Mercoledì 17 Ottobre 2018 - 19:08

“Da straordinario ad ordinario”, il seminario di formazione di Gaetano Sottile

NAPOLI. “Da straordinario ad ordinario”: è questo il titolo del seminario di formazione per lo sviluppo di una leadership personale che terrà il dottor Gaetano Sottile (nella foto) il 20 ottobre 2018 presso il Centro Eccellenze Campane (via Brin, 69 – Napoli), nella sede di “De. Le. & Partners” dalle ore 10 alle ore 13. Gaetano Sottile è ritenuto uno dei più importanti esperti di leadership in Italia, laureato alla Columbia University e membro del “John Maxwell Team”, la più importante organizzazione in tema di leadership al mondo. Al termine del seminario infatti sarà rilasciato un attestato ai partecipanti “The John Maxwell Team”. Il dottor Sottile illustrerà i 7 principi per sviluppare e migliorare la vita personale e professionale: «Per distinguersi dalla massa bisogna alzare l’asticella e condurre la propria vita al di sopra della normalità - ha dichiarato Sottile, che aggiunge - dobbiamo capire che nella vita la vera sfida è aggiungere valore agli altri, non solo a se stessi. Quindi equipaggiamoci per affrontare le sfide che ci attendono, con uno spirito da leader». Introduce l’evento John Tufaro, responsabile dell’associazione “Celebration Italia". Modera Davide Lepore, socio fondatore della “De.Le & Partners International School”. È previsto un ticket d’ingresso acquistabile direttamente sulla pagina Fb "Corsi di Leadership"e sul sito www.corsileadership.com.

18:56 17/10

di Redazione

Commenta

Autunno Musicale omaggia Rossini con il chitarrista Emanuele Segre

Sarà il musicista Emanuele Segre, tra i più virtuosi chitarristi al mondo, Venerdì 19 Ottobre, alle ore 20.00, al Museo Archeologico di Calatia di Maddaloni in un recital A – Solo con brani di Sylvius Leopold Weiss, Mauro Giuliani, Ottorino Respighi, Maurice Ravel e Isaac Albeniz, a dare inizio al terzo weekend dei concerti della XXIV rassegna di Autunno Musicale.

Segre, che arriverà in Campania dopo un tour in Giappone per poi ripartire per gli USA, considerato dalla critica come il chitarrista dal tratto garbato e signorile, già nella metà degli anni Ottanta fu definito dal Washington Post ”a musician of immense promise”, dopo il suo debutto alla Carnegie Concert Hall.

In occasione dell’Anno rossiniano, Autunno Musicale con Emanuele Segre riserveranno un omaggio a Gioacchino Rossini.

Segre, accompagnato dall’Ensemble dell’Orchestra da Camera di Caserta, ritornerà per un doppio appuntamento dedicato all’autore de Il barbiere di Siviglia, nel concerto Around Rossini che si terrà Sabato 20 ottobre, alle ore 19.30, nella Chiesa dell’Annunziata di Sessa Aurunca e verrà replicato,Domenica 21 Ottobre, alle ore 11.30, al Museo Archeologico di Teanum Sidicinum di Teano, dove il pubblico, dopo il concerto, potrà anche partecipare all’Aperitivo Rossini. Momento culinario dedicato al “Rossini gourmet”, a cura di Associazione Sidicina Amici dei Musei, in cui si potranno assaggiare alcune ricette del compositore originario di Pesaro, appassionato della buona cucina e lui stesso inventore di alcune famose ricette, tra cui i maccheroni alla Rossinitrascritta nel 1866, durante il suo soggiorno napoletano. Celebre l’esclamazione del grande compositore ad alcuni suoi amici: “Non conosco un’occupazione migliore del mangiare, cioè, del mangiare veramente. L’appetito è per lo stomaco quello che l’amore è per il cuore. Lo stomaco è il direttore che dirige la grande orchestra delle nostre passioni”.

Sabato 20 ottobre, il programma di Autunno Musicale darà il via al progetto Educational, che prevede una masterclass con Emanuele Segre e gli studenti del Liceo Musicale di Sessa Aurunca, ospiti dell’ex convento dei padri Agostiniani, dove Mozart soggiornò per due notti, durante il suo viaggio da Roma a Napoli.

Grande attesa per il concerto di Sae Yoon Chon, il giovane pianista coreano, vincitore del concorso “Premio di Dublino”, concorso riconosciuto tra i pochi nella stretta rosa d’importanza mondiale, che concluderà, Domenica 21 ottobre, alle ore 17.30, al Museo Campano di Capua, per la sezione Pianofestival, gli appuntamenti musicali del fine settimana. Il pianista asiatico, per la prima volta in Italia, eseguirà brani di Johann Sebastian BachJohannes Brahms,Ludwig van BeethovenAlexander Scriabin e Franz Liszt.

Autunno Musicale, la rassegna itinerante di concerti di musica da camera e pianoforte Suoni & Luoghi d’Arte, giunta alla sua XXIV edizione, ha la direzione artistica di Antonino Cascio, concertista, direttore d’orchestra e docente del Conservatorio di Napoli.

 

Info:

www.autunnomusicale.com - info@autunnomusicale.com  - tel. 0823 361801 / 339 170 29 06

18:40 17/10

di Redazione

Commenta

Da Torre del Greco un presepe in corallo per il Presidente Mattarella

Come da tradizione, con l’arrivo dell’autunno, presso lo Show Room di Torre del Greco è stata presentata la nuova collezione di presepi, realizzati a mano da Luigi Liverino sia in corallo, che in conchiglia corniola.

Il primo pezzo della serie 2018/2019 ha avuto un destinatario d’eccezione, infatti i docenti e gli alunni del Liceo Scientifico “Filippo Silvestri” di Portici, in occasione di una visita didattica al Quirinale, hanno donato al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella un esclusivo presepe in corallo scuro del Mediterraneo, un manufatto di grande pregio, che rispettando rigorosamente i canoni dell’alta produzione artigianale e mantenendo gli standard estetici dei presepi in corallo, si configura come una creazione unica nel suo genere.

«Negli ultimi anni – afferma Luigi Liverino - ci sono state commissionate diverse creazioni presepiali, che alcuni nostri clienti hanno poi donato a Pontefici e Capi di Stato. Conservo ancora con grande orgoglio una lettera di apprezzamento di Papa Benedetto XVI, un vero esteta in materia di gusti e preferenze. Realizzare un presepe per il Presidente della Repubblica e ricevere il suo convinto apprezzamento è per me motivo di grande soddisfazione. Sapere che una nostra natività è stata donata ad un uomo con un elevato senso delle Istituzioni come Mattarella,  conferisce ulteriore prestigio alla lodevole iniziativa del Liceo Silvestri».

Ogni singolo pezzo, sia in corallo che in conchiglia corniola, trattandosi di due pregiati prodotti naturali, si configura come un prodotto da collezione: se solo si pensa a quanto sia complicato realizzare anche una piccola incisione sul corallo o sulla conchiglia (se si sbaglia, qualsiasi realizzazione ne risulterà seriamente compromessa), ci si può rendere conto di quanto sia delicata ed onerosa la produzione di una rappresentazione presepiale. 

18:18 17/10

di Redazione

Commenta

Castelvenere accoglie i “gemelli" maltesi

Una delegazione maltese pronta a prendere il volo per far ritorno a Castelvenere. Gli amministratori comunali di Xewkija, cittadina dell’isola di Gozo, saranno a Castelvenere per partecipare al week-end dedicato a ‘La vendemmia dell’uva “camaiola” con i “gemelli” di Xewkija’, evento con cui il Comune castelvenerese intende presentare le tante iniziative che animeranno questo finale del 2018 e l’intero anno 2019 nell’ambito del prestigioso riconoscimento di ‘Città Europea del Vino 2019’ ottenuto da Recevin insieme ai Comuni di Guardia Sanframondi, Sant’Agata dei Goti, Solopaca e Torrecuso.

Il programma prevede nella mattinata di sabato le visite alle aziende del territorio. Nel pomeriggio, alle ore 18.30, presso l’Enoteca Culturale di piazza San Barbato, si svolgerà il seminario/degustazione sul tema ‘Viticoltura mediterranea e cambiamenti climatici lungo la rotta Sannio-Malta’, con un confronto tra etichette prodotte in terra gozitana con quelle castelveneresi. All’appuntamento parteciperà il produttore maltese Anthony Hili (dell’azienda Massar Winery), mentre al bando dei degustatori siederanno Luciano Pignataro (giornalista), Nicola Matarazzo (curatore scientifico del progetto ‘Luoghi e protagonisti del risorgere del vitigno “camaiola”), Mariagrazia de Luca (delegata Ais Benevento) e Pasquale Carlo (giornalista).

La giornata di domenica offrirà una mattinata tra le vigne, con un’escursione che porterà gli ospiti maltesi a raggiungere contrada Foresta, dove ci sarà un momento dedicato alla raccolta dell’uva a cui farà seguito un pranzo contadino sull’aia. Nel pomeriggio, alle 18.30, sempre nella cornice dell’Enoteca Culturale, il sindaco castelvenerese Mario Scetta e quello di Xewkija, Paul Azzopardi, daranno i saluti ai sindaci della ‘Città Europea del Vino 2019’ e ai rappresentanti delle istituzioni e degli enti coinvolti nella fase di candidatura del territorio ‘Sannio Falanghina’. Prevista la partecipazione di: Floriano Panza (sindaco di Guardia Sanframondi), Carmine Valentino (Sant’Agata dei Goti), Pompilio Forgione (Solopaca) ed Erasmo Cutillo (Torrecuso); Antonio Campese (Camera di Commercio di Benevento), Libero Rillo (Sannio Consorzio Tutela Vini), Giuseppe Marotta (UniSannio) ed Erasmo Mortaruolo (consigliere Regione Campania). Saranno illustrati i contenuti e gli obiettivi che si prefiggono le attività messe in cantiere per l’intero corso del 2019 e sarà proiettato il video che è stato realizzato dai cinque Comuni a sostegno della candidatura.

«Purtroppo il caso ha voluto – dichiara il sindaco di Castelvenere, Mario Scetta – che l’avvio di queste importanti iniziative coincidesse con una vendemmia particolarmente triste per i viticoltori castelveneresi. Una vendemmia segnata dagli eventi avversi del 3 maggio scorso, che hanno condizionato una difficile gestione delle vigne, tanto che in alcuni casi si sono segnalate perdite anche nell’ordine dell’80-90% della media dei raccolti. Parliamo, ovviamente, di iniziative che mirano a sostenere la filiera, promuovendo i nostri vini di eccellenza e strutturando sul territorio una rete di accoglienza che possa finalmente far decollare un percorso turistico. Tutto questo non solo attraverso le iniziative programmate nell’ambito della ‘Città Europea del Vino 2019’ ma anche attraverso il progetto co-finanziato dalla Regione Campania, dedicato ai luoghi e ai protagonisti del risorgere del vitigno “camaiola”. Questo percorso intende affiancare lo sforzo che hanno messo in campo i produttori castelveneresi, mirati a trovare una definitiva soluzione all’annoso caso che condiziona negativamente la promozione del nostro vitigno a bacca rossa più importante, legato nel nome al vitigno di origini piemontesi barbera. L’Associazione Imbottigliatori Castelvenere – spiega Scetta – ha infatti avviato l’iter per ottenere l’autorizzazione ad utilizzare proprio il sinonimo “camaiola”, il nome di un vitigno di cui si trovano abbondanti documentazioni nella storia della vitivinicoltura di Castelvenere fino ai primi decenni del Novecento, per quanto concerne i vini a Denominazione di Origine ‘Sannio Barbera’. In ultimo ma non per ultimo, condivideremo diversi momenti della nostra importante programmazione con la comunità maltese di Xewkija, con cui siamo gemellati dal lontano 2002. Un vincolo di amicizia che vogliamo rafforzare attraverso la condivisione di buone pratiche, stimolando rapporti commerciali e, soprattutto, riflettendo insieme su quella che sarà l’impegno futuro che maggiormente condizionerà la coltivazione della vite nell’area del Mediterraneo: le conseguenze dovute ai cambiamenti climatici. Queste le sfide in cui saremo impegnati alla guida di una comunità che lega da sempre la sua esistenza alla coltivazione della vite. Una sapiente e laboriosa comunità che è chiamata ancora una volta a superare un momento non semplice. Siamo convinti, così come successo nel passato, che i nostri viticoltori – conclude il sindaco – usciranno da questa fase critica ancora più forti. Il nostro impegno è quello di renderli più competitivi”.

18:07 17/10

di Redazione

Commenta

Il canale Arte parla italiano: cinema, musica, storia, scienze nei programmi in 6 lingue

ARTE, il canale culturale europeo, presenta ARTE in italiano, la versione sottotitolata in italiano dell’offerta gratuita in streaming video. L’offerta multilingue di ARTE, già disponibile con sottotitoli in inglese (www.arte.tv/en), spagnolo (www.arte.tv/es) e polacco (www.arte.tv/pl), oltre che francese (www.arte.tv/fr) e tedesco (www.arte.tv/de), dal 17 ottobre 2018 si arricchisce con la versione italiana fruibile su www.arte.tv/it e tramite applicazione per smartphone, tablet e smart TV, nonché sul servizio tivùon! di tivùsat.

Ogni settimana ARTE, attraverso l’offerta streaming multilingue, offre 10 ore di nuovi programmi sottotitolati: documentari nel campo delle scoperte, inchieste, società, scienze, cultura e arte, ma anche appuntamenti come i magazine ARTE Reportage con approfondimenti sull’attualità europea e internazionale e il magazine culturale europeo Metropolis. Troverà ampio spazio anche lo Spettacolo, grazie a una scelta di programmi dell’offerta musicale ARTE Concert, concerti di musica classica e leggera, opera, jazz e ancora elettronica e rock.

Dal 17 ottobre 2018, la programmazione gratuita in italiano, francese, tedesco, inglese, polacco e spagnolo consentirà ad ARTE di raggiungere il 70% di tutti gli Europei nella loro lingua madre. Oltre la metà di tutti i programmi sarà accessibile in tutto il mondo. La sottotitolazione in italiano, inglese, polacco e spagnolo è stata resa possibile grazie ad un progetto sperimentale, co-finanziato dall’Unione Europea.

Una selezione dei programmi di ARTE in italiano saranno disponibili anche sul sito della Radiotelevisione Svizzera Italiana nella sezione rsi.ch/cultura, mentre ARTE in italiano ospiterà alcuni programmi della RSI.

Aumentando la sua proposta di programmi sottotitolati con l’introduzione della lingua italiana, ARTE fa un ulteriore passo verso la concretizzazione della sua missione in Europa e consente la divulgazione in varie lingue di contenuti culturali di alta qualità.

15:56 17/10

di Redazione

Commenta

Le stelle della bodybuilding alla Mostra d’Oltremare

Una festa per lo sport. Una gara e un expo gratuita per incontrare anche le star, molto spesso anche volti noti, internazionali. Il 21 ottobre al teatro Mediterraneo all’interno della Mostra d’Oltremare, si terrà La notte delle stelle IFBB uno dei massimi eventi al mondo dedicati al bodybuiliding. La manifestazione organizzata da NAPOLI BIG POWER, a cura di Fabio Cappiello, Luigi Filace, Vincenzo Borrelli e Pasquale Delli Paoli vedrà sfidarsi tra loro circa duecentocinquanta atleti provenienti da tutta Italia, che gareggeranno per accedere direttamente ai Campionati Mondiali IFBB e aggiudicarsi il titolo “Notte delle stelle”. Una grande giornata di sport e spettacolo con tutti i più grandi campioni della ghisa e del bodybuiliding, che farà guadagnare al vincitore la grande opportunità di accedere alle finali mondiali IFBB, agli italiani Fit Italy Show e alla prestigiosa Diamond Cup di Roma.

Napoli capitale mondiale, dunque, del bodybuilding, al teatro Mediterraneo, con una gara che permetterà di accedere direttamente alle fìnali mondiali di Byalistock in Polonia, di Benidor in Spagna, e ai Master a Terragona ancora in Spagna. Napoli torna così ad essere palcoscenico mondiale di una disciplina amatissima come il bodybuiliding. Evento di straordinaria importanza con la città partenopea palcoscenico mondiale di disciplina, dopo il “Grand Prix d’Oltremare” dello scorso anno, questa volta l’organizzazione di Napoli Big Power si è affidata alla prestigiosa sigli di IFBB, un marchio di garanzia assoluta nel panorama mondiale.

Saranno tantissimi anche gli stand presso i quali tutti gli appassionati di culturismo, pesistica, e sportivi in generale potranno conoscere le novità o ritrovare i cult del settore integratori, dell’abbigliamento, degli accessori. Inoltre presso gli stessi stand, testimonial ManPhisyque, Bodybuilder Pro, Bikini Pro presenzieranno e incontreranno il pubblico nell’area Expo, per scattare qualche foto e stringere la mano al pubblico. Una grande festa di sport, con i riflettori accesi su Napoli da tutto il mondo.

Napoli Big Power da oltre cinque anni lavora alla organizzazione di eventi rivolti agli appassionati bodybuilder, culturismo e pesistica con risultati. “La notte delle stelle” accende i riflettori di tutto il mondo su Napoli e sul pianeta del bodybuliding.

15:42 17/10

di Redazione

Commenta

“La Spagna e il Flamenco”: danza, canto e musiche andaluse con il Mediterranea Quartet

Venerdì 19 ottobre alle ore 18 al Teatro “Salvo D’Acquisto” dell’Istituto Salesiani in via Morghen 58 a Napoli, la rassegna “Passione musica” dell’Unione musicisti e artisti italiani propone “La Spagna e il flamenco”: uno spettacolo di danza e canto con il Mediterranea Quartet del chitarrista Andrea Candeli, per condurre il pubblico tra i forti colori locali dell’Andalusia e le sue figure popolari, attraverso liriche e canzoni di Federico García Lorca e musiche di Manuel De Falla. In scaletta: “Los Pelegrinitos”, “Sevillanas”, “Anda Jaleo”, “Zorongo Gitano” e altre pagine del poeta e drammaturgo spagnolo, assieme alla "Danza ritual del fuego" di De Falla.

14:13 17/10

di Redazione

Commenta

#PizzAward2018: triplete per il veneto Stefano Miozzo

Arriva da Cerea (VR) il pizzaiolo più originale del mondo, ma anche il neo detentore del titolo di pizzaiolo chef e pizzaiolo sommelier. Con la sua “Valpoterra” in omaggio ai prodotti della Valpolicella (a partire dall’Amarone usato nell’impasto) Stefano Miozzo stravince infatti la terza edizione del contest internazionale #PizzAward, battendo centinaia di concorrenti e conquistando, allo stesso tempo, uno dei nove Award previsti dalla gara ideata da MySocialRecipe e una delle menzioni speciali attribuite dai main sponsor.

I risultati sono stati resi noti ieri sera a Napoli nel corso del live show di premiazione che ha visto sotto i riflettori anche altri sette grandi interpreti di questo patrimonio immateriale dell’Unesco, ora entrati per la prima volta nell’olimpo della pizza targato MySocialRecipe, aggiudicandosi i prestigiosi riconoscimenti introdotti per il 2018. Ad alternarsi sul palco sono stati quindi Enzo Coccia (premio alla Carriera Professionale), Ciro Salvo (Pizzaiolo Protagonista dell’Anno), Franco Pepe con Authentica – Pepe in Grani (Pizzeria dell’Anno), Filippo Rosato con la sua On the sea side (Migliore Pizza dall’Estero), Diego Tafone con la sua Pascalina (Migliore Pizza Healthy), Paolo De Simone con la sua Nefropizza(Pizzaiolo Social) e la ventiduenne Sara Palmieri, che ha incassato addirittura due titoli (Migliore Pizza Senza Glutine e Migliore Pizza in Rosa) con la sua Tradizioni. Al loro fianco, inoltre, i giovani John e Elias, protagonisti del primo corso per pizzaioli rivolto ai migranti che MySocialRecipe ha voluto promuovere, con la collaborazione di Virtus Italia Impresa Sociale, dell’Associazione Pizzaioli Esperti e di Fabio Cristiano (docente della Scuola di Pizzaiolo) in un’ottica di integrazione culturale e professionale.  

“Oltre all’attenzione per il sociale, PizzAward è ormai una sorta di calamita per i pizzaioli desiderosi di mostrare la loro creatività. Non a caso – ha spiegato l’ideatrice del contest e della piattaforma MySocialRecipe, Francesca Marino, durante la premiazione condotta dai giornalisti Luciano Pignataro e Anna Scafuri - attira sempre più partecipanti da tutto il mondo, arrivando quest’anno al record di 239 pizzaioli da 32 Paesi. Un’adesione importante da cui emerge il ritratto di un movimento in continua evoluzione, capace di dettare incessantemente nuovi trend in fatto di impasti e toppingIn questa edizione, in particolare, la parola d’ordine è stata salute, con tante pizze attentamente studiate contro alcune patologie, come le malattie renali o il cancroMa la star indiscussa resta comunque l’arte del pizzaiolo napoletano che abbiamo potuto finalmente festeggiare come patrimonio Unesco, dopo averne supportato la candidatura per due edizioni consecutive, e che continueremo a celebrare nei prossimi anni con l’aiuto di tanti esperti del settore”.  

Professionisti, questi ultimi, che per il 2018 sono stati complessivamente 32, tra i componenti della giuria (Anna Scafuri, Giorgio Calabrese, Patrizio Roversi, Antonio Puzzi, Antonio Scuteri, Scott Wiener e Tommaso Esposito) e quelli della neonata Academy, chiamati a giudicare 400 proposte in gara e premiare i migliori di ogni categoria.  

E a proposito di riconoscimenti – per l’occasione raffiguranti San Gennaro trasfigurato nella classica oliera da pizzaiolo in rame grazie all’estro di Pasquale Merone – anche quest’anno non sono mancate le menzioni speciali dei main sponsor che sono state assegnate rispettivamente a: Gennaro Catapano con La scarpariello di Gennaro (Migliore Pizza al Pomodoro – La Fiammante), Fabio Cristiano con Bollicine di pomodoro (Migliore Impasto – Ferrarelle), Rocco Cagliostro con Pizza a due facce (Pizzaiolo Emergente – Molino Caputo), Giuseppe Pignalosa – Montanara romantica(Migliore Pizza Fritta – Olitalia), Giuseppe Santoro – Omaggio a Massimo Bottura (Migliore Pizza al Parmigiano Reggiano Dop) e al numero uno di #PizzAward2018, Stefano Miozzo, che ha proposto il miglior abbinamento tra pizza e vino secondo l’Associazione Italiana Sommelier e che, reduce di questo ricco bottino di premi, si prepara ora partecipare ai campionati mondiali del pizzaiolo di Las Vegas in programma a marzo 2019.


Tutti gli Award della Pizza - #PizzAward2018:

  1. La pizza dell’anno al vincitore della terza edizione del contest: Stefano Miozzo – Valpoterra
  2. Pizzaiolo Chef (premio Giuria): Stefano Miozzo - Valpoterra
  3. Migliore Pizza dall’Estero (premio Giuria): Filippo Rosato – On the sea side
  4. Migliore Pizza Healthy (premio Giuria): Diego Tafone – Pascalina
  5. Migliore Pizza Senza Glutine (premio Giuria): Sara Palmieri - Tradizioni
  6. Migliore Pizza in Rosa (premio Giuria): Sara Palmieri - Tradizioni
  7. Pizzaiolo Protagonista dell’Anno (premio Academy): Ciro Salvo
  8. Pizzeria dell’Anno (premio Academy): Authentica - Pepe in Grani di Franco Pepe
  9. Award alla Carriera Professionale (premio Academy): Enzo Coccia
  10. Pizzaiolo Social (premio Mysocialrecipe): Paolo De Simone - Nefropizza

L’iniziativa è sostenuta da Molino Caputo, Ferrarelle, La Fiammante, Olitalia, Parmigiano Reggiano, Scugnizzonapoletano, Sorì. Tra gli sponsor anche la Birra Baladin e il Consorzio di Tutela del Prosecco DOC.

E ha il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, della Regione Campania, del Comune di Napoli, della Camera di Commercio di Napoli, dell'Associazione Italiana Sommelier, dell'Associazione Pizzaiuoli Napoletani, dell'Associazione Verace Pizza Napoletana e dell'EcoMuseo della dieta Mediterranea di Pioppi.

Partner dell’iniziativa sono CuArtigiana, la Scuola Dolce&Salato, Event Planet Food, Gi-Metal, Ho.Re.Ca. Service, Palazzo Caracciolo MGallery by Sofitel, Scuola di Pizzaiolo e Sì Impresa.

 
 

13:32 17/10

di Redazione

Commenta

Markett, il format innovativo della night life arriva al Club Partenopeo

Il Markett che offre sensazioni, emozioni e, soprattutto, i personaggi più eccentrici della night life riparte da Napoli dopo un anno di successi ottenuti in provincia, sabato 20 ottobre a partire dalle ore 23:30 in una nuova location: il Club Partenopeo, spazio che, da questa stagione, si trasformerà in polo di aggregazione socio-culturale.

Il format è reduce dal grande successo ottenuto al Country Disco Club di Palermo, e da quello già noto della scorsa stagione.

Markett farà tappa anche a Roma e a Milano, e presto nei club di tutta Italia, torna nella sua città natale, per far rivivere al proprio pubblico eventi e serate indimenticabili.

Un evento che è sempre difficile da inquadrare in un determinato genere, data la sua forte innovatività di fondo.

Un format? Uno show? Un party? Markett è tutto questo, e molto di più, tanto da portare all’interno del mondo del clubbing e della night life spettacolo, musica di qualità e performance mai viste prima.

Un evento che mira a rompere la “la quarta parete” tra performer e pubblico e che rende protagonisti tutti coloro che hanno voglia di entrare in vetrina.

Il Format innovativo della night life partenopea

L'evento prende vita in 4 momenti salienti, fulcro dell’evento che a Napoli ha registrato un numero significativo di pubblico che ogni sabato ha preso parte allo show che celebra miti della cultura pop internazionale.

Le fasi del sano divertimento di Markett sono:

L' Accoglienza, in cui le persone attraversano un percorso costruito da scenografie e performer.

Lo show, il momento clou con cui viene presentato il tema della serata con effetti performer e colpi di scena unici.

Il contest, dove tutti i partecipanti del concorso on line possono essere i protagonisti per una notte nelle nostre vetrine!

The voice Markett, il momento di chiusura dove la musica fa il suo corso in modo super coinvolgente e canterino passando I microfoni alla platea, rendendola protagonista.

“Quest’anno lo show sarà ancora più coinvolgente e innovativo rispetto a quello della scorsa stagione, inoltre siamo passati dalla provincia alla città dato l’enorme successo della scorsa stagione.

Abbiamo scelto il Club Partenopeo per la sua grande potenzialità, mettendola a disposizione dell’intera città e di chi la ama veramente” - spiega l’event manager Giovanni Setola, art director del format.

La nuova location che promuove la napoletanità

Il Club Partenopeo riapre le porte al suo pubblico e si trasforma puntando sull’essenza del proprio naming, composto dalle parole chiave Club: di respiro internazionale e associabile ad eventi, musica, intrattenimento e Partenopeo: tradizionale ma intrisa di storia, cultura, passione e solarità.

L’obiettivo di questa stagione e potenziare gli aspetti positivi del clubbing partenopeo promuovendo ancora una volta eventi musicali di qualità, sana aggregazione e, soprattutto, promozione del brand “partenopeo”, ovvero Napoli e le sue innumerevoli bellezze e aspetti positivi.

Il club proporrà alle associazioni e movimenti che lavorano per promuovere e tutelare la napoletanità di usufruire del club per diffondere le proprie iniziative, esponendo materiale informativo e spiegando al pubblico, prima degli eventi, il proprio operato attraverso interventi o presentazioni digitali.

12:13 17/10

di Redazione

Commenta

Miss Mondo, tra le reginette la napoletana Roberta Rotondo

BRUSCIANO. È un’altra napoletana, Roberta Rotondo, la seconda semifinalista della regione Campania del concorso Miss Mondo, le cui fasi nazionali si terranno a Gallipoli in Primavera. La vincitrice, 21 anni, è alta 1.75 e porta 40 di taglia, è una studentessa di medicina al quarto anno. Aveva conquistato il pass vincendo la selezione di Benevento. La Miss Agricola Web scelta da una selezione votata su internet è stata Silvia Allocca, residente proprio a Brusciano. «Sono molto emozionata e allo stesso tempo felice di aver raggiunto questo traguardo, non è un punto di arrivo ma di partenza per dare il massimo alle pre finali Nazionali Miss Mondo Italia a Gallipoli - afferma Roberta Rotondo - Sono una ragazza molto determinata e credo che nella vita, le esperienze debbano essere vissute per crescere e migliorarsi come persona. Cerco sempre di trarre del positivo da ogni difficoltà, per vivere con ottimismo. Nel mio piccolo mondo ho sempre pensato che la felicità non è raggiungere l’obiettivo ma raggiungerlo felicemente».

Altre fasce per Sara De Mai (Miss Associazione Insieme Si Può) 16enne di Montecorvino Pugliano, Tonia Capasso (Miss Città di Brusciano) 17enne di Caivano, Anna Debora Perreca (Miss Caroli Hotels) di Macerata Campania 17 anni, Noemy Bercini 16enne residente a Casalnuovo (Miss Gil Cagnè), Naomy Zaccaria (Miss 2 Bekini) 16anni, abitante a Castellammare di Stabia, infine seconda classificata Anastasia Violante (Miss Vitality’s) di Pomigliano d’Arco, 21 anni. A scegliere le miss una giuria, presieduta dal sindaco di Brusciano Giuseppe Montanile, formata dalla Miss Mondo in carica Nunzia Amato, dai rappresentanti degli sponsor e amministratori comunali. Nunzia è già pronta per l’avventura cinese, infatti fra poco partirà per l’isola cinese di Sanya dove ai primi di dicembre si svolgerà la finalissima di Miss World e lei rappresenterà la bellezza italiana.

Piazza XI settembre, teatro dell’evento organizzato grazie all’associazione “Insieme si può”, ha visto sfilare in passerella le miss in abita da sposa e cerimonie, l’esibizione del comico Antonio Fiorillo ed altri artisti, con la presentazione di Antonio Esposito, il quale ad ogni concorrente chiedeva di mostrare il loro talento artistico o d’altro, fotografie a cura di Francesco Perrotta, presente il talent scout Crescenzo De Carmine. Gli organizzatori ringraziano gli sponsor la Vedetta Campana, Kru+Do cold wine, Villa Ruggiero, La Gatta shoes e abbigliamento, Tramoter, Edil To.Gi. srl, Columbus hamburgeria, paradise caffè, Financial.

19:49 16/10

di Redazione

Commenta

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale