Domenica 28 Maggio 2017 - 12:35

"Vaccinare è curare: il distretto vaccina": il convegno

Sabato il 27 maggio presso la sala congressi del distretto sanitario 28 dell'Asl 1 di Napoli si terrà il congresso "Vaccinare è curare: il distretto vaccina". Il titolo dell’evento racchiude in se queste ambizioni e prelude ad una giornata della vaccinazione nella quale gli operatori tutti del distretto e quelli del territorio daranno il buono esempio vaccinandosi tutti. Direttore scientiifico dell’evento il dottor Antonio Sardu, medico di medicina generale e componente della commissione regionale sulle vaccinazioni, sostenitore  della profilassi  vaccinica e convinto che eventi del genere servano a riaggiornare le conoscenze su nuove tecnologie necessarie per  migliorare le  pratiche vaccinali  anche alla luce delle evoluzioni del SSN.

«Il convegno - così il dottor Sardu - nasce dalla necessità di creare  un  evento formativo-informativo sulla problematica delle vaccinazioni ed ha come scopo principale l’obiettivo di invertire la tendenza del costante calo delle coperture vaccinali  registrato negli ultimi anni. Il distretto 28 vuole essere il  capofila di un movimento che coinvolga attivamente tutti gli attori di parte sanitaria e non  in una sempre maggiore e convinta adesione alle campagne vaccinali capace di invertire il trend negativo degli ultimi anni relativo al calo delle coperture vaccinali».

 

23:00 22/05

di Redazione

Commenta

Presentata Tax Magazine, la rivista on line degli Enti locali

Presentata stamani 22 maggio 2017, presso l'Ordine dei Giornalisti della Campania, la rivista on-line Tax Magazine. A dare il benvenuto al periodico dedicato agli enti locali è stato Ottavio Lucarelli, presidente dell'Ordine dei Giornalisti della Campania.

“La nascita di una nuova testata –il commento di Lucarelli- è motivo di soddisfazione per l’Ordine dei giornalisti. Significa che il nostro mondo continua ad esprimere vivacità culturale. Tax Magazine nasce con basi solide, sia dal punto di vista dello staff giornalistico, sia per la qualità degli imprenditori alla base del progetto editoriale”.

Un benvenuto a Tax anche da Mimmo Falco, presidente del Movimento Unitario Giornalisti Italiani: “Ho accolto con grande favore la nascita di questa nuova realtà giornalistica, una start up di qualità che mi auguro possa crescere ed in futuro ospitare i tanti talenti presenti nella nostra categoria”.

Il progetto editoriale è stato illustrato dal direttore responsabile Antonio Campitiello: “Attraverso interviste e rubriche mensili Tax Magazine vuole fare in modo che Amministratori locali, Funzionari della P.A. ed imprese operanti nel settore pubblico possano raccontare le proprie esperienze, in modo da condividere iniziative di successo, problematiche affrontate, fabbisogni e idee, il tutto con lo scopo di innescare quel processo virtuoso che chi come noi proviene dal mondo delle imprese ama definire miglioramento continuo”.

Sulla stessa linea il presidente dell’Associazione EntImprese, Alessandro Capobianco, editore della testata. “Tax Magazine avrà come focus la gestione delle entrate degli enti locali, questo perché crediamo fermamente che la gestione delle entrate comunali sia un tema di rilevante interesse non solo per gli addetti ai lavori ma per la collettività, in quanto determina gli equilibri finanziari degli enti e, di conseguenza, la loro capacità di offrire servizi ai cittadini”.

Presenti all'evento, gli editori Luca Tondolo e Giovanni Falcone, i consiglieri nazionali dell’Odg Alessandro Sansoni, Salvatore Campitiello ed Alessandro Savoia, il direttore del quotidiano “ROMA” Antonio Sasso ed il Col. Francesco Tirino, portavoce dell'Esercito Italiano. A moderare la presentazione, la giornalista Clelia Maiolino.

19:33 22/05

di Redazione

Commenta

Chef Palamaro a Casa Morra per Wine&Thecity 2017

Metti una sera in un museo con uno chef stellato, un tavolo imperiale per 50 ospiti e una cena esperienziale servita tra opere d’arte: è Uno chef al Museo, il progetto ideato da Wine&Thecity e realizzato con Ferrarelle per celebrare il decennale della rassegna che dal 2008 anima il maggio napoletano all’insegna della contaminazione e dell’ebbrezza creativa. Dopo la serata con Gennaro Esposito Due Stelle Michelin al Pio Monte della Misericordia, martedì 23 maggio sarà Pasquale Palamaro chef Una stella Michelin del ristorante Indaco del Regina Isabella di Ischia il protagonista di Uno chef al Museo. Special set della serata, sempre riservata ad un pubblico di 50 ospiti, è Casa Morra: il nuovo spazio espositivo ed archivio d’arte contemporanea del gallerista Peppe Morra, nato dal recupero del settecentesco Palazzo Cassano Ayerbo D’Aragona nel quartiere Materdei. La serata si apre con la visita guidata al palazzo: dal monumentale e scenografico scalone alla mostra delle opere di John Cage, Marcel Duchamp e Allan Kaprow. In una delle sale del palazzo è stato allestito il tavolo imperiale per cinquanta ospiti con una mise en place che richiama le grandi opere di Shozo Shimamoto alle pareti.  Lo chef Palamaro nella costruzione del menu si è ispirato proprio ai linguaggi del contemporaneo che connotano lo spazio: colori e sapori prendono forma nel piatto bianco come opere d’arte su tela. Un menu di cinque portate scandisce la cena accompagnata dai vini della storica azienda vinicola dei Marchesi Frescobaldi con un finale tutto partenopeo: il roccocò, il caffè napoletano Kimbo preparato con la tradizionale cuccuma in rame e il nucillo artigianale de ‘E Curti di Sant’Anastasia. Il servizio al tavolo è affidato agli studenti dell’Istituto Alberghiero Elena di Savoia e ai Sommelier dell’Ais delegazione di Napoli con il supporto fondamentale di Festeggiando Banqueting e Catering. Partner food della serata sono Pastificio dei Campi, l’antico Panificio Malafronte di Gragnano e I Sapori di Corbara.

18:54 22/05

di Redazione

Commenta

I ragazzi del liceo "Sannazaro" al Politeama con “Supplici da Eschilo”

Ragazze e ragazzi di classi diverse si incontrano per leggere, discutere e realizzare forme di scrittura orientate alla scena. Si misurano con esperienze laboratoriali di espressione corporea, di uso della voce, di occupazione dello spazio. Non si limitano a studiare un testo teatrale: lo attraversano, imparano a conoscerlo, a scompaginarlo, a cogliere tutte le suggestive sfaccettature che la tragedia attica offre al lettore moderno. E’ quello che succede durante il laboratorio di teatro classico del liceo Sannazzaro che martedì 23 maggio, alle ore 19,00, presso il teatro Politeama,  porterà in scena “Supplici da Eschilo”.

La tragedia faceva parte di una trilogia (le cui altre opere sono andate perse) comprendente Gli Egizi e leDanaidi; si apre con l’arrivo delle Danaidi ad Argo che si raccolgono nel sacro recinto, luogo inviolabile di asilo. Il re Pelasgo, è indeciso, ma, come sappiamo, per i Greci l’ospitalità era sacra, quindi egli consulta il popolo e le Supplici vengono accolte. Mentre le fanciulle intonano un canto di riconoscenza, il messo informa dello sbarco degli Egizi, arrivati per rapire le Danaidi. Pelasgo si oppone prefigurando un inevitabile scenario di guerra.

Il laboratorio di Teatro Classico del Liceo Sannazaro, ideato e condotto dalla professoressa Giovanna Senatore e dal professore Dino Montanino, è giunto all’ ottavo anno di vita ed ha consolidato la sua identità configurandosi come luogo privilegiato di ricerca e di sperimentazione.

Un teatro della scuola radicato nella tradizione e capace di guardare avanti.  

Un’esperienza in grado di confermare quanto i miti del mondo classico, non solo fondano la nostra identità, ma contengono una forza infinita, generano trame narrative originali, pongono domande, sollevano dubbi.

La tragedia propone un tema di grande attualità, quello dell’ospitalità e dell’accoglienza. Pelasgo appare come un  sovrano illuminato, ma  nella tragedia, la decisione del re è sostenuta e condivisa con l’assemblea cittadina. Non è il re da solo a decidere ma tutto il popolo di Argo che apre le porte delle case alla moltitudine di donne giunte dal mare per sfuggire la violenza di matrimoni imposti.

“E voi fatevi coraggio e andate nella città ben difesa. Quanto alle case, ce ne sono molte di proprietà pubblica: là potrete abitare comodamente, assieme ad altri. Ma se invece preferite, potrete abitare in case singole, per voi sole. Sarete protette da me e da tutti i cittadini di Argo che con il loro voto hanno deciso di accogliervi.” Queste sono le parole di Pelasgo che, nel finale della tragedia, vengono rivolte dal re alle supplici. Siamo sicuri che il testo sia stato scritto nell’Atene del V secolo a. C.?

21:01 21/05

di Redazione

Commenta

Premio Ponticelli al professore Guido D'Agostino

Mercoledì 24 maggio alle 18.00 presso il cinema Pierrot e a seguire presso la Casa del popolo si svolgerà il “Premio Ponticelli”; organizzato dalle quattro associazioni storiche della zona:Arci Movie, associazione “Casa del popolo”, associazione “Il quartiere” e parrocchia di Santa Maria della neve, il premio intende valorizzare il lavoro svolto da personaggi del mondo della cultura, del giornalismo, dello sport, dello spettacolo e delle istituzioni che con il loro operato hanno messo in risalto e valorizzato le potenzialità del territorio di Ponticelli.

Per l’edizione 2017 il premio verrà consegnato al professore e storico Guido D’Agostino “per il suo fondamentale apporto alla divulgazione del sapere storico ed  alla costruzione di nuovi percorsi di ricerca, per l’infaticabile opera di rivendicazione del diritto alla MEMORIA, per aver sostenuto con la forza e la passione dei suoi studi “il ruolo di primaria importanza” che Ponticelli ha avuto nello sviluppo e nell’evoluzione storica della città di Napoli, per  il profondo rapporto umano, di affetto e di vicinanza con Ponticelli, consolidatosi in lunghi anni di frequentazione del territorio, nel dibattito culturale e civile”.

Saranno i rappresentanti delle quattro associazioni Roberto D’Avascio e Imma Colonna (Arci Movie), Aldo Cennamo (associazione casa del popolo), don Ciro Cocozza (parrocchia di Santa Maria della neve), Andrea D'Angelo (associazione il quartiere) a prendere la parola e a consegnare il premio (NELLA FOTO IN ALLEGATO) realizzato dall’artista Vincenzo Rusciano che con la sua opera ha sottolineato l’importanza della storia e dell’appartenenza al territorio.

15:30 21/05

di Redazione

Commenta

Gelateria Mennella, nuovo punto vendita in Piazza degli Artisti

Arriva a Napoli la quinta gelateria Mennella: dopo la recente apertura di Via Toledo i gelati 100% naturali di Mennella arrivano in Piazza degli Artisti raddoppiando la presenza nel cuore commerciale del Vomero.  Il locale di Piazza degli Artisti si aggiunge a quello di Via Scarlatti con una novità importante: la presenza della postazione per la realizzazione al momento delle cialde per il cono fatte solo con farina, zucchero, uova intere e panna fresca e servite calde e fragranti. Ampia la gamma dei gusti gelato, tutti rigorosamente artigianali e fatti solo con materie prime fresche di stagione: dalla nocciola di Giffoni ai fichi bianchi del Cilento, dal limone di Sorrento ai gelsi del Vesuvio. Lo stile del locale è sempre ispirato ai colori freschi e luminosi del bianco e blu in cui si riconosce da sempre il brand Mennella.

A Torre del Greco (Napoli) la migliore tradizione pasticcera si lega al nome Mennella. Nel 1969 Antonio Mennella apre il primo laboratorio dolciario nel centro storico della cittadina vesuviana e ben presto si distingue per la sua produzione tradizionale e di alta qualità. Oggi l’azienda, orgogliosamente a conduzione familiare, è tra le imprese dolciarie più apprezzate della Campania, con sette punti vendita in tutta la regione e prodotti unici come il Latte di Mandorla e il Gelato 100% naturale che la distinguono tra le tante. La cultura della tradizione, la creatività unita a una filosofia improntata sulla ricerca di ingredienti di qualità determinano il successo di Mennella: dalla classica pasticceria italiana fresca e secca a mousse e semifreddi, dalle torte farcite alle praline, dalla rosticceria alla biscotteria ogni prodotto viene preparato nel pieno rispetto dell’antica tradizione artigianale.

15:17 21/05

di Redazione

Commenta

Nola, invasione di miniatleti per la quarta tappa del Minivolley al Vulcano Buono

NOLA. Un’invasione di miniatleti in un’altra domenica di divertimento all’insegna dello sport. Al Vulcano Buono di Nola è di scena il 21 maggio la quarta tappa di “Giocando a minivolley nel Vulcano”. Saranno oltre 700 di 28 società i miniatleti tesserati (con un’età compresa dai 6 ai 13 anni) provenienti da tutta la regione Campania a sfidarsi sui 25 campi allestiti nella spettacolare location da oltre 10mila metri quadrati del centro nolano. La manifestazione, giunta alla sua sesta edizione, è organizzata dalla società “Nola città dei gigli” in collaborazione con la Fipav di Napoli, il Vulcano Buono, l’Auchan e il Mc Donald’s di Nola e continuerà sabato 3 giugno (ore 16) con il gran finale della festa provinciale in programma domenica 18 giugno (ore 10,30) quando i campi da gioco diventeranno 50 e sono attesi oltre duemila ragazzi. Sono stati già oltre  1000 i partecipanti alle prime due tappe del circuito nolano. Nel corso dei sei appuntamenti previsti di “Giocando a minivolley nel Vulcano” sono attesi più di 5mila tra giocatori, arbitri, allenatori e dirigenti. 

13:59 20/05

di Redazione

Commenta

Napoli: quando i monumenti del gusto incentivano l'arte

L'unione tra cultura e gusto è sicuramente vincente: sono diverse centinaia, infatti, i napoletani e non che stanno aderendo all'iniziativa di Vincenzo Ferrieri, ideatore della SfogliaCampanella (la sfogliatella riccia con il cuore di babà), che regala questo dolce a chiunque mostra un biglietto d'ingresso ad un museo napoletano alla cassa dello store Sfogliacampanella ubicato in via San Biagio dei Librai (al civico 110). Per tutta la durata del "Maggio dei Monumenti" cittadini e turisti - dopo aver visitato un monumento, un museo o qualsiasi altro luogo emblema della cultura napoletana che prevede un biglietto d'entrata - potranno dirigersi presso la pasticceria e ritirare, senza alcuna spesa aggiuntiva, il famoso dolce semplicemente esibendo il ticket.

L'idea a monte del dolce che ho creato – spiega Vincenzo Ferrieri - consiste nel connubio tra due perle del gusto partenopeo: la sfogliatella e il babà". "Ora voglio fare in modo – continua - che i sapori partenopei possano sposare la cultura napoletana, farsi promotori di quest'ultima...”. 

 

La Sfogliacampanella

Non è una sfogliatella, non è un babà, né tanto meno un dolce alla ricotta. Una ricetta rimasta per quasi un secolo nella memoria di una storica famiglia di pasticceri partenopei, i Ferrieri, torna a vivere. La sintesi della tradizione pasticcera del capoluogo campano si chiama “Sfogliacampanella”, un dolce che non finisce mai di stupire con i suoi tre strati di gusto: presenta all’esterno la sfogliata a pasta riccia e dentro, avvolto in un cuore di cioccolato e in una raffinata mousse a base di ricotta, il babà in versione mignon. Sembra facile ma non lo è. Il segreto è nella crema di ricotta miscelata. Diverse le varianti golose in cui questo dolce viene proposto: classica, cioccolato, cioccolato bianco, pistacchio, arancia, caffè, croccantino... ed in occasioni speciali il suo ripieno sposa altri dolci della tradizione culinaria italiana, come il panettone e la pastiera! 

 

12:15 20/05

di Redazione

Commenta

Selezionati gli otto barmen che si sfideranno a Napoli per il Premio Strega Mixology

Sono oltre cinquecento le ricette arrivate, in queste settimane, da Inghilterra, Svezia, Spagna, Croazia, Messico e, naturalmente, dall’Italia per partecipare alla terza edizione del Premio Strega Mixology, uno degli eventi più attesi nel settore beverage.

Dopo una prima selezione, è stata individuata la rosa dei magnifici otto, che si contenderanno il titolo nel corso della finale, in programma nel cortile di Palazzo Caracciolo a Napoli, lunedì 12 giugno.

Ecco i nomi dei finalisti: Daniele Cancellara, del Rasputin di Firenze; Sossi Del Prete, del Festina di Aversa, Caserta; Federico Ercolino del Seymour’s Parlour di Londra; Marco Macelloni del Franklin 33 di Lucca; Silvia Piccinato del Dogma Lounge Bar di Campo Darsego, Pavia; Matteo Rebuffo del The Mad Dog di Torino; Erica Rossi del Box Caffè di Padova e Matteo Schianchi dell’Ivy di Reggio Emilia.

"The new italian classic", è stato il tema sul quale si sono confrontati i contendenti, proponendo cocktail di pochi ingredienti, semplici e facilmente replicabili, capaci di trasmettere i valori storici e culturali del Liquore Strega.

11:29 20/05

di Redazione

Commenta

“Viaggio nel Mediterraneo” a Villa Sabella di Baia con jamón iberico, vini francesi e piatti flegrei

Venerdì 26 maggio alle ore 20,30 a Villa Sabella, l’ottocentesca dimora che domina il golfo di Baia (Na), serata d’eccezione incentrata sul jamón iberico Reserva Especial dell'azienda Emiliano Garcia. A tagliare, rigorosamente a mano, questo pregiatissimo prosciutto spagnolo che ha ben 62 mesi di stagionatura sarà il maestro cortador Juan Josè Herrero.

Per l’occasione Antonio Grasso, chef della struttura della famiglia Sabella, realizzerà un menu in cui i sapori flegrei si sposeranno col jamón iberico. L’intero percorso degustativo sarà accompagnato da una variegata selezione di vini francesi.

“Viaggio nel Mediterraneo” è un evento organizzato da Laura Gambacorta e Fabio Oppo, in collaborazione con Emiliano Garcia e Araldica distribuzione.  

 

Menu

Aperitivo in terrazza con jamón iberico Emiliano Garcia e finger dello chef Antonio Grasso

Caprese con crudo e cotto di gamberi rossi e jamón 

Risotto di mare con provolone del monaco, tartufi, basilico e granella di jamón

Tournedos di branzino e jamón con spuma di patate e dressing alla clorofilla di prezzemolo

Dolcezze finali

 

In abbinamento:

Spumante Brut Cuvée Nicolas Francois - Gratien & Meyer

L’Océade Blanc Atlantique IGP 2015 

Pouilly Fumé 2014 Domaine Chauveau

Chablis 2014 La Colombe

 

Ticket di partecipazione: euro 60 (vini inclusi)

 

Ingresso solo su prenotazione

 

Info e prenotazioni:

Villa Sabella

Via delle Terme Romane, 23/27

Baia (Na)

Tel. 081 8688174 – 333 5853826

www.villasabellaeventi.it

20:43 18/05

di Redazione

Commenta

Pagine

Rubriche

I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
DIRITTI&LAVORO
di Carlo Pareto
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
DIRITTI&LAVORO
di Carlo Pareto