Domenica 24 Febbraio 2019 - 5:26

Diventare massaggiatori: come evitare le fake news

Se c'è un settore del mondo del lavoro che non conosce crisi, e che anzi evidenzia un mercato in crescita, questo è quello dei massaggiatori, che nell'ambito del benessere sono considerati tra le figure professionali più apprezzate e, proprio per questo motivo, più ricercate. I trattamenti estetici, la pratica del massaggio sportivo, i trattamenti di medicina alternativa e i massaggi olistici sono alcune delle attività a cui ci si può dedicare se ci si specializza in questo campo. Ovviamente per riuscire a diventare dei massaggiatori professionisti è indispensabile seguire un percorso ad hoc che prenda in considerazione, tra l'altro, le novità teoriche e pratiche: anche in questo settore un aggiornamento regolare è sempre fondamentale, per esempio per essere sempre informati sulle leggi e sulle norme che disciplinano la professione, oltre che in relazione alla formazione tecnica relativa alla manipolazione vera e propria.

I corsi per massaggiatori

Sin dai tempi più antichi l'umanità ha dimostrato di riconoscere e valorizzare i benefici offerti dai massaggi, che hanno sempre rappresentato una soluzione ideale per contrastare la fatica e per alleviare i dolori. E non si parla solo dei dolori dei muscoli e delle articolazioni, ma anche di quelli dello spirito, o - per essere più prosaici - della mente: il riferimento è allo stress e agli stati di ansia, che per i loro effetti psico-somatici si possono riflettere sullo stato di salute dei muscoli. Oggi chi è interessato ad avviare un percorso professionale di massaggiatore non può fare a meno di frequentare un corso base ad hoc, caratterizzato da lezioni di teoria e di pratica che servono a trasmettere tutte le conoscenze più importanti che riguardano le tecniche di manipolazione del corpo.

Quali competenze sono richieste?

In un corso massaggio a Roma, per esempio, possono essere fornite competenze di vario genere, che includono i trattamenti estetici come quelli che vengono applicati con l'esecuzione dei massaggi che permettono di stimolare il drenaggio linfatico o quelli che vengono eseguiti per contrastare la cellulite. Un ruolo di rilievo, poi, spetta alla fisioterapia, che chiama in causa i massaggi orientati a lenire i dolori che riguardano i muscoli e l'apparato scheletrico. Ma la rassegna completa sarebbe molto più lunga, e include anche i massaggi olistici, quelli thai, quelli ayurvedici, quelli shiatsu, e così via. La medicina alternativa è in grado di garantire un benessere completo, e i massaggi hanno una funzione importante in tal senso.

Che cosa si studia?

Le materie di studio si differenziano a seconda della specializzazione, anche se vi sono alcuni argomenti comuni da cui non si può prescindere: è il caso della fisiologia e dell'anatomia, ma anche dello studio del sistema circolatorio e di quello respiratorio. Non possono essere trascurate, inoltre, le tecniche base di massaggio, che sono propedeutiche all'apprendimento di tecniche avanzate che, di volta in volta, possono essere applicate per i massaggi decontratturanti, per quelli dimagranti e per quelli finalizzati a contrastare la pressione alta. Esistono perfino massaggi antidepressivi come quelli orientali, che si concentrano sull'equilibrio dei chakra a livello fisico e mentale.

Le tecniche

Le tecniche che contraddistinguono i massaggi variano a seconda dell'obiettivo che ci si propone di raggiungere. Delle manipolazioni decise e veloci, per esempio, consentono di usufruire di un effetto tonificante, mentre se devono essere attuati dei massaggi a scopo rilassante c'è bisogno di manovre lente, in grado di favorire la decontrazione dei muscoli e di mandare via lo stress: ciò è possibile in virtù di sfioramenti molto leggeri, attuati tenendo conto dei punti di contrazione su cui si deve intervenire. Per i massaggi orientali, invece, è essenziale lo studio dei canali di circolazione energetica, cioè di quelli che sono noti come meridiani.

07:00 20/02

di Redazione

Commenta

“Montalbano”, record di ascolti e grande successo per l'omonimo gelato

ROMA. Nuovo successo di pubblico per la stagione 2019 delle avventure de “Il Commissario Montalbano” (impersonato da Luca Zingaretti, nella foto) che lunedì ha stravinto la gara degli ascolti nel prime time con la seconda e ultima delle nuove inchieste, “Il diario del ’43”, vista su Raiuno da 10 milioni e 150mila telespettatori (share 43.3%). Il picco di ascolti è stato alle ore 21.59, nel momento della scena del funerale del dottor Pasquano, l’anatomopatologo del commissariato di Vigata, con 11 milioni e 457mila spettatori. E proprio in virtù di questo nuovo successo, il maestro Antonio Cafiero (nella foto) della pasticceria e gelateria “Primavera” di corso Italia a Sorrento ha ideato proprio il gelato “Montalbano” che, ovviamente, ha subito riscosso - così come la fiction - un grande successo tra i clienti del locale.

19:32 19/02

di Redazione

Commenta

SPAMM Philosophy alla Mapils Gallery

Per la prima volta in Italia il 24 febbraio 2019 si terrà a Napoli l’evento SPAMM Philosophy alla Mapils Gallery, dalle ore 19,00 alle 24,00, a cura di Domenico Barra e Domenico Esposito.

Il progetto SPAMM – Super Art Modern Museum è un museo virtuale online fondato nel 2011 dall’artista francese Michael Borras a.k.a. Systaime, che presenta una collezione di arte digitale col fine di archiviare e promuovere opere proposte da oltre 400 artisti selezionati da un team di curatori internazionali dei new media. Dopo Chicago, Parigi, Londra e New York, solo per citarne alcune, anche la tappa napoletana presenta artisti di rilievo internazionale e Systaime descrive così l’idea iniziale e l’evoluzione del progetto:

“SPAMM è una rivelazione. La ragione per la quale fino al 2011 le gallerie, i musei e le istituzioni non hanno esposto artisti digitali è perché non sapevano come presentarli, oppure non avevano una chiara visione su questo tipo di arte emergente. Così mi sono detto: “Se le istituzioni non ci espongono, intanto ci esponiamo online”. E così, non molto tempo dopo, le istituzioni e le gallerie ci hanno contattato per organizzare mostre fisiche. SPAMM non è contro il sistema, bensì è un progetto che si pone l’obiettivo di arricchirlo”.

Durante l’evento SPAMM Philosophy, il servizio cocktail & hempy bar è a cura del Cannabistrò di Napoli. Per la direzione artistica di Maria Pia De Chiara, l’evento anticipa la mostra The Beautiful Minds del new media artist Domenico Barra (Napoli, 1982), che si terrà a partire dal giorno 15 marzo 2019.

15:18 19/02

di Redazione

Commenta

Cinema e psicoanalisi al Clubino

NAPOLI. Un mercoledì al mese al Clubino (il circolo culturale napoletano di Via Luca Giordano) il cinema per sorridere sulle ‘patologie’ della nostra psiche: dai ‘guai’ sentimentali all’educazione dei figli, dalle manie dell’era tecnologica alle ansie da lavoro. “Le commedie sul lettino” sono l’ultima idea del giornalista Roberto Conte, direttore scientifico del Festival della Cinegustologia, con un format che nasce dall’esperienza e dal lavoro scientifico dello psicoterapeuta Ignazio Senatore, fondatore di “Cinema e Psicoanalisi” e direttore scientifico del Festival cinematografico “I corti sul lettino”.

Il Clubino come da copione delle sue serate cenacolari mette insieme ingredienti variegati (il contributo associativo è di 10 euro per ogni serata): da una cena tematica che precederà la proiezione alla ‘seduta collettiva’ che seguirà il film con psicologi, psicoterapeuti ed esperti dei temi di volta in volta in discussione ad animare il dibattito. Dai grandi titoli della commedia italiana con Carlo Verdone e Paolo Genovese alle grandi commedie internazionali, da Woody Allen al cinema francese, è quanto mai ricco il programma della seconda edizione della rassegna.

Appuntamento inaugurale mercoledì 20 Febbraio alle 21 con uno dei registi italiani che più ha attinto nella sua filmografia da ansie, manie collettive e cliché da psicoanalisi: Paolo Genovese. Si parte con “Tutta colpa di Freud” per poi discutere, con la guida della psicoterapeuta Mariaelena Fazio, di “Amori e figli: le evoluzioni del tempo e dei tempi”.

Mercoledì 20 Marzo alle 21 “Posti in piedi in Paradiso” di Carlo Verdone sarà l’occasione per discutere de “La vita dei padri dopo la separazione al tempo della crisi economica” con una cena tematica dedicata alla cucina romana.

Mercoledì 3 Aprile alle 21 un grande classico di Woody Allen “Mariti e mogli” (Stati Uniti, 1992) per lanciare la ‘seduta’ collettiva dedicata al tema:“Teorie e tecniche per la sopravvivenza in coppia”.

Mercoledì 8 Maggio sempre alle 21 in gran finale delle “Commedie sul Lettino” con Tanguy la commedia francese del 2001 che farà da spunto al dibattito su “Mammonismo e precariato: i figli incollati a casa dei genitori” e sarà preceduta da una cena tematica dedicata alla cucina francese.

14:54 19/02

di Redazione

Commenta

Arti grafiche, creatività e sviluppo

NAPOLI. Si svolgerà mercoledì 20 febbraio alle ore 10nell’Aula Magna dell’Accademia delle Belle Arti di Napoli la prima lezione introduttiva al corso di formazione del progetto “Oggi Costruiamo il Futuro. Arti grafiche: giovani, creatività artistica e sviluppo locale”. L’intervento è cofinanziato dalla Regione Campania e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale e realizzato dall’Accademia di Belle Arti di Napoli. Sarà presente Chiara Marciani, assessore Formazione e Pari Opportunità della Regione Campania, insieme al presidente e al direttore dell’Accademia, Giulio Baffi e Giuseppe Gaeta.

13:32 19/02

di Redazione

Commenta

Incontri stellati, si parte con gli chef Salomone e Carannante ospiti di Buonincontri

NOLA. Al via gli “Incontri stellati”: appuntamenti enogastronomici eccellenti al Bertie’s Bistrot (via dei Mille, 31) di Valentino Buonincontri, patron e chef. Protagonisti della prima serata, in programma stasera alle ore 20, Luigi Salomone, tra i più quotati artisti dei fornelli della Campania, già a capo della Brigata dello stellato Piazzetta Milù e creativo dalle influenze asiatiche, e il neo stellato Angelo Carannante, dal Caracol di Bacoli, entrambi ospiti del resident Buonincontri, più che mai intenzionato a stupire la sua clientela con questo evento.
Attraente oltre che interessante, il menu della serata che vede in primo piano le eccellenze del territorio interpretate secondo i tre stili personali degli chef in campo, ciascuno influenzato in maniera differente dal proprio percorso individuale di ricerca, all’insegna delle molteplici potenzialità della Cucina campana, naturalmente votata all’internazionalità quale predisposizione intrinseca. 
La storia, e con essa la cultura regionale della nostra terra e del nostro mare, parlano di continue fusioni fino dall’antichità, che hanno forgiato usi e costumi, rendendo le menti e le capacità duttili e ricettive. Nella carta, studiata per rendere omaggio alla versatilità e alla creatività degli chef in campo, troviamo: tartare di manzo rinforzata (Valentino Buonincontri); cicerchia, gambero tosazu e lime (Angelo Carannante); tubetti di Gragnano, astice, cocco e zenzero (Luigi Salomone); riso di pasta di grano duro alla genovese (Valentino Buonincontri); asado “barbecue” cavolo.
«Questa di oggi è la prima data dei tre ‘Incontri Stellati’ a cadenza mensile incentrati su un interscambio di scelte e di saperi all’insegna dell’Alta Cucina, il linea con il progetto in continua crescita del Bertie’s che mira ad un’offerta di livello assolutamente superiore, in un costante e proficuo divenire teso al raggiungimento di obiettivi qualitativi sempre più alti, in chiave attuale e propositiva», spiega Valentino Buonincontri.
 

12:25 19/02

di Redazione

Commenta

Il quartiere Chiaia s'illumina d'arte per un progetto sui giovani e la legalità

La Consulta delle professioni "Maurizio de Tilla" punta su progetti di riqualificazione urbana, illuminazione e arte per formare e informare i giovani sulla sicurezza stradale e la legalità. Si parte martedì alle 18.30 a Piazzetta Rodinò con la presentazione dell'iniziativa e l'accensione delle luci da parte di Unicoenergia, che ha deciso di investire su Chiaia e concedere gratuitamente, grazie all'idea della Consulta de Tilla e all'assessorato ai Giovani del Comune di Napoli guidato da Alessandra Clemente, una singolare illuminazione con installazioni artistiche in tutta Chiaia allo scopo di diffondere la cultura della legalità tra i giovani.

Il progetto di luci e immagini “Illumina la vita, guida sicuro" nasce da un'idea della Consulta Unitaria Interprofessionale di Napoli e Campania “Maurizio de Tilla” in collaborazione con la Unicoenergia e il Comitato Baretti di Chiaia e prevede un percorso d’illuminazione della zona di Chiaia compresa tra piazza dei Martiri, piazza Rodinò, via Ferrigni, vico Satriano, via Belledonne, via Carlo Poerio e via Cavallerizza. Non solo, la proiezione sulle pareti della Scuola Poerio di immagini contribuirà allo scopo del progetto di sensibilizzazione nei confronti dei danni derivanti dall’abuso di alcool e droghe e da comportamenti scorretti alla guida. La Consulta “Maurizio de Tilla” è organo del Comitato delle Professioni della città di Napoli, che riunisce sinergicamente il lavoro di Comune di Napoli e tutti gli ordini professionali della città ed è, tra l’altro, impegnata in progetti sociali inerenti la salute e la sicurezza. In questo caso, affida l’informazione e la cultura della prevenzione all’utilità pubblica dell’illuminazione delle strade.

"Le installazioni - spiegano Rossella Fasulo e Riccardo Izzo, Vicepresidente e consigliere Segretario della Consulta - sono state concesse gratuitamente dall’azienda napoletana Unicoenergia, che conta molto sull’apporto giovane ed 'energico' dei propri componenti ed investe sul territorio cittadino a sostegno di arte sport e cultura". Le proiezioni prevedono, nel corso della prossima settimana, un progetto fotografico di Giancarlo Giovanni d’Angelo dal titolo “La vita non ha giga illimitati”, da un’idea dell’artista all’interno delle attività promosse dal “Tavolo sulla sicurezza stradale” nato da un’iniziativa dell’assessore con delega alla sicurezza urbana Alessandra Clemente in collaborazione con l’Assessorato alle Infrastrutture e quello all’Istruzione.

Saranno presenti all’evento l’assessore ai Giovani del Comune di Napoli Alessandra Clemente, il presidente della Consulta Domenico De Crescenzo, il CEO di Unicoenergia Aldo Arcangioli, il comandante della Unità Operativa di Chiaia Sabina Pagnano, il presidente Municipalità Chiaia Posillipo San Ferdinando Francesco De Giovanni, il presidente della Commissione Mobilità Municipalità Chiaia Posillipo San Ferdinando Francesco Salerno, il consigliere municipale Francesco Carignani e il rappresentante del Comitato Baretti Chiaia Aldo Maccaroni. Hanno promosso il progetto, per la Consulta delle Professioni Rossella Fasulo e Riccardo Izzo, rispettivamente Vicepresidente e consigliere Segretario.

11:22 19/02

di Redazione

Commenta

In 5mila al Palapartenope per Rosario Miraggio

Grande successo per Rosario Miraggio, che con il suo Feeling San Valentino ha portato circa 5.000 persone nella platea del Teatro Palapartenope. Uno tsunami di energia sul palco e un unico coro che ha intonato tutte le canzoni, dall’inizio alla fine dello show, compresi i tre brani, eseguiti per la prima volta dal vivo, ma già virali sul web, “4 sere fa”“Ammore ca nun ‘e vuluto salvà” e “Famme sta cu tte”, curati negli arrangiamenti da Checco D’Alessio, come tutto il canzoniere di Miraggio.

L’evento, organizzato e prodotto da Studio Uno Marketing di Raffaele Veneruso, avrebbe potuto avere come sottotitolo “Rosario Miraggio & Friends”, visti i coinvolgenti duetti messi in scaletta. Ad aprire la carrellata degli ospiti, Gianluca Capozzi, a cui, dopo un medley, si unisce Mr Hyde.   

Particolarmente emozionante l’esibizione di Valentina Stella che, con Miraggio, ha intonato “Passione eterna”, "Addò stai" e “Mentecuore”. E, commossa, ha ricevuto l'ovazione della sala. È a questo punto dello spettacolo che, con la presenza in scena di Elisa Russo, presidente dell’associazione La Forza delle Donne, di cui Miraggio è testimonial, palcoscenico e platea dedicano Feeling San Valentino a tutte le vittime di violenza, con la canzone “Fortemente per rinascere” (il videoclip conta oltre800mila visualizzazioni su YouTube).

L’atmosfera diventa latina, con i Sud58 e il mash up “Siento siento”“Despacito”“El perdono” e “Felices Los 4”.

“Quando un amore se ne va” apre la lunga presenza di Ivan Granatino al fianco di Rosario Miraggio. I due uniscono la voce in “Spuoglieme”, brano che anticipa l’entrata in scena di Franco Ricciardi. Ed è esplosione! Le voci diventano, quindi, tre nel medley “Bella signora”“Treno” e “Prumesse”. E poi Miraggio-Ricciardi in“Famme sta cu tte”.

Con “Male” e “Ti amo e ti penso”, Rosario dà l’arrivederci al suo pubblico e cala il sipario su una bella serata di musica verace.  

11:19 19/02

di Redazione

Commenta

"Porta Capuana" di Marcello Sannino ad "AstraDoc"

Giovedì 15 febbraio alle 20,30 Cinema Astra ad “AstraDoc - Viaggio nel cinema del reale sarà protagonista il regista Marcello Sannino che presenterà al pubblico, per la prima volta a Napoli, il suo PORTA CAPUANA (Italia, 2018, 62 minuti (https://vimeo.com/312902956), prodotto da Antonella Di Nocera per Parallelo 41,accolto con entusiasmo al Torino film Festival; sarà Davide Oberto, curatore di “TffDoc” al Torino Film Festival e Direttore Artistico di DocLisboa, a raccontare con il regista il mondo sfaccettato ed unico che esiste intorno alla Porta Capuana di Napoli. La Porta con le sue antiche pietre che traspirano storie del passato, la Porta testimone di un presente dove ancora quasi tutto appare possibile, mutabile, fluido. Porta Capuana è l’emblema della cosmopoli, il luogo di arrivo e di partenza. Torri che sovrastano il giorno e la notte, l’incedere del quotidiano durante il quale, da secoli, prende forma il meticciato inevitabile. Il riproporsi di ritualità e trascendenza che continuano – senza sosta – a manifestarsi e rimodularsi. Un film sullo spaesamento. Lo spaesamento fisico, sociale, storico. Un villaggio globale, statico e contemporaneamente in movimento, come un unico organismo vivente le cui molecole vivono di vita propria, autonoma, distinte ma indissolubilmente legate a quel tutto da cui succhiano linfa vitale. Il racconto della frontiera fluida di una città porosa.

«A Porta Capuana - dice il regista nelle sue note -  luogo di frontiera tra passato e presente, si vive in una condizione di continuo spaesamento.  Ho deciso di raccontare la sensazione di spaesamento che riguarda le persone e i luoghi in questa parte di città che diviene mondo. Stare sotto l’arco della Porta Capuana è come mettersi al centro del continuo flusso tra passato e presente e farsi attraversare dalla carica emotiva che porta con sé. Le molecole di questo organismo sono eterogenee, vi si intrecciano la memoria e la malinconia, la speranza e i progetti, la fretta di andare altrove, la voglia o la necessità di rimanere, il desiderio di affermare un’esistenza e quello di cambiarla radicalmente. Bisogna cercare le giuste inquadrature per racchiudere la tensione del perdersi dell’attesa, della disperazione, della speranza, del movimento e della staticità, trovare la giusta distanza dalle cose e dalle persone. Per fare questo c’è bisogno di entrare in sintonia con ciò che si filma, cercando di far sparire la macchina da presa, rimanendo presente, cosciente di quel che accade. Così ho strutturato il film, facendo attenzione all’intreccio di problematiche politiche e affettive che segnano indelebilmente i luoghi e il nostro tempo. Entreremo ed usciremo dalle dimensioni scelte con fluidità, seguiremo le persone e con loro scopriremo il modo di stare a Porta Capuana, di stare al mondo. In una contrapposizione dialettica nei confronti della realtà, il film alterna campi lunghi descrittivi a primi piani di volti che diventano paesaggi che raccontano storie. Un riferimento visivo possono essere quei quadri di Bosch che si presentano nella loro composizione d’insieme come un enorme spazio caotico e indefinito, ma se ci si avvicina al quadro si scorgono infinite molecole di vita, e i ritratti di Antonello da Messina con tutta la bellezza e la profondità che li pervade».

 

La rassegna continua con appuntamenti importanti come quello dell'8 marzo data che segna il ritorno, dopo 6 anni, di Toni Servillo con il regista Massimiliano Pacifico e il produttore Angelo Curti per presentare il documentario “IL TEATRO AL LAVORO”, selezionato all'ultima  Mostra del Cinema di Venezia ed incentrato sulla genesi artistica di “Elvira”, spettacolo sull’essenza stessa del fare teatro;  ancora la prima napoletana ad aprile di “GENESIS 2.0” di Christian Frei e Maxim Arbugaev, uno dei documentari più sconvolgenti degli ultimi tempi, premiato nei maggiori festival di cinema del mondo, che esplora le frontiere della genetica partendo dalla caccia alle zanne di mammut in Siberia; inoltre, la storia potente di “MATANGI / MAYA / MIA” sulla cantante, writer, rapper e attivista tamil cingalese M.I.A. diventata ormai una pop star internazionale dopo essere stata costretta alla fuga dall’interminabile guerra civile in Sri Lanka.

Continua ancora per tutto febbraio la proiezione, prima dei film di AstraDoc, dei cortometraggi realizzati dagli allievi del Centro FILMAP Atelier di Cinema del Reale promosso da Arci Movie a Ponticelli dal 2014 e realizzato con la collaborazione di Parallelo 41 e il sostegno di “Siae”, “Ucca” e “Seda”. Si tratta di lavori che sono stati presentati a due importanti festival nazionali tra ottobre e dicembre quali il Festival dei Popoli di Firenze e il Filmmaker Festival di Milano, e che sono stati tutti realizzati a Ponticelli intercettando storie e personaggi legati al quartiere dell'area orientale di Napoli.

10:39 19/02

di Redazione

Commenta

“Colour Inside”, il terzo appuntamento del format fa tappa all’Hbtoo

NAPOLI. Grande attesa per il nuovo appuntamento di “Colour Inside”. Dopo il successo degli eventi all’Arenile di Bagnoli ed alla Galleria  Borbonica, l’originale format ideato da Simona Tagliaferri sbarca all’Hbtoo venerdì 22 Febbraio (start ore 21) con una serata dedicata allo Swing e molto altro. “Colour Inside Non solo Swing” è, non a caso, il titolo dell’evento in cui arte, moda, musica, danza e gastronomia saranno assoluti protagonisti per una notte, in una magica atmosfera pronta ad accogliere centinaia di ospiti. Artisti affermati si esibiranno in uno show straordinario, con i loro suggestivi abiti e acconciature, voci brillanti, corpi sinuosi e danze seducenti in una location esclusiva l’HBTOO, sempre più punto di riferimento del by night napoletano di qualità. «L’obiettivo - spiega l’ideatrice Simona Tagliaferri - è quello di regalare a tutti gli ospiti momenti coinvolgenti attraverso uno spettacolo unico nel suo genere. Sullo sfondo di una spettacolare esibizione di “Swing” che con la sua energia ed il suo sound delicato e raffinato regalerà a tutti nuove e seducenti emozioni». Lo show sarà condotto dalla straordinaria voce di Raoul & Swing Orchestra, la Red Monium Art con i suoi artisti circensi e ballerini di livello internazionale e la scuola Swingin’ Napoli. Grande spazio, come sempre, alla moda e bellezza Italiana in una passerella scintillante e di sicuro appeal con la conduzione di Paola Mercurio che presenterà gli abiti dello stilista Luciano Fiore diretta dalla Clarence Model Management di Luigi Bilancio. Ma “Colour Inside” è anche attento alle tematiche sociali, non è un caso collaborazione con la onlus “Donne per il sociale” di Patrizia Gargiulo che sarà presente alla serata. L’evento è realizzato anche grazie alla collaborazione con alcuni sponsor e partner tecnici. Fra questi, Eurograf, Smeraglia Luxury Clinic, Baroq Art Bistrot, Casa Piretti Pasticceria, Cioccolato Gallucci Faibano, RDGrent Soluzioni di mobilità, Lubrano Pub-Braceria, Travel Angels, Caffè del Re, Biraphael, Anemone, Gaan Clubbing Concept, Swingin’Napoli, Francesca Romana di Giacomo fashion designer, Shark Helmets, Tcx Focus on Boots, Rev’it, PixelC3, Make Up Academy by Antonio Riccardo.

22:34 18/02

di Redazione

Commenta

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno