Domenica 21 Ottobre 2018 - 19:42

Lavorare a Roma? Con il Curriculum giusto è possibile

Lavorare a Roma sembra un’impresa impossibile se pensiamo al fatto che è la Capitale, ha un numero di abitanti piuttosto alto e le offerte di lavoro hanno moltissime candidature proposte. Niente paura perché non serve scoraggiarsi, serve munirsi del Curriculum giusto! Un formato può dire molto di noi, dopotutto il Curriculum è un vero e proprio biglietto da visita e va curato nei minimi dettagli se si spera di essere ricontattati per un colloquio.

COME NON ESSERE SCARTATI FIN DA SUBITO?

Prima di tutto occorre scegliere il formato giusto. Europass, cronologico o creativo. Il primo modello è il più utilizzato nei Paesi dell’Unione Europea ma non viene sempre richiesto, si tratta di un formato per lo più Istituzionale. Il secondo è consigliabile per chi vuole mantenere un certo ordine delle sue pregresse mansioni, per proporre la sua candidatura a una posizione lavorativa che ricopra lo stesso ambito di quelle precedenti. Il terzo, lascia libero spazio alle competenze acquisite a livello di studio, utile per chi è alle prime armi nel mondo del lavoro.

Quindi è consigliabile non creare un Curriculum Vitae in modalità fai da te con i programmi di scrittura, tipo word o similari, ma appare piuttosto necessario partire da un dato formato professionale per cercare di seguire l’impaginazione del documento al meglio.

NON SAI DA CHE PARTE COMINCIARE? CONSULTA IL WEB

Se non sai da che parte cominciare, ti consolerà sapere che nel web sono a disposizione diversi formati curriculum utili per creare un documento all’altezza della tua candidatura. Sono modelli ricchi di informazioni precompilate che ti aiuteranno nel difficile compito di capire in quali sezioni inserire i tuoi dati. In più, ci sono guide in grado di aiutarti a scegliere quello che vuoi mettere in risalto, con consigli utili per non commettere errori. Questo sistema è utile anche in prospettiva: tra qualche anno saranno dei software a decidere se un Curriculum vale la pena di essere letto o se deve essere cestinato. I recruiter non esisteranno più per lasciare spazio ai chatbot, delle vere e proprie applicazioni in grado di smistare le numerose richieste da parte degli aspiranti. Per questo motivo “combattere il nemico” con le sue stesse armi, può rappresentare la carta vincente.

COMPILARE IL CV: GLI ERRORI DA NON COMMETTERE

Una volta individuato il formato per il proprio CV, sia che si tratti del modello Europass o del modello creativo, occorre verificare di non commettere alcun errore nella compilazione. In particolare bisogna prestare attenzione alle tre regole d’oro: il layout, il carattere, l’omogeneità. Quando si fa riferimento al layout, si intende la disposizione entro cui si andranno a inserire le informazioni, ossia l’impaginazione, per intenderci. Questo non deve avere colori sgargianti o linee nel documento a zig zag per mostrare di essere originali, basta che sia uno schema semplice e professionale. Quando parliamo di carattere invece, intendiamo lo stile per la scrittura. Niente arabeschi o caratteri dalla difficile leggibilità quindi: un semplice Arial o Times New Roman andranno benissimo, in formato 10/12. Infine, forse il peso più importante, ce l’ha l’omogeneità. Intendiamo con questo termine la distribuzione delle informazioni, che solitamente seguono questo schema: foto, dati personali e recapiti, precedenti lavori se si possono scrivere e infine le competenze. Utilizzare una formula composta per smistare la propria carriera è importante, poiché l’occhio casca proprio sull’uniformità del documento. Per impreziosirlo, si possono anche inserire dei grassetti per mettere in risalto le parole chiave.

A questo proposito, un termine che spicca più di altri dove va subito l’occhio dei recruiter è “Competenze”. Possono raccontare molto di noi, si tratta di qualifiche acquisite nel corso della vita durante il percorso di studio, nel campo del lavoro o in ambito personale.

11:06 31/07

di Di Redazione

Commenta


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)