Giovedì 13 Dicembre 2018 - 6:20

De Giovanni agli Incurabili

Maurizio de Giovanni nel cortile degli Incurabili con  "I ventri di Napoli".  Domani alle 18 la  Fondazione Premio Napoli e l’Istituto Sdn di Ricerca e Diagnostica Nucleare, fanno tappa nell’Ospedale di Santa Maria del Popolo degli Incurabili. Stavolta l’incontro/confronto tra umanisti e scienziati sarà dedicato a “I ventri di Napoli”, un tema da sviscerare in senso metaforico e non che sarà affrontato dallo scrittore Maurizio De Giovanni e da Gennaro Rispoli, primario di Chirurgia all’Ospedale Ascalesi e presidente dell’associazione “Il Faro di Ippocrate”, che si “prende cura” del Museo delle Arti Sanitarie all’interno del complesso degli Incurabili. E sarà, “anche una bella occasione per ripercorrere una storia di luoghi partenopei (il ‘vecchio’ Policlinico, gli Incurabili), di figure avvolte nella leggenda, di pratiche e metodi, di emergenze sanitarie”, come evidenzia Gennaro Carillo, che con Marco Salvatore, direttore scientifico dell’Istituto SDN e Gabriele Frasca, presidente della Fondazione Premio Napoli, è stato l’ideatore della rassegna.Il tema dei ventri di Napoli sarà declinato in senso letterale dal chirurgo Gennaro Rispoli, appassionato storico della medicina (da anni ricostruisce un’affascinante storia di Napoli attraverso i luoghi del dolore e della cura) e direttore del Museo delle Arti Sanitarie, ed in senso metaforico, da Maurizio De Giovanni, che ai ventri di Napoli, ossia ai margini materiali e morali della città, ha dedicato due serie di romanzi assai fortunate: quella del commissario Ricciardi, ambientata negli anni trenta, e quella, di ambientazione contemporanea, dei “Bastardi di Pizzofalcone”. In particolare nell’ultimo capitolo della serie di Ricciardi, “In fondo al tuo cuore”, il ‘vecchio’ Policlinico di Piazzetta Miraglia, a pochi passi dalla Farmacia degl’Incurabili, è teatro del delitto sul quale indaga il commissario. E la medicina gioca un ruolo fondamentale nell’intero romanzo.

E se una buona cucitura è essenziale alla riuscita sia di un’opera letteraria sia di un intervento chirurgico, stavolta il contrappunto visivo dell’incontro non poteva che essere affidato alla Sartoria Cesare Attolini, sinonimo di eleganza maschile a partire dal 1930, quando il capostipite della Casa, Vincenzo, impose al mondo della moda, allora dominato dagli inglesi, la giacca destrutturata alla napoletana. È appena il caso di ricordare che sono di Attolini gli abiti di Tony Servillo/Jep Gambardella nel film premio Oscar “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino. Al termine dell’incontro sarà possibile visitare la Farmacia degli Incurabili e il Museo delle Arti Sanitarie.

 

19:50 22/05

di Redazione

Commenta

“Spicchi d’Autore”, ecco la pizzeria-gourmet

NAPOLI. Oggi, a partire dalle ore 13, apre in via Gino Doria 81 a Napoli, nel cuore del Vomero, “Spicchi d’Autore-Pizzeria gourmet”, un nuovo concept di ristorazione incentrato sulle tipicità campane di qualità. Ideatrice del progetto è la “Vecchi Fornelli S.r.l.” con la consulenza marketing di Giuseppe Gargiulo.
Tanti gli elementi di appeal di questo originale progetto gastronomico. Innanzitutto la pizza, che verrà proposta a spicchi per consentire di effettuare un percorso personalizzato di degustazione. Ai comandi del banco pizzeria sarà Mimmo Esposito (nella foto), giovane ma già con tanti anni di esperienza al suo attivo. Altro punto di forza di “Spicchi d’Autore” saranno i fritti aristocratici napoletani realizzati secondo le ricette originali del ’700 e firmati dal maestro monzù Gerardo Modugno, per oltre quarant’anni in attività presso palazzi nobiliari e circoli prestigiosi di Napoli. Ulteriore motivo di attrazione sarà la presenza in carta dei dessert realizzati dal noto maestro Sal De Riso, pasticciere dell’anno nel 2010 e creatore dell’imitatissima torta “ricotta e pere”. Partner del progetto il birrificio Angelo Poretti, presente con l’intera gamma di birre tra cui anche la stagionale 7 luppoli. Fiore all’occhiello, poi, la nuovissima birra champagne 10 luppoli, prodotta per Expo 2015 e disponibile in anteprima presso “Spicchi d’Autore”.

16:37 21/05

di Redazione

Commenta

La cantautrice Micaela Tempesta al Dejavù ArtAppArt

Continuano i live del venerdì proposti dal Dejavu’ArtAppArt e  nella serata del 22 maggio ci sarà la giovane cantautrice napoletana Micaela Tempesta che proporrà un concerto intimo e intimista che vedrà l’artista sola con la sua chitarra. Le canzoni di Micaela sono momenti di vita rubati alle persone che incontra, fotografie in musica e inevitabilmente il ginepraio di emozioni che Napoli può generare in ogni artista a cui da i natali. Della sua città conserva il tumulto e la mancanza di riposo che racconta nei delicati ma graffianti intrecci di note sospese tra la poesia e la realtà.  Durante il live proporrà brani come “Mi perdi” ( https://www.youtube.com/watch?v=R52ayF8sEa8)  una ballata dolente  in cui grandi protagonisti sono il tempo e lo spazio che sembrano decidere o almeno sapere cosa fare  della sorte di una storia d’amore: “il tempo prima ci avvelena e poi medica/in un corpo sano ogni ferita rimargina” , e “Favole” in cui il tono si fa più deciso e disincantato e la cantautrice esorta ad aprire gli occhi sulla realtà senza dimenticare però di andare avanti con determinazione.  Il live, organizzato dalla Danì eventi sarà seguito dal Dj Set Raf Parola & Homeboys (  by Patatrack)


 

Ore 22 Micaela tempesta in concerto

a seguire Patatrack presenta:
Dj Set Raf Parola & Homeboys

Dejavu’ ArtAppArt Brasserie via Campi Flegrei, 1 Pozzuoli

Ingresso libero

Info e prenotazioni: 081 526 5902

16:24 21/05

di Redazione

Commenta

“The Voice of Italy”, ecco i quattro finalisti di mercoledì

MILANO. Fabio Curto, Thomas Cheval, Carola Campagna, Roberta Carrese, sono i quattro finalisti che si contenderanno il titolo durante l’attesissima finale di “The Voice of Italy” condotta da Federico Russo in onda mercoledì 27 maggio in prima serata su Raidue. Roby e Francesco Facchinetti, J-Ax, Noemi e Pelù hanno messo a confronto le ultime 2 Voci del proprio team attribuendo, dopo ciascuna esibizione, 60 punti al talento preferito e 40 punti all’altro. Il loro punteggio, sommato al risultato del televoto, ha stabilito il nome dei finalisti. Un’avvincente sfida che ha visto le 8 voci in gara cimentarsi non solo in una cover ma anche in un brano inedito. Hanno lasciato il programma Keeniatta (Desirie Beverly Baird, nata a Germiston in Sudafrica, vive a Ischia), Sara Vita Felline (Matino, Lecce), Ira Green (Arianna Carpentieri di Villaricca) e Sarah Jane Olog (Rimini).

14:54 20/05

di Redazione

Commenta

Giovani talenti per "Moda all'ombra del vesuvio"

Torna il prossimo sabato 23 maggio l’evento glamour più atteso dagli amanti del fashion: MODA ALL’OMBRA DEL VESUVIO, il rinomato premio per giovani stilisti organizzato dalla Associazione Piazza di Spagna guidata da Annabella Esposito.

L’evento e’ patrocinato dalla Camera di Commercio di Napoli, Confartigianato di Napoli, ufficio regionale per la Campania e comune di Ercolano.

La manifestazione vedrà protagoniste in passerella le  creazioni di giovani stilisti e sarti iscritti o diplomati a scuole e accademie di moda di tutta Italia. Alla kermesse parteciperanno inoltre noti atelier e stilisti di fama internazionale.

Gli abiti in concorso saranno valutati e giudicati da una giuria di esperti che andranno ad attribuire i seguenti premi:

Premio Migliore Scuola , a cui partecipano:

  1. S.P.M. “Bassolino” Accademia di moda e design – Casoria
  2. Accademia moda Maria Mauro –Na
  3. Liceo artistico Degni Torre del Greco – Na ( settore orafo)
  4. Ipia abb. e moda olga fiorini – Busto Astirzio
  5. Ist. Ferraris  Marigliano – Na

Da quest’anno il concorso e’ aperto anche ai giovani e alle scuole che hanno settore orafo.

Il vincitore di questa categoria riceverà una targa e una giornata presso la maison Valentino a Roma.

Premio giovani talenti della moda

A cui partecipano i giovani iscritti alle scuole di moda. Al vincitore andrà uno stage formativo presso una rinomata maison di moda di fama internazionale.

Saranno in gara gli studenti delle seguenti scuole:

  1. ist. di moda burgo pescara
  2. s.p.m. bassolino accademia di moda e design casoria –na
  3. ist. stat. d’istruz. sup. caravaggio san gennaro vesuviano – na
  4. ipam idea professionale alta moda pomigliano d’arco – na
  5. ist. istruz. sup. francesco degni torre del greco – na
  6. ist. prof. per ind. e art. “g. marconi” giugliano in campania – na
  7. ist. sup. g. ferraris marigliano – na
  8. liceo artistico  francesco degni torre del greco – na (settore orafo)

premio  giovani talenti della moda riservato ai diplomati anche questi vinceranno uno stage formativo

  1. andrea fanton
  2. ilia paterno’
  3. claudia d’andrea
  4. vincenzo bocchetti

Presentano la serata : Paola Mercurio e Gianni de Somma

coreografie moda : Stefania Maria

audio e luci : Sasa’ G iglio

fotografia : Salvatore V aro

trucco: Loredana Palomba

Parrucco : scuola di formazione professionale Delta Torre del greco

Ha collaborato alla realizzazione dell’evento: Roberta di Tuoro

Ospite d’onore:  Ferdinand .

Lo stilista Ferdinando Borrelli, in arte Ferdinand presenterà nell’ambito della manifestazione una sua collezione di abiti.

giuria:

  1. Anna Guarda
  2. Luigi di Domenico
  3. Vincenzo Casapulla
  4. Germano Reale
  5. Enrico Inferrera
  6. Angela Orabona
  7. Giuseppe Miranda
  8. Susy Sposito
  9. Gennaro Scardamaglio
  10.  Sara Lubrano
  11.  Linda Suarez o Ferdinando Borrelli o Giorgio Attanasio ( Pink Life)
  12. Rosalba rotondo
  13.  Lello Pagnotta
  14. Alessio Visone
  15. Domenico Sannino
  16. Manrico Martella

Media Partner: Pink Life Magazine

Il noto fashion magazine Pink Life diretto da Linda Suarez pubblicherà uno shooting fotografico con gli abiti del vincitore del concorso su un numero del giornale, ormai considerato il più importante giornale di moda del Mediterraneo.

Nel corso delle varie  edizioni  sono stati svolti stage presso le seguenti case di moda:

  1. Valentino
  2. Curiel
  3. kiton
  4. alba chiara di susy sposito
  5. germano reale
  6. vincenzo casapulla
  7. anna guarda
  8. luigi di domenico
  9. pinu’ couture
  10. alessio visone

Ospiti: le  allieve dell’istituto ilaria alpi carlo levi di Scampia che hanno svolto un corso di sartoria durante le attività didattiche durante quest’anno scolastico.

Un riconoscimento sarà attribuito anche agli allievi delle scuole orafe partecipanti.

Ulteriori riconoscimenti: il ditale d’oro e l’ago d’oro saranno assegnati da una giuria tecnica di giornalisti di moda.

Sponsor : Decoration Pasquale Morra Angri

13:32 20/05

di Redazione

Commenta

Il panathlon premia i genitori degli atleti

Sono già oltre quaranta le società, scuole e federazioni che hanno aderito all’iniziativa “Il Panathlon premia i genitori”, promossa dal Panathlon Club di Napoli e del Panathlon Club Pavia,  in ossequio alle regole del gemellaggio in vigore tra le due sezioni. L’iniziativa nasce come atto di riconoscenza nei confronti dei genitori che, impegnando tempo e risorse, accompagnano con assiduità i figli negli impianti sportivi  e si rendono disponibili a collaborare con gli altri genitori e con gli istruttori per agevolare l’attività e la frequenza ai corsi da parte dei ragazzi, in linea con i valori promossi dalla carta dei doveri dei genitori nello sport edita dal Panathlon International.

Saranno centinaia i genitori che parteciperanno, quindi, alla cerimonia di premiazione dell’iniziativa, che è in programma il prossimo 30 maggio al PalaBarbuto di Napoli, organizzata da Giovanni Del Forno, delegato del Panathlon Club di Napoli presieduto da Domenico di Martino, con il patrocinio del Comune di Napoli, del Comitato Coni della Campania e di Napoli e con l’aiuto di numerosi sponsor che saranno presentati in occasione di una conferenza stampa che si terrà il 25 maggio, alle ore 12 a palazzo San Giacomo nella sala Pignatiello (terzo piano), per illustrare i dettagli dell’evento.

13:29 20/05

di Redazione

Commenta

Pimp Your Cup, al via la nona edizione: i miti e le leggende di Napoli

Fino al 20 settembre 2015 è possibile partecipare alla nona edizione di Pimp Your Cup, il concorso creativo per l’ideazione grafica dei decori della tazzina e del piattino “Caffè Kenon - collection 2016”, promosso dall’azienda napoletana Caffè Kenon SpA in collaborazione con l’agenzia di comunicazioneS+PH. Il concorso è aperto ad artisti, designer, studenti e semplici appassionati di grafica. I progetti partecipanti saranno valutati da una giuria di esperti. All’opera vincitrice sarà assegnato un riconoscimento di euro 1.000 (mille), nel corso della cerimonia di premiazione alla quale saranno invitati imprenditori, stakeholder, giornalisti ed esperti del mondo del design. Le nuove idee per le tazzine Kenon dovranno ispirarsi a un tema conduttore che, come per le precedenti edizioni, sarà incentrato sulla cultura e la storia partenopee, per esaltare attraverso una interpretazione creativa l’esperienza del rituale quotidiano del caffè, e lo speciale legame della popolare e amata bevanda con la sua città per antonomasia di adozione ed elezione: Napoli. Il tema scelto per la nona edizione è “Caffè Kenon - L’Oro di Napoli: Città Segreta tra Miti e Leggende e tra il Sacro e il Profano”. Dallo scorso 15 maggio il bando di partecipazione è pubblicato sui siti www.kenon.it e www.sphitalia.com.

13:21 20/05

di Redazione

Commenta

Quando il tattoo diventa un’arte: ecco i migliori al mondo

Napoli tempio del tatuaggio. Da venerdì a domenica la Mostra d’Oltremare ospita la Tattoo Convention, l’expo, organizzato da Friz Tattoo e Costattoo, dedicato alle nuove espressioni artistiche legate al mondo della body-art e della body-modification. Per la XII edizione la convention diventa internazionale, sbarca dai confini campani e nazionali ospitando artisti di fama mondiale. Dalle Hawii, dalla Nuova Zelanda, dal Giappone e dall’America, giungeranno artisti che hanno scelto Napoli come unica tappa italiana per mostrare le loro tradizionali tecniche. La kermesse offre l’occasione di vedere all’opera 300 tatuatori e intreccia eventi come mostre d’arte, concerti, performance.

«Quest’anno abbiamo voluto rendere l’expo internazionale – spiegano gli organizzatori Giuseppe Zazzera e Costantino Sasso -  invitando artisti di fama mondiale, tatuatori giapponesi che mostreranno gli irezumi realizzati con la tradizionale tecnica del tebori. Inoltre tanti giochi, divertimento e concerti con cantautori partenopei per non dimenticare che è Napoli la capitale della musica».

Tanti gli spettacoli in programma: si parte con la band Csic per un tributo a Vasco Rossi (venerdì alle ore 22). A salire sul palco (sabato alle ore 18) il rapper partenopeo Dope One, con i brani del suo primo disco solista “Dopera”, poi sarà la volta del cantautore napoletano Luca Sepe che terrà un concerto (sabato alle ore 22.30) durante il quale ci sarà una raccolta fondi per “Save the Children” a favore dei terremotati del Nepal. Il 24 maggio alle ore 19 ci sarà il cantautore Frank Tellina.

«Il festival del Tattoo da anni porta Napoli all’attenzione internazionale – ha dichiarato l’assessore ai Giovani, Creatività e Innovazione, Alessandra Clemente – con un programma ricco e intenso con tanta arte e tanti eventi, l’anno scorso è stato un successo, sicuramente lo sarà anche quest’anno grazie al team che lavora per rendere Napoli luogo di sviluppo, opportunità e avanguardia».

12:57 20/05

di Redazione

Commenta

Vista mozzafiato, musica e buon cibo: è già estate al Lost Paradise

L’attesa è finita. Finalmente il Lost Paradise Club apre i battenti per la stagione estiva 2015. Una stagione nel segno dell’eccellenza, del divertimento e del relax. Si parte sabato 23 maggio con una giornata tutta da vivere. Sin dalle prime ore del mattino il piccolo resort in via Castello 95 a Bacoli sarà pronta per accogliere gli ospiti tra solarium, piscina e i suoi silenziosi giardini sul mare. Dalle 19 prenderà il via un lungo aperitivo musicale per salutare l’ingresso della bella stagione con il dj set "Misfa Stereo" (Pasquale Gargiulo), il live on stage di "ComoVerào Duo Bossa" (Davide Imparato/Simona Boo), ed ancora la performance di Ferdi Bairami (Violino Elettrico), la Break Dance & Free style "Knef Crew" e la musica di Dj Ines e Dario P.

ARCHITETTURA SOSTENIBILE. Una struttura che nel rispetto di molteplici vincoli paesaggistici e territoriali, attraverso l'aiuto di  architetti, progettisti e arredatori visionari, ha dato vita a uno tra i migliori esempi di architettura sostenibile della Campania, tra agrumeti  centenari e oltre 200 varietà di piante innestate ad hoc per oltre 3000 mq di giardini. Amache di yuta, materiali re+iciclabili, baldacchini di bambu fronte mare, canoe, solarium, piscina,  lounge bar, ristorante gourmet, tutto circondato da un panorama mozzafiato.

UNO SCENARIO MOZZAFIATO. Il Lost Paradise Club è un ulteriore conferma che la nostra terra non è seconda a nessuno. Una struttura immersa in uno scenario mozzafiato, tra verde dei prati e della tipica vegetazione mediterranea, i profumi della bella stagione ed il mare che circonda la quiete. Anche per questa stagione saranno molteplici le novità ad attrare il favore dei clienti. Punti di diamante dell’estate 2015 saranno il ristorante Gourmet e beach bar che sono stati rinnovati nella loro veste e nelle loro proposte.

DIVERTIMENTO DI CLASSE. “Il nostro piccolo resort cerca di uscire dai soliti cliché del divertimento mettendo accento su performance di ogni categoria inseriti in una location mozzafiato – fanno sapere gli organizzatori – inoltre sfama i suoi associati con un offerta culinaria che si dissocia dal vecchio format ristorativo proponendo street food versione gourmet e piatti di cucina internazionale grazie alla presenza dello chef Vincenzo de Cicco, una varia selezione di vini e distillati e lo scenario senza tempo della costa flegrea ricca di miti e leggende”.

Per ulteriori info: www.lostparadisebacoli.it

12:50 20/05

di Redazione

Commenta

Smartour, l'app del turismo su misura trionfa a Expo 2015

Grande successo a Expo 2015 per Smartour, l’applicazione che grazie ad una sofisticata intelligenza artificiale analizza i profili Facebook e intuisce i gusti personali degli utenti per creare itinerari turistici “su misura”.

Luigi Galluccio, ingegnere salernitano tra gli ideatori di Smartour, è stato premiato dall’associazione JCI (Junior Chamber International) come giovane che si è distinto di più a livello nazionale nelle attività di ricerca. La JCI è la più grande associazione mondiale di giovani imprenditori, professionisti (e non) attivi nelle proprie comunità. La competizione TOYP (The Outstanding Young Person 2015) si è tenuta quest’anno all’Esposizione Universale in concomitanza con il centesimo anniversario della JCI e ha premiato giovani talenti nei settori del business, cultura, volontariato e crescita personale (in allegato, foto della premiazione).

Il premio JCI celebra la carica rivoluzionaria di un’app destinata a stravolgere l’idea tradizionale di turismo. Un riconoscimento internazionale che conferma l’abilità di Giffoni Innovation Hub, l’acceleratore di progetti artistici e startup di Giffoni Experience (www.giffonihub.com), nel selezionare e sostenere le idee più innovative nel panorama della creatività emergente.

Individuare e offrire supporto alle potenzialità dei giovani, specialmente i talenti del territorio come Luigi Galluccio, rappresenta una delle ragioni della nascita dell’hub – dichiara Luca Tesauro, uno dei Founder CEO di GIH – in perfetta continuità con quella che è la mission storica di GiffoniIl riconoscimento ottenuto da Galluccio è il simbolo del ruolo che la realtà di Giffoni può rappresentare per i giovani che vivono per intero la filiera educativa dell’azienda. Luigi infatti è stato giurato del Giffoni Experience, collaboratore e ora imprenditore.

 

COS’È SMARTOUR?

Viaggiare diventa smart attraverso una rivoluzionaria applicazione per iPhone e Android che genera l’identikit personale dell’utente-turista, suggerendo informazioni, itinerari, eventi, monumenti e menu tagliati su misura. Si chiama SMARTOUR/SALERNO, l’app ideata da un gruppo di cinque giovani salernitani e due catanesi – ingegneri informatici, gestionali, del cinema e dei mezzi di comunicazione – per potenziare il fascino turistico della seconda città marina della Campania. Smartour sfrutta un sofisticato sistema di intelligenza artificiale che elabora informazioni, parole e immagini dai profili social del singolo fruitore. Risultato? L’applicazione intuisce gusti e preferenze dell’utente, creando un percorso turistico privato, oltre i circuiti tipici. Il progetto è sostenuto da Giffoni Innovation Hub, l'acceleratore di idee, startup e format legati al mondo della creatività e della cultura (giffonihub.com).

“Smartour è un’applicazione ambiziosa che trasforma il turismo tradizionale in una avventura di new social tourism” spiegaLuigi Galluccio, tra gli ideatori dell’app e membro dell’associazione non-profit Smartour. “Una volta raggiunta Salerno, i turisti non dovranno fare altro che scaricare l’app sul proprio smartphone e accedervi con il profilo Facebook. In pochi attimi potranno contare su un itinerario turistico costruito ad hoc su desideri e aspettative personali”. Obiettivo: soddisfare i turisti, sfruttando al massimo il potenziale paesaggistico e culturale della città, e coinvolgere direttamente i cittadini, trasformati dall’applicazione in competenti e affidabili tour operator. Smartour non punta esclusivamente ad attrarre turisti ma contemporaneamente lavora sull’incrementare il senso di appartenenza dei residenti. Gli itinerari proposti dall’applicazione si basano sulle ‘dritte’ offerte da chi vive ogni giorno la città e la conosce meglio degli esperti viaggiatori, oggi i principali ‘advisor’ sul web e sui dispositivi mobili che, per quanto abili, non possono competere con chi quotidianamente attraversa un luogo. Coinvolti nella rete di promozione territoriale, i cittadini, dai comuni abitanti agli esercenti, prendono così attivamente parte alla valorizzazione del patrimonio artistico e culturale, rafforzando l’identità collettiva”.

Il progetto è stato finanziato dal Miur sul bando “Smart Cities and Communities and Social Innovation” e gode del patrocinio del Comune di Salerno. La sperimentazione dell’app è appena partita per le strade di Salerno caricata su un centinaio di smartphone.

03:10 20/05

di Redazione

Commenta

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno