napoletano di origine, è ora di base a New York e ha studiato in Italia e in Inghilterra. Attualmente insegna al Beijing Institute of Technology in Cina. Con lo studio di consulenza da lui fondato lavora fra Stati Uniti e Canada, si è specializzato in design dei servizi e per l’innovazione sociale e la sua ricerca analizza pratiche emergenti per la progettazione di ambienti di lavoro collaborativo.

Alexander Virgili – Coordinatore di protezione civile e componente del direttivo nazionale del Corpo Italiano di San Lazzaro, curatore in Italia della “GIRD – Giornata Internazionale per la Riduzione dei Disastri” nell’ambito della IDDR delle Nazioni Unite. Da anni impegnato sul territorio campano per promuovere una cultura della resilienza e della prevenzione dei disastri, con particolare attenzione ai giovani. Ha conseguito il Master in Istituzioni e Politiche Spaziali presso la SIOI realizzato in collaborazione con l’Agenzia Spaziale Italiana, pubblicando diversi articoli sul tema del disaster management con l’ausilio di tecnologie spaziali.

Giorgio Cappozzo – Giornalista e autore. Ha collaborato con il Gruppo L’Espresso e ha contribuito a fondare il settimanale Gli Altri. È stato responsabile della satira del mensile Linus. Come autore tv ha firmato, tra gli altri, gli show “Laura e Paola”, “House Party”, “Capitani Coraggiosi” e le ultime edizioni del Dopofestival di Sanremo e del Concerto del Primo Maggio.

 

Il Centro Commerciale Campania di Marcianise da anni integra l’attività commerciale con una vocazione polifunzionale rendendo la struttura un laboratorio di contaminazione con il territorio. Il Centro Campania è diventato un importante punto di riferimento per i tantissimi eventi educativi e culturali realizzati in questi anni, dalla musica dei festival Luglio in Jazz e Non Luoghi Musicali al progetto L'Orto in Campania, un orto didattico che in quattro anni ha accolto oltre 10.000 bambini nei laboratori dedicati ai temi della sostenibilità.

 

18:51 8/11

di Redazione

Commenta

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici