Venerdì 22 Febbraio 2019 - 10:50

"Benvenuti in casa Esposito" torna a Napoli

Prosegue il tour di Benvenuti in casa Esposito la commedia in due atti, liberamente tratta dall'omonimo romanzo di Pino Imperatore, per la regia di Alessandro Siani, con Paolo Caiazzo, prodotta da Tunnel Cabaret.

Dopo il successo romano di questa primavera, la famiglia Esposito torna a Napoli sabato 11 luglio con un’unica data al Castel Sant’Elmo

Figlio dell'ex boss del quartiere, Tonino Esposito dopo la morte del padre è ossessionato dal suo ricordo e vuole a tutti costi imitarne le gesta pur non avendo la “stoffa” del boss. Resta per questo coinvolto in una serie di disavventure che lo portano a scontrarsi con i familiari, con le spietate leggi della criminalità e con il capoclan Pietro De Luca detto ’o Tarramoto, che ha preso il posto del padre.

​Con un cast di attori d’eccezione (Paolo Caiazzo, la voce di Giacomo Rizzo, Nunzia Schiano, Loredana Simioli, Mimmo Esposito, Salvatore Misticone, Maria Rosaria Virgili, Gennaro Silvestro, Federica Altamura,) la commedia mostra gli aspetti più cafoni e ridicoli della criminalità, recupera la grande tradizione comica napoletana facendo ridere e riflettere allo stesso tempo, tra dialoghi irresistibili e grandi colpi di scena.​

Un modo nuovo di raccontare e denunciare la malavita, perfettamente in linea con i contenuti del bestseller Benvenuti in casa Esposito, che è stato un vero e proprio caso letterario. Un libro che ha scalato le classifiche grazie al passaparola e all’entusiasmo di migliaia lettori in tutta Italia e che è stato adottato da scuole, istituzioni pubbliche, associazioni antimafia, comitati civici, gruppi che si battono per la Legalità.

14:32 10/07

di Redazione

Commenta

A Napoli rivivono i capolavori di Ozu

La fotografia, il colore e il suono dei capolavori di Ozu Yasujiro rivivono a Napoli in versione restaurata e digitalizzata. Tucker Film e Cinema Vittoria, in collaborazione con il Napoli Film Festival, portano sul grande schermo 4 delle più famose pellicole di Ozu: Tardo autunno (giovedì 9 e Venerdì 10 Luglio), Viaggio a Tokyo (Sabato 11 e Domenica 12 Luglio ), riconosciuto da 350 registi il più bel film dell’intera storia del cinema, Il gusto del saké (Mercoledì 15 Luglio) Buon giorno (Giovedì 16 Luglio). I film, restaurati dalla storica major nipponica Shochiku, saranno proiettati in lingua originale con sottotitoli in italiano e appartengono al periodo d’oro della lunga carriera di Ozu, dalla fine degli anni ’40 all’inizio degli anni ’60.

Ozu Yasujiro narra con delicatezza, ironia e uno stile puro, storie di vita familiare e rivelano una profonda comprensione delle cose umane e un’inimitabile capacità di rappresentarle con tratti essenziali e universali. Sul cinema di Ozu Wim Wenders ha detto: “Mai prima di lui e mai dopo di lui il cinema è stato così prossimo alla sua essenza e al suo scopo ultimo.”

Programma e orari al cinema Vittoria:

Tardo autunno (Late Autumn, 1960, 129′) v.orig. sott. ita.

Giovedì 9 e Venerdì 10 Luglio 17:30 – 20:00 – 22:15 – € 5,00 Posto Unico.

È un ironico film, pieno di nostalgia agrodolce, su tre vecchi amici, ex corteggiatori di una donna ora vedova. Cercano di combinare il matrimonio della figlia di lei, col pensiero che pure la madre si possa risposare.

Viaggio a Tokyo (Tokyo Story, 1953, 136′) v.orig. sott. ita.

Sabato 11 e Domenica 12 Luglio 17:30 – 20:00 – 22:15 – € 5,00 Posto Unico.

È  ancora oggi il più famoso dei film di Ozu, e lo celebra con estese citazioni Wim Wenders in Tokyo-ga. È la cronaca venata di amarezza del viaggio di un’anziana coppia per far visita ai figli sposati nella metropoli.

Il gusto del saké (An Autumn Afternoon, 1962, 133′) v.orig. sott. ita.

Mercoledì 15 Luglio 17:30 – 20:00 – 22:15 – € 5,00 Posto Unico

Ultimo film di Ozu, è un’elegia del tempo che scorre e della nostalgia del passato, imperniato ancora sul tema del matrimonio, ma con un accenno sul filo del ricordo agli ambienti studenteschi dei vecchi tempi.

Buon giorno (Good Morning, 1959, 94′) v.orig. sott. ita.

Giovedì 16 Luglio 17:30 – 20:00 – 22:15 – € 5,00 Posto Unico

Remake alla lontana del capolavoro muto Sono nato, ma…, è una deliziosa commedia sullo sciopero del silenzio di due fratellini che vogliono che la famiglia compri un televisore; e insieme è una divertita riflessione sul linguaggio: di cosa parliamo quando parliamo?

 

www.cinemavittoria.com

14:31 10/07

di Redazione

Commenta

Giovani al fianco dell'Unicef: siglato il patto a Palazzo San Giacomo

Siglato lo scorso 8 luglio, nella Sala della Giunta di Palazzo San Giacomo, il patto con i giovani, che ha dato vita al tavolo di coordinamento promosso dai Comitati Unicef Campania e Napoli, in sinergia con l’Assessorato ai Giovani del Comune di Napoli e sedici sigle di giovani professionisti, imprenditori, commercianti e associazioni di club service del territorio partenopeo. Un coordinamento stabile nato per contribuire sul piano umano e professionale alla mission dell'Unicef e supportare il Fondo delle Nazioni Unite nella quotidiana battaglia per la tutela dei diritti dei bambini e adolescenti nel Mondo.

Il protocollo d’intesa, molto apprezzato anche dal Sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, è stato sottoscritto nel corso del convegno su “strabismo umanitario e desiderio di legalità”, moderato da Ettore Nardi, consigliere dell’Ordine degli Ingegneri e coordinatore del Tavolo, al quale hanno preso parte la presidente Unicef Campania, Margherita Dini Ciacci, il presidente Unicef Napoli, Mimmo Pesce, l’Assessore ai Giovani del Comune di Napoli, Alessandra Clemente, il giornalista Rai, Michele Cucuzza e Luigi Di Cicco, autori del libro Gramigna, che racconta la vera storia di un figlio di un boss animato dal desiderio di legalità e che a breve, con il patrocinio Unicef, sarà portato nelle sale cinematografiche grazie all’impegno del regista Sebastiano Rizzo, della Klanmovie production e dell’attore e ambasciatore Unicef, Mario Porfito. Al loro fianco i primi firmatari del tavolo di coordinamento in rappresentanza delle più importanti componenti giovanili di Napoli e della Campania, tra le quali Unione Industriali, Confcommercio, Confapi, Associazione Costruttori, ordine dei Giornalisti e degli Architetti, il Forum Regionale della Gioventù della Campania, le associazioni dei giovani Avvocati, Ingegneri, Commercialisti, Farmacisti, Notai, l’associazione Unico Vomero ed ovviamente i Leo e Rotaract. Un tavolo sempre aperto ad altre realtà territoriali e proprio la presidente Unicef Campania ha annunciato l’adesione dell’Ufficio Scolastico Regionale del Ministero dell’Istruzione, guidato in Campania dalla dottoressa Franzese.

A conclusione dell’iniziativa la Presidente Dini Ciacci ha dichiarato: “In un mondo sempre più lacerato da antistorici razzismi è fondamentale recuperare i valori della fratellanza e della solidarietà per legare i giovani del mondo - Napoli ne ha quattrocentomila - perché insieme, unico popolo della terra costruiscano il futuro delle nuove Città nella civiltà dell’amore e dell’umana convivenza”.

14:29 10/07

di Redazione

Commenta

“Ncopp’ ‘o mare”, personale di Aldo Zanetti all’Arenile

Guardare il mare e farsi ispirare da esso, un’eterna sfida tra vero e verosimile che ha segnato tutta l’esistenza e il percorso dell’artista puteolano Aldo Zanetti. Dopo oltre 10 anni il “pittore del mare” torna ad esporre a Pozzuoli. Per lui una location d’eccezione: Ncopp’ ‘o mare. L’arenile, spiaggia dell’ex mercato ittico, si trasforma in una galleria a cielo aperto per le sue 20 opere.

 

Sabato 11 luglio alle ore 19 l’inaugurazione della personale curata da Violetta Luongo e organizzata dall’associazione culturale “Il Corvo” (che quest’anno celebra il 25esimo anno dalla sua fondazione) in uno con il Circolo Nautico San Marco di Pozzuoli e con il museo d’arte Contemporanea di Capua. Intervengono: l’assessore comunale all’Ambiente, Franco Cammino; la docente della SUN di Estetica del Paesaggio, Jolanda Capriglione; il comandante dell’Ufficio marittimo, Angelo B. Gonnella; il presidente del Circolo nautico, Franco Muoio; coordina il filoso Aniello Montano.

 

Ncopp’ ‘o mare titolo, volutamente in contrasto con Ncopp’ ‘a terra, il Rione Terra così storicamente conosciuto, è per lui l’atelier ideale in cui l’incontro scontro con il mare è totale, le sfumature di colore e di tonalità, tutti i giuochi di luce, dal cupo dell'onda che si infrange furiosa sugli scogli, al luccichio delle piccole scaglie d’acqua di un mare tranquillo al tramonto, verosimili, si confrontano con la suggestione del porto flegreo, e del suo paesaggio, vero. Aldo Zanetti, è il pittore poeta del mare, capace di narrarne i mille segreti e di coglierne tutti gli echi,  Legato ad una tradizione figurativa, ma non realista, «Aldo è stato rapito dall’impeto del mare e cerca in ogni modo di entrare nel cuore di questa potenza imperiosa e irrefrenabile che tutto può travolgere e stravolgere», così in un passo scrive Jolanda Capriglione.

La mostra (in via Roma 1) sarà visitabile fino al 16 Luglio 2015 (dalle ore 19 alle 22)

13:20 10/07

di Redazione

Commenta

Litfiba, Renga e De Crescenzo in concerto a Ercolano per il Festival delle Ville Vesuviane

 
 
Litfiba, Francesco Renga ed Eduardo De Crescenzo saranno i protagonisti della Grande Musica del XXVII Festival delle Ville Vesuviane, sezione estiva della manifestazione promossa dalla Fondazione Ente Ville Vesuviane e realizzata con il contributo della Regione Campania. I concerti sono in programma dal 6 agosto al 7 settembre 2015 nell’arena da duemilacinquecento posti del Parco sul mare della Villa Favorita di Ercolano (Napoli).
 
Il primo appuntamento nel Parco sul mare della real residenza borbonica progettata da Ferdinando Fuga nel 1768, si terrà giovedì 6 agosto con i Litfiba. La band di Piero Pelù e Ghigo Renzulli, riunitasi nel 2009, ha scelto le Ville Vesuviane per l’unica data in Campania del tour estivo “Tetralogia degli elementi live”, il quale ricrea quel rituale energetico che contraddistingue il sound dei quattro album degli anni ’90 che costituiscono appunto la cosiddetta ‘tetralogia’, vero e proprio manifesto del rock italiano: “El Diablo”, “Terremoto”, “Spirito” e “Mondi Sommersi”. Dopo il sold out all’Arena di Verona, lunedì 31 agosto arriverà Francesco Renga -una voce che non ha eguali nel panorama italiano- per una nuova data, l’unica in Campania, del tour estivo “Tempo reale”, uno show pensato per i più prestigiosi spazi all’aperto e caratterizzato dai brani dell’ultimo disco e dai successi della sua straordinaria carriera, insieme con emozionanti momenti di spettacolo.  In chiusura, il 7 settembre, Eduardo De Crescenzo in “Essenze Jazz event”. Concerto attesissimo dal pubblico dopo che il precoce sold out -lo scorso 9 aprile al Palapartenope di Napoli- aveva lasciato in trepida attesa di un secondo appuntamento i fans che non erano riusciti a entrare. “Essenze jazz event” ospiterà ancora in formazione la magica tromba di Enrico Rava in un concerto che usa il talento per stupire e ammaliare, con Enzo Pietropaoli al contrabbasso, Marcello Di Leonardo alla batteria, Stefano Sabatini al pianoforte, Daniele Scannapieco al sassofono, Lamberto Curtoni al violoncello.
 
Con la sezione la Grande Musica, il XXVII Festival delle Ville Vesuviane giunge alla sua programmazione estiva, dopo aver finora proposto in questa sua ventisettesima edizione un cartellone di eventi multidisciplinari dedicati, tra l’altro, alle tradizioni del Settecento napoletano, alla melodia napoletana antica e contemporanea, al nome tutelare di Giacomo Leopardi e naturalmente alla scoperta dei beni paesaggistici e architettonici del Miglio d’Oro.
 
Sottolinea il professore Giuseppe Galasso, presidente della Fondazione Ente Ville Vesuviane: “Non può essere se non un motivo di profonda soddisfazione per la Fondazione che si sia giunti alla ventisettesima edizione del suo Festival. Questa affermazione non deve essere intesa come una esaltazione delle attività della Fondazione, che pure sarebbe naturale e legittima; va intesa invece come soddisfazione per l’ormai solido radicamento del Festival delle Ville Vesuviane quale istituzione del territorio vivamente partecipata e sempre caldamente attesa dalla popolazione della riviera vesuviana. Da questo punto di vista il Festival delle Ville Vesuviane può essere considerato, nei limiti dovuti di una tale affermazione, come un capitolo del patrimonio storico e culturale di questo territorio e delle sue popolazioni”.
 
Afferma l’architetto Paolo Romanello, direttore generale della Fondazione e direttore artistico del Festival: “Con le presenze di spicco in esclusiva campana dei Litfiba e di Francesco Renga, insieme con quella di uno straordinario artista napoletano quale Eduardo De Crescenzo, il Festival delle Ville Vesuviane 2015 esalta ancora una volta la qualità degli interpreti italiani all’interno di una offerta che abbraccia generi diversi per diverse fasce di pubblico, nel segno della ormai consolidata tradizione che dal 2009 vuole in questa sezione della nostra manifestazione una arena privilegiata dell’estate in Campania, nella quale ogni edizione si ritrovano decine di migliaia di spettatori soprattutto giovani, provenienti dai territori regionale ed extraregionale, per vivere l’esperienza della ‘grande musica’ insieme con la scoperta e la fruizione di luoghi carichi di storia e bellezza architettonica”.
 
Per Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano: “Il Festival delle Ville Vesuviane rappresenta uno degli appuntamenti estivi più attesi di tutta la Regione, ideale per coniugare i momenti di spettacolo con la bellezza delle location del Miglio d’Oro. Come Comune metteremo a disposizione della manifestazione tutto il supporto logistico necessario per garantire agli spettatori aree di parcheggio confortevoli e servizi speciali per la viabilità nella zona del Parco sul Mare di Villa Favorita. L’augurio dell’amministrazione è che la prossima edizione del Festival delle Ville Vesuviane possa essere uno degli eventi di Ercolano Capitale Italiana della Cultura, titolo a cui la nostra città è candidata per il 2016”.

11:30 10/07

di Redazione

Commenta

"NarteA", in scena la nuova edizione di "Gli Echi della Rivolta"

Per la prima volta nella nuova versione, in occasione della Festa del Carmine 2015, l’itinerario teatralizzato “Gli Echi della Rivolta” dell’Associazione Culturale NarteA andrà in scena sabato 11 luglio (ore 20:30), articolandosi dalla Basilica del Carmine Maggiore al Complesso Monumentale di Sant’Eligio. La data non è casuale: l’11 luglio 1647 è la sera storica in cui Masaniello radunò una prima grande folla in una chiesa di Napoli e lesse le condizioni che voleva imporre al Duca d’Arcos. Abbandonata la chiesa, si diresse al palazzo del Vicerè, che lo accolse con grandi onori, consapevole di non avere alcuna alternativa. Testi e regia di Febo Quercia. Con gli attori professionisti Carlo Caracciolo, Orazio Cerino e Serena Pisa. Costumi di Antonietta Redina. Prenotazione obbligatoria.

Gli Echi della Rivolta”, nella sua nuova versione, è un’ itinerario teatralizzato capace di catapultare il pubblico nella storia della rivolta napoletana più grande del Seicento: all’ora il regno di Napoli era un’entità statale pienamente legittima e riconosciuta, che in seguito all’editto del vicerè Rodrigo Ponce de León, Duca d’Arcos, il quale impose una gabella sulla frutta, sulle olive e sui legumi, divenne scenario di rivolte e repressioni. Il 7 luglio, pertanto, nella zona Mercato scoppiò il primo tumulto, subito guidato da un giovane pescivendolo di umilissime origini, chiamato Tommaso Aniello d’Amalfi. I numerosi autori che raccontarono la vicenda di “Masaniello” lo presentano come una figura autorevole e carismatica, capace di affascinare il popolo napoletano, cui nei primi giorni della ribellione fu imposta una ferrea disciplina. La rivolta si estese subito all’intera città ed ebbe come protagonisti i cosiddetti lazzari. Dopo aver radunato una grande folla, la sera dell’11 luglio, Masaniello lesse le condizioni che voleva imporre al Vicerè Duca d’Arcos e si recò al Palazzo Reale. In sostanza, egli voleva che le imposte tornassero ad essere quelle del tempo di Carlo V, che l’importo esatto fosse scolpito nel marmo e pubblicamente esposto al mercato, in modo che fosse di pubblico dominio e che fosse riconosciuto il diritto di resistenza del popolo: infatti, in caso di violazione di quella prassi tradizionale, il popolo avrebbe potuto ribellarsi contro il governatore, senza incorrere nell’accusa di ribellione contro le autorità costituite. Attraverso questo itinerario teatralizzato, ambientato nel 1647, prende vita un’esibizione teatrale che non vuole essere una celebrazione della figura di Masaniello, ma un’esortazione a ricordare quanto forza di un popolo unito può ribellarsi a qualsiasi sopruso.

Si alza il sipario nel chiostro della Basilica del Carmine Maggiore: a partire da questo emblematico luogo,l’Associazione Culturale NarteA presenta “Gli Echi della Rivolta”, inedito itinerario teatralizzato in scena sabato 11 luglio (ore 20:30), in occasione dell’apertura dei festeggiamenti per la Festa del Carmine 2015. Percorrendo gli spazi fino al Complesso di Sant’Eligio, per rivivere le atmosfere e i personaggi della sommossa napoletana sino all’assassinio di Masaniello avvenuto il 16 luglio dello stesso anno. In una settimana Napoli cambiò volto e tutti coloro che erano stati “pecora”, in pochi giorni si trasformarono in “lupo”. Anche se il potere del denaro riportò tutto alle condizioni originarie, il nome di colui che mosse la rivolta risuona ancora oggi come fosse un mito. Un rumore di fondo riecheggia sempre nella città partenopea, proprio in quel luogo dove pulsa ancora il cuore dei napoletani e si possono sentire “Gli echi della rivolta”. Testi e regia di Febo Quercia, con gli attori professionisti Carlo Caracciolo, Orazio Cerino e Serena Pisa. Costumi di Antonietta Rendina.

Per partecipare all’evento, è necessario prenotare ai numeri 339.7020849 – 334.6227785. L’appuntamento è fissato presso la Basilica del Carmine Maggiore e il biglietto ha un costo di €12,00 a persona. 

11:26 10/07

di Redazione

Commenta

Soundgarden, la star della settimana è Meg

Ritorno in grande stile per MegMusicology porta a Soundgarden la cantante partenopea per condividere con il pubblico il suo terzo album da solista, "Imperfezione". Meg è pronta a solcare venerdì 10 luglio il palco del giardino urbano del suono, il contenitore estivo di eventi alla Mostra d'Oltremare organizzato da Neapolis Festival, Ufficio K, Stella Film, Neuhm, Intolab e Lanificio 25. Con lei, Mario Conte ai sintetizzatori e Sebastiano De Gennaro alle ritmiche. 

In attesa dell’ospite d’onore della settimana, si rinnova l'appuntamento con il cinema all'aperto (giovedì 9: sarà proiettato il film "Notorius B.I.G." sul rapper scomparso in condizioni misteriose durante una sparatoria nel 1997. A seguire la programmazione completa. 

Giovedi 9 luglio: sesto appuntamento con il cinema all’aperto del giovedì sera a Soundgarden. Questa settimana la selezione di pellicole sulla musica si concentra sul film biografico diretto da George Tillman Jr. e basato sulla vita del famoso rapper The Notorious B.I.G., morto in una sparatoria nel 1997 senza che siano mai stati identificati i responsabili. Il film è una panoramica sulla sua vita, dal travagliato aspetto privato ai lustri della vita da star, passando per i suoi trascorsi in prigione e in strada a spacciare. Nel film, centrali i suoi rapporti d'amicizia: viene presentata quella con Puff Daddy, che lo porterà al successo, quella con l'amico della vita, ed infine l'amico\nemico per eccellenza: Tupac.

Su comode sdraio con angolo food e tabacchi, Start 21.30, Ingresso 3euro. Subito dopo il film party con DISCLOSED e Self Control. In consolle si alterneranno Angelo Perna, Overfunk [Disclosed]; NIKY, HOSTED BY: ONAIR. VISUAL:Vicky_Vj [V²] OFFICIAL PH: Elda PhotoLab. Ingresso 10€ W/ Drink.

Venerdì 10 luglio - Musicology porta a Soundgarden Meg con il suo Imperfezione Tour. Il ritorno a Napoli della cantante prende il nome dall'ultimo album (il terzo da solista, dopo la lunga esperienza con i 99 POSSE, il progetto Nous e il coinvolgimento al fianco della pianista Katia Labeque nella rivisitazione di pezzi dei Beatles) pubblicato ad aprile per Multiformis, con distribuzione Self. "Imperfezione" è nato dagli stimoli ricevuti in questi anni di viaggi ed esperienze, che si sono concretizzati in 8 mesi di lavoro full time in cui Meg si è dedicata alla scrittura, agli arrangiamenti e alla produzione delle sette tracce inedite che lo compongono, insieme ai due singoli “Promemoria” e “Il confine tra me e te” pubblicati nel 2012 e 2013. In questo progetto, in cui Meg ha voluto dare priorità all'istinto – la parte più "selvatica" di lei, quella più legata al "qui ed ora" – le ritmiche, l'elemento più ancestrale nella musica, hanno un'importanza fondamentale; per questo Meg si è dedicata in prima persona al programming dei beat, volendoli potenti, sporchi e distorti. Ingresso 13 €+ prevendita. 

Dopo il Live di Meg, after show affidato a Bang e Drop con Gabriele del Prete in consolle e il b2b di Prota e Marengo.

Sabato 11 luglio - Nice To Be party. In consolle i dj MKS, DIEGO AMURA, LDF, NICE TO BE ALIVE AND KICKING. 

Domenica 12 luglio - Edizione speciale del Mercatino Hipster, che stavolta si sposta a Soundgarden e che è dedicata alla Madonna del Carmine. Un'intera serata d’estate da trascorrere tra apparizioni di Masaniello inferocito, incendi di consolle con tutto il dj, caciocavalli impiccati, luminarie di paese e canti indie popolari. Shopping responsabile a km zero come omaggio alla “MAMMA BRUNA.” Giovani presunti intellettualoidi alle prese con The corretti, esposizioni artistiche, Dj Set sperimentali. A partire dalle 18, ingresso 3 euro.  

Soundgarden si trova nell’area dell’ex Padiglione Bruciato – ristrutturato in chiave ecocompatibile dall’Architetto Pierluigi Russo - adiacente al Giardino dei Cedri, costituita da un capannone destrutturato con giardino (Ingresso viale Marconi, dopo la RAI).  Tre le aree protagoniste: Art Gallery, spazio chiuso per le esposizioni artistiche curate da Gianluca Resi e EstudioGarden Bar all’aperto e Urban Floor all’aperto, circoscritta dalla cornice del padiglione bruciato. L’area food rispetta la filosofia del luogo offrendo prodotti campani di qualità a cura della Salumeria Upnea e della Tenuta Vitagliano.

Soundgarden rientra nel programma del Giugno Giovani del Comune di Napoli e gode del patrocinio dell’Assessorato ai Giovani, Creatività e Innovazione. 

https://www.facebook.com/Soundgardenapoli

 

Media partners dell’evento sono Campania Rock, Zero e DLSO

11:22 10/07

di Redazione

Commenta

Una parata di stelle per la seconda edizione del San Carlo Opera Festival

Prenderà il via il prossimo 11 luglio ore 20 la seconda edizione del San Carlo Opera Festival, la rassegna estiva del Massimo napoletano che vedrà in cartellone spettacoli in successione e una programmazione popolare ma allo stesso tempo di pregio, destinata ai grandi numeri del turismo estivo.

Titolo inaugurale Toscanuovo allestimento del capolavoro di Puccini per la regia e le luci di Jean Kalman, le scene di Raffaele di Florio e i costumi di Giusi Giustino. La direzione d'orchestra è dello spagnolo Jordi Bernàcer, applauditissimo lo scorso anno con Cavalleria Rusticana di Mascagni. Nei panni di Floria Tosca la leggendaria voce di Fiorenza Cedolins, di nuovo al San Carlo dopo nove anni di assenza. Con lei sul palco del Massimo napoletano Stefano La Colla nei panni di Cavaradossi e Sergey Murzaev in quelli del Barone Scarpia.

Martedì 14 luglio sarà la volta de La Bohème  affidata alla bacchetta di Stefano Ranzani, nuovo allestimento che vedrà alla regia un talento di casa nostra, il napoletano Francesco Saponaro, le scene e i costumi di Lino Fiorito, luci di Pasquale Mari. A dare la voce a Mimì sarà Erika Grimaldi mentre nei panni di Rodolfo il tenore di fama mondiale Gianluca Terranova (che canterà il 14, 21, 23 e 25 luglio) di ritorno al Massimo napoletano dopo il successo di Lucia di Lammermoor nel 2011.

Entrambi i titoli pucciniani si alterneranno in successione fino al 25 luglio.

Liberamente ispirato all’atto unico Mozart e Salieri, scritto nel 1830 da Aleksandr Sergeevič Puškin è Amadeus di Peter Shaffer - in scena martedì 28 e mercoledì 29 luglio - scritto dall'autore britannico nel 1978 e portato con grande successo al cinema nel 1984 dal cecoslovacco Milos Forman. Ad interpretare il compositore italiano Salieri, divorato dalla gelosia per il genio di Salisburgo, uno straordinario Luca Barbareschi che tanto successo ha riscosso ricoprendo lo stesso ruolo nell'imponente produzione di Amadeus firmata da Roman Polanski. Sul podio John Axelrod, cui si deve anche l’adattamento della versione concerto di Amadeus, direttore molto presente nella storia recente del San Carlo, che attualmente ricopre l'incarico di Direttore Principale e Direttore Artistico della Real Orquesta Sinfónica di Siviglia e Direttore Principale Ospite dell'Orchestra Sinfonica “Verdi” di Milano.

 

Per gli appassionati dell'arte a due punte torna la Giselle della stella della danza Svetlana Zakharova accompagnata da uno straordinario Sergei Polunin (sabato 1 e domenica 2 agosto), nella coreografia ripresa da Lyudmila Semeniaka, direttore Alexei Baklan.

Chiude la rassegna, in ottobre, il Don Pasquale di Donizetti, storico allestimento sancarliano firmato dal grande Roberto De Simone, sul podioGiancarlo AndrettaPaolo Bordogna nel ruolo del titolo.

Protagonisti del Festival tutti i comparti artistici del Teatro di San Carlo: Orchestra, Coro, Corpo di Ballo e Coro di Voci Bianche

 

Biglietti da 22 a 50 euro

per info: 0817972331 – 412 biglietteria@teatrosancarlo.it

11:02 10/07

di Redazione

Commenta

Un’estate di solidarietà per i Giovani Imprenditori

Grande successo per il primo Summer Party di beneficenza per il Gruppo Giovani Imprenditori dell’Unione degli Industriali di Napoli e i Giovani Imprenditori di Confcommercio Napoli per “Dritto al Cuore”, galà di beneficenza promosso per festeggiare insieme l’arrivo dell’estate. L’evento, a cui hanno partecipato oltre 400 persone,  si è tenuto mercoledì 1° luglio al Molo Luise (via Caracciolo, 1), una location originale ed in plein air volta a valorizzare gli scenari naturali della città di Napoli. Dress code della serata: white and blue casual.

L'evento si è svolto con il sostegno dell’Associazione Italiana Giovani Avvocati (Aiga) e l'Unione Nazionale Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili (UGDCEC) di Napoli. 

L’iniziativa è nata per sostenere le attività promosse da NEST Napoli Est Teatro, associazione culturale di San Giovanni a Teduccio che fa capo a un gruppo di attori e registi partenopei di fama nazionale e che realizza corsi di recitazione, workshop, laboratori didattici, pedagogici, corsi di arte e fotografia dedicati a bambini e ragazzi della periferia orientale della città. 

Si tratta del primo Summer Party dei giovani imprenditori, dopo l’ormai consolidato appuntamento con la beneficenza che avviene con la Festa di Natale.

“E’ stata una serata di musica all'insegna della solidarietà e del divertimento- spiega Susanna Moccia, presidente del Gruppo Giovani Imprenditori dell’Unione Industriali di Napoli - con la quale il Gruppo Giovani conferma ancora una volta l’impegno a contribuire a progetti importanti e dare una mano a chi è in difficoltà. Un grande ringraziamento a tutti coloro che anche in questa occasione si sono dimostrati sensibili e solidali e che, con la loro partecipazione, hanno contribuito al successo di questa iniziativa. Con i fondi racconti sosterremo le attività promosse da Nest - Napoli Est Teatro, polo culturale della periferia Est di Napoli divenuto un punto di riferimento per un’area fortemente in degradata della città. L’obiettivo è di incentivare la creatività dei tanti giovani e dei tanti bambini che spesso vivono in condizioni di disagio e che rappresentano il futuro di questo territorio”. “Con la prima edizione del Summer Party – spiega Gianluigi Barbato, membro del Consiglio Direttivo del Gruppo Giovani Imprenditori e coordinatore dell’evento – puntiamo a creare un secondo evento stabile annuale dedicato alla solidarietà, in aggiunta a quello consolidato di Natale “Dritto al Cuore”. Il team dei giovani si è mostrato ancora una volta affiatato e determinato a realizzare un nuovo progetto a scopo benefico. Il tutto in una location fantastica come quella del lungomare napoletano.

All’organizzazione della serata hanno contribuito attivamente Marco Scherillo e Davide Esposito e Gaetano Liguori in qualità di tesoriere

“Dovrei ringraziare una lista interminabile di persone che hanno reso il Summer Party un evento straordinario, mi limiterò a dire che questa sinergia tra i nostri gruppi è sempre così intensa da farmi sentire un tutt’uno #familysummerparty” ha detto infine. Senofonte Demitry, presidente di Confcommercio Giovani Imprenditori Napoli.

 In consolle hanno suonato i dj Marco Piccolo e Edo Baccari.

Tra i giovani che hanno partecipato al party c’erano il vice Presidente Nazionale Vincenzo Caputo, i vice Presidenti del gruppo giovani Napoli Gianna Mazzarella, Sergio Iavarone e Vittorio Ciotola ed inoltre Salvatore Prisco, Davide Esposito, Tiziana Zungri, Marina Mazzarella, Mariella e Manuela Bottiglieri, Marco Scherillo, Salvatore Formisano e la moglie Imma, Elisabetta, Donatella e Biagio del giudice, Fabio e carlo tarallo, Anna e Gabriele del sorbo, Ferdinando Romano, Livio Varriale, Amedeo Giglio, Gioia De simone ,Alfonso Scuotto, Bruno Senese, Maria Luisa Fenelli, Veronica Campanile,Alfonso Abbagnale,  Stefano Sorgente, Alberto Fiore, Federica Migliarotti, Mario Palermo, Giuseppe D'Anna. Presenti inoltre l’Assessore Alessandra Clemente, il Neo Presidente Aiga Alfredo Serra, l’attrice Ilenia Lazzarin e il tesoriere del GGI Napoli Gaetano Liguori.

Media Partner dell’evento: Napolitivu; Julie News; Canale 21.

Nel corso dell’evento è stato realizzato uno short film con riprese aree e in full HD prodotte dalla GMM Production. Fotografie a cura di Bing Bang Production e Federica Napolitano. 

10:48 10/07

di Redazione

Commenta

I sapori dell'antica Pompei a Piacenza con lo chef Gramaglia

La storia e i sapori dell’Antica Pompei continuano il loro tour, grazie alle ricerche e all’impegno dello chef stellato Poalo Gramaglia del ristorante President di Pompei. Un tour che avrà come prossima tappa l’evento Kitchen Art, in corso a Piacenza, fino al 2 agosto, alla Galleria Biffi Arte. Nell’ambito della manifestazione lo chef Gramaglia, questo pomeriggio interverrà presentando “Il gusto del 79 d.C. –Rivivono i pani ed i cibi dell’Antica Pompei”. «Da circa vent’anni sono impegnato come appassionato di storia e sapori antichi, in lunghe ricerche sulla Pompei distrutta dal Vesuvio nel ’79 – illustra Paolo Gramaglia, chef del ristorante stellato Il President di Pompei – Ricerche che ho applicato alla mia cucina, ricreando piatti e ricette dell’Antica Pompei, naturalmente in modo rivisitato. Da questo percorso l’idea di diffondere tanto sapere attraverso le gallerie d’arte all’estero e in Italia. Prossima tappa a Piacenza! Dove i pani, che ogni giorno facciamo assaggiare alla nostra clientela, e le ricette di tanti anni fa tra cui la cassata Oplontina scomposta, sono protagonisti indiscussi in un racconto entusiasmante, in giro per il mondo». L’evento si svolgerà nel Salone d’Onore oggi alle ore 18, impostato come una conversazione aperta, dove gli uditori potranno confrontarsi con lo chef Gramaglia, per approfondire abitudini e costumi della Pompei distrutta dal Vesuvio del ’79 d.C. 

16:08 9/07

di Redazione

Commenta

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano