Martedì 25 Settembre 2018 - 8:19

"Striscia la notizia", tornano Ficarra e Picone

Sabato scorso, Ezio Greggio ed “Enzino” Iacchetti hanno condotto la loro ultima puntata della 27esima edizione diStriscia la notizia.

Anche quest’anno l’amata coppia di conduttori conclude con grande successo la propria esperienza a Striscia la notizia: il 2 febbraioscorso ha siglato infatti il record stagionale del programma, avendo superato i 7 milioni di telespettatori (7.186.000 il dato preciso) e ottenuto il 23.91% di share, con un picco record di quasi 9 milioni e mezzo di telespettatori (9.384.000 nello specifico).

Ecco il bilancio stagionale dei due conduttori:

Ezio Greggio: «Ho iniziato a fare Striscia con Michelle e abbiamo fatto numeri incredibili. Lavorare con lei è sempre molto divertente. Poi è arrivato il mio socio per antonomasia e abbiamo fatto delle puntate con picchi che sembrava di essere alla finale di Champions League o del Campionato del mondo. Insomma, dopo 27 anni, fare degli ascolti così è veramente una grande soddisfazione. Sono contento perché la gente mi vede in onda e dice: “È lui o non è lui? Ceeerto che è lui!”. Vuol dire che ci riconoscono e che ancora ci teniamo bene sul piano fisico, non solo su quello degli ascolti».

Enzo Iacchetti: «Abbiamo raggiunto dei bei record. Sia io che Ezio siamo felici perché è la conferma che la gente ci vuole bene da tantissimi anni, 21 per la precisioneSpero, essendo il 22 il mio numero fortunato, che anche l’anno prossimo ci sia la possibilità di fare ancora questi ascolti record con il mio “socione”».

Domani, lunedì 23 febbraio, avverrà l’ultimo avvicendamento stagionale alla conduzione di Striscia la notizia: dietro il bancone, per l’undicesima volta, torneranno Ficarra e Picone. Il duo comico, che è approdato al Tg satirico di Antonio Ricci nella stagione 2004-05 e ha già condotto 600 puntate, resterà al timone di Striscia la notizia fino al 6 giugno, quando andrà in onda l’ultima puntata della 27esima stagione.

21:01 22/02

di Redazione

Commenta

Range Rover Sport Hybrid traina un rimorchio per 2.5 miglia al Circolo Polare Artico

Land Rover ha collaborato con Airstream in un'avventura al Circolo Polare Artico per dimostrare le capacità del nuovo Hybrid Range Rover Sport. Il primo ibrido diesel premium del mondo ha trainato un rimo 2,5 tonnellate 2.500 miglia al centro di prova di tempo freddo di Land Rover in Arjeplog, in Svezia, poi al Circolo Polare Artico.

Il test, superato brillantemente, ha spinto la vettura a confrontarsi con condizioni climatiche estreme, confermando la grande stabilità.

14:28 22/02

di Redazione

Commenta

Furti Auto: ne spariscono 298 al giorno, 12 ogni ora

In Italia diminuiscono i furti d’auto, anche se resta l’emergenza soprattutto in Campania, Lazio e Puglia, le regioni più a rischio. Roma, Napoli e Milano, invece, sono le Province più “gettonate” dai ladri che si accaniscono soprattutto con le piccole di casa Fiat: Panda, Punto e 500. Come ci si difende? Con la tecnologia satellitare, l’unica in grado di contrastare bande sempre più agguerrite e senza scrupoli. Sono questi i titoli principali che emergono dalla 10° edizione della Guida alla Sicurezza Stradale promossa da Viasat Group.

I FURTI D’AUTO. Entrando nel dettaglio della Ricerca – secondo gli ultimi dati disponibili della Direzione Centrale della Polizia Criminale – nel 2014 sono state 107.383 le autovetture rubate (quasi 9mila al mese, 298 al giorno, oltre 12 l’ora) con una riduzione di 4.772 auto rispetto all’anno precedente, quando i furti erano stati 112.155.
La Campania si conferma in cima al “podio” come la Regione più a rischio con i suoi 20.982 furti d’auto l’anno, segue il Lazio con 18.315 e la Puglia con 15.546. Segue la Sicilia (15.389) e la Lombardia (14.221). Roma, così come l’anno precedente, si conferma la Provincia in cui vengono rubate più auto: ben 16.923. Segue la provincia di Napoli (15.683) e di Milano (8.503). Appena dopo Catania (7.280) e Bari (6.452).

LE AUTOVETTURE PIU’ RICERCATE. Le autovetture in assoluto più “ricercate” continuano ad essere quelle di medio-piccola cilindrata: Fiat Panda (11.813 auto sottratte), Fiat Punto (9.855), Fiat Cinquecento (6.805). Seguono Lancia Y (4.439) e Fiat Uno (4.267). Tutte sommate il 34% del circolante. Queti modelli d’auto sono molto ricercati generalmente per farne un uso temporaneo: per commettere reati (rapine o furti) o per la vendita dei pezzi di ricambio. Quelle più pregiate, di medio-alta gamma, invece, spariscono generalmente “su commissione”, o per essere rivendute all’estero. 

LE AUTO RITROVATE. Sul fronte recuperi, nel 2014 si sono ritrovate 46.461 auto (il 43% del totale). Un dato questo migliore di quel 41% dell’anno precedente. I numeri – si legge nella Guida alla Sicurezza di Viasat – stanno li a confermare come negli anni si sono fatti notevoli passi avanti grazie a tecniche investigative sempre più all’avanguardia e alla sempre maggiore diffusione della telematica satellitare, un “optional” ormai irrinunciabile sulle auto piccole o grandi che siano. “L’installazione di dispositivi di sicurezza satellitare Viasat – ci dice il Presidente, Domenico Petrone – sono indispensabili per arginare il fenomeno. In caso di allarme, infatti, la Centrale Operativa Viasat attiva le forze dell’Ordine in meno di 120 secondi, riuscendo a recuperare il 68% delle auto entro la prima ora dalla segnalazione di furto. Non solo protezione dell’auto, però. È bene infatti ricordare che chi installa dispositivi satellitari oltre a innalzare la sicurezza personale e dei propri cari, può ottenere consistenti sconti sulla polizza RC Auto anche in assenza di una specifica legge”.

13:51 22/02

di Redazione

Commenta

Sicurezza informatica: un miliardo di dati persi in un anno

Durante il 2014, come spesso abbiamo raccontato, sono state provocate circa 1500 brecce di sicurezza che hanno compromesso circa un miliardo di dati, secondo il Gemalto’s Breach Level index.

L'INDICE DI DATI SMARRITI È ALTISSIMO. Gemalto è un'azienda olandese che si dedica a fornire meccanismi di cyber sicurezza. Una volta all'anno realizza un report con una infografia sullo stato di sicurezza a livello di informazioni e dati. I numeri esperri nell'informativa di quest'anno portano alla luce un incremento di circa il 49% rispetto all'anno anteriore con un'impennata del 78% a livello di dati compromessi. Quanto parliamo di ciò, ci riferiamo a supporti di dati (carte, credenziali di accesso, login...) che sono stati rubati o smarriti.

IL CRIMINE HA LE SUE BUONE RAGIONI Il BLI è una base dati globali creata con le fughe di informazioni che si completa mano mano che corre l'anno. Fornisce una metodologia con cui gli esperti in cyber sicurezza valutano la severità delle brecce e vedono la risposta delle aziende colpite. Le principali motiviazioni degli hacker vanno cercate nel furto di identità per un 54% dei casi. Inoltre questo tipo di vulnerabilità sono state descritte come tra le più dannose e pericolose a livello proprio di BLI. "Stiamo assistendo a una svolta delle politiche criminali che nel lungo periodo puntano decisamente al furto di dati personali per poter realizzare operazioni online di livello superiore", afferma Tsion Gonen, vicepresidente del dipartimento di Strategie per la Protezione di Gemalto.

LISTA GEMALTO DEL 2014. Il furto di informazioni potrebbe aprire la porta a nuove truffe come l'estrazione di numeri di carte di credito, identità aziendali o altri crimini.
Inoltre il cambio di strategia verso i furti di identità hanno rappresentato circa i due terzi all'interno dei 50 peggiori attacchi registrati ed elencati nel BLI.

STATISTICHE PER AREA. A livello di industrie colpite, va detto che i servizi finanziari sono stati quelle principalmente colpite, seguite dagli esercizi di vendita al dettaglio. Questi commerci hanno sofferto un aumento del 55% rispetto all'anno passato. Se, per numero, entità bancarie e finanziarie sono state colpite in modo interessante, va detto però che grazie alle nuove politiche di prevenzione e controllo, i risultati di questi attacchi si sono pressochè mantenuti stabili, senza ulteriori sorprese.

13:39 22/02

di Redazione

Commenta

Quanto pesano tutti gli uomini della Terra?

LONDRA. Pesiamo circa 287 milioni di tonnellate, di cui 15 milioni dovuti alle persone in sovrappeso e 3,5 agli obesi. Queste cifre sono state calcolate dai ricercatori della London School of Hygiene and Tropical Medicine in base ai dati dell'Organizzazione mondiale della sanità. Il peso medio di una persona (uomo o donna) è 62 kg, ma esistono differenze tra Paese e Paese: i nordamericani pesano in media 80,7 kg mentre gli asiatici 57,7 kg.

12:27 21/02

di Redazione

Commenta

I Vip sotto le stelle


<p>
<?EM-dummyText Didascalia>

</p>

 

Articolo pubblicato il: 16/12/2014

Matteo Renzi 
Nato l’11 gennaio del 1975 sotto il segno del Capricorno, il nostro Presidente del Consiglio di certo non si annoierà un attimo per tutto il 2015. Sarà un anno in crescendo, con qualche ostacolo da superare. Le stelle lo vorrebbero più concreto, più potente al potere, più esecutivo che relazionale. Urano si divertirà a creare imprevisti, Giove e Nettuno suggeriranno cambi di rotta, Venere si conferma passionale.

Silvio Berlusconi 
Nato il 29 settembre 1936 sotto il segno della Bilancia, avrà un 2015 scoppiettante. Come il buon vino, il tempo passa, ma la forza, il carattere, le energie non mancheranno. Giove porterà in dono fortuna a profusione, Saturno assolutamente a braccetto lo aiuterà a togliersi qualche soddisfazione o sassolino nella scarpa, e Plutone si divertirà a piazzare qua e la nuvole temporalesche che Venere, amorevole e passionale, soffierà via.

Giorgio Napolitano 
Nato il 29 giugno del 1925 sotto il segno del Cancro, avrà un 2015 opulento come non mai. Giove protegge le sue finanze e registra entrate extra, forse il TFR da Presidente della Repubblica? Il 2015 sarà un anno dedicato agli affetti, lontano dalle luci della ribalta. Urano, supportato da Plutone, infatti, segnerà importanti chiusure con il passato. Sarà un 2015 intimo, ritirato, più concentrato sulla sfera personale.

Juventus 
Nata nell’autunno del 1897, ha in se, nel bene e nel male, le caratteristiche dello Scorpione. Ambizioso, disposto a tutto pur di raggiungere l’obiettivo, passionale quanto un po’ sulle sue. Il 2015 sarà un anno di discese e risalite, ma le risalite saranno memorabili. Plutone conferisce energie e forze come mai prima, la fortuna verrà da sé e i successi non tarderanno a venire. Momenti di confusione e chiacchiericcio ce ne saranno, ma l’importante è che se ne parli.

Milan 
Pare che l’associazione calcio Milan sia stata fondata il 16 Dicembre 1899, dunque sotto il segno del Sagittario. Dunque il prossimo anno vede per il Milan una crescita certa e un ampliamento degli orizzonti: che si tratti di calcio mercato o di possibili investitori esteri, certo è che le stelle indicano grande forza e un particolare affiatamento e gioco di squadra. Grandi successi in casa, qualche scivolone di troppo fuori casa, tutta colpa di Saturno.

Inter 
La Football Club Internazionale Milano S.p.A., meglio nota come Inter, nasce il 9 marzo 1908 sotto il segno dei Pesci, che non nuoteranno sempre in acque calme durante il 2015. Un anno pesante, intenso, ricco di alti e bassi, che sarà anche l’anno in cui, questa Fenice nero azzurra rinascerà dalle sue ceneri, e se i primi sei mesi dell’anno saranno un po’ zoppicanti, gli ultimi sei saranno protetti da Giove che promette a tutti i tifosi ricchi premi e tanti goal!

John Elkann 
Nato il primo aprile del 1976, imprenditore italiano apprezzato, come spesso accade, più all’estero che in patria, vivrà un anno di ritrovato splendore e vigore. Geniale quanto originale, a tratti esagerato, camaleontico come pochi, vivrà un anno di conferme professionali e stabilità emotiva. Il 2015 potrebbe essere un anno da ricordare: sorprese, imprevisti, accadimenti protetti dalle stelle che potrebbero rendere il 2015 un anno decisivo.

Principe William d'Inghilterra 
Nato il 21 giugno del 1982, ultimo giorno del segno dei Gemelli, rappresenta al meglio la dolcezza, l’energia, la poliedricità, la serietà di uno dei segni più affascinanti dello zodiaco. Anno memorabile, diventerà padre per la seconda volta, il che inevitabilmente inciderà sugli equilibri professionali e privati. Innamorato più che mai, Urano gli regalerà importanti successi economici e professionali e Giove lo aiuterà a porre le basi per il suo futuro da Re d’Inghilterra.

Barack Obama 
Nato il 4 agosto del 1961, è senza dubbio un Presidente destinato a restare nella storia. Nato sotto il segno del Leone, lo aspetta un anno denso di successi e rivincite. L’economia Americana registrerà livelli di crescita tali da confermare ogni scelta e azione messa in atto nel corso del 2014. Torna il sogno americano con l’aiuto di Saturno che è il pianeta del consolidamento e Urano che porterà cambiamenti dai risultati immediati e tangibili.

Luca Cordero di Montezemolo 
Nato il 31 agosto del 1947 sotto il segno della Vergine, ha d’avanti a sé un anno ricco di impegni professionali e interessi da curare. Da poco nominato presidente (non esecutivo) di Alitalia S.p.a., insieme al suo team di lavoro dovrà lavorare duramente al nuovo piano industriale triennale per riportare la società al break even nel 2017. Giove guiderà ogni sua scelta professionale verso il successo. Grande equilibrio e serenità personale e familiare.

Vasco Rossi 
Nato il 7 febbraio del 1952 sotto il segno dell’Acquario, vivrà un anno memorabile di celebrazioni e nuove conquiste. Un tour di 12 serate destinate a diventare memorabili per il popolo di fan che da Nord a Sud della penisola lo seguono e amano da sempre. Urano gli conferìrà una dose extra di energia, Saturno, con la complicità degli anni che passano, gli conferirà maturità e profondità. Non sarà un anno noioso, è pur sempre Vasco Rossi, un Acquario, la noia non ha possibilità di esistere

10:34 21/02

di Redazione

Commenta

Maialino nasce con volto umano e un pene sulla fronte

CINA. È morto poco dopo la nascita. «Ma se fosse vissuto - ha detto il fattore cinese proprietario dell'animale - avrebbe fruttato tanti soldi». Una scrofa del fattore Tao Lu, di 40 anni, ha dato la vita a 19 maialini tra cui un maialino deforme: con somiglianze umane e un pene in fronte. Le sue foto hanno fatto il giro del mondo. Dopo la nascita il maialino con l'organo genitale sulla fronte è stato rifiutato dalla madre e si è rifiutato di alimentarsi al biberon. Quindi, senza nutrimento è morto.

23:45 20/02

di Redazione

Commenta

Qui parcheggi ma solo se reciti un'Ave Maria

SAN LORENZO DI ROVETTA (BERGAMO). Questo posto esiste davvero. A San Lorenzo di Rovetta, nel Bergamasco, il parroco ha deciso di offrire ai propri conciddatini il parcheggio di proprietà della parrocchia. Ma Don Guido Rottigni, non intende speculare sul parcheggio. Anzi: il suo generoso gesto è grandioso. non vuole soldi, tuttavia chiede a quanti intendono parcheggiare di saldare il loro debito recitando un'Ave Maria. Un cartello davanti alla Chiesa è ben chiaro sul modo di "pagare" la sosta . Beh, sembra che il parroco stia riscuotendo un certo successo. È possibile, quindi, che si farà più ardito, rimodulando le "tariffe".  “In effetti per i furgoni più grandi - afferma don Guido - le Ave Marie dovrebbero essere almeno due…”.

23:36 20/02

di Redazione

Commenta

Sta per pronunciare il sì. Ma poi la sposa sceglie un altro

INDIA. Stavano per sposarsi. Poi, però, lui ha avuto un attacco epilettico ed è ricorso alle cure mediche. Ma la sposa, che fino a quel momento ignorava la malattia del futuro marito, ha deciso di andare a nozze con uno degli invitati, per sottrarsi a quel matrimonio non gradito. Lei 23enne, Indira, e lui 25enne, Jugal Kishore, sono i due protagonisti di un matrimonio indiano non consumato. Jugal ha tentato di dissuadere la sua promessa sposa dall'unirsi a un altro uomo. Non c'è stato verso. Durante la celebrazione con il nuovo marito c’è stata anche una rissa tra alcuni invitati, che sono stati arrestati dalla polizia. Poi le denunce, come risulta dai verbali della polizia locale, sono state ritirate da entrambe le famiglie che hanno risolto la questione tra loro.

23:24 20/02

di Redazione

Commenta

Chi possiede più oro al mondo? Scoprilo

La Banca Federale statunitense, la Fed, detiene la più grossa riserva ufficiale di oro al mondo (8.133,5 tonnellate). Seguono la Germania (3.387,1 tonnellate), il Fondo Monetario Internazionale (l'FMI, con 2.851,8 tonnellate), l'Italia (2.451,8 tonnellate) e la Francia (2.435,4 tonnellate). La Cina si trova al settimo posto della graduatoria nonostante sia il primo Paese produttore e importatore d'oro al mondo.

23:16 20/02

di Redazione

Commenta

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRE IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno