Domenica 19 Novembre 2017 - 15:18

“Eleonora Pimentel Fonseca", lo spettacolo diventa stabile al Palazzo Serra di Cassano

Dopo diciotto repliche, 4000 spettatori e ripetute standing ovation “Eleonora Pimentel Fonseca, con civica espansione di cuore”, lo spettacolo teatrale scritto e diretto da Riccardo De Luca con Annalisa Renzulli protagonista nel ruolo di Lenòr, trova dimora stabile presso Palazzo Serra di Cassano, sede dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli.

L'allestimento, prodotto da Stati Teatrali, con un ricco cast - oltre la già citata Renzulli anche lo stesso De Luca e Francesca Rondinella, Gino Grossi, Salvatore Veneruso, Maria Anna Barba, Dario Barbato e Lucrezia Delli Veneri -, sarà in scena nel luogo simbolo della Rivoluzione napoletana, nel Salone degli specchi lì dove esattamente vissero e sognarono i protagonisti della Repubblica e dove Eleonora fittamente discuteva e probabilmente amava Gennaro Serra di Cassano.

Mantenere viva l’attenzione e promuovere la riflessione storica sulla Repubblica napoletana del 1799, sugli eroici protagonisti e sulla terribile reazione che concluse un’esperienza di una generosità che non ha pari è oggi più che mai di fondamentale importanza, - afferma il Presidente dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Massimiliano Marotta - , non solo per la città di Napoli, ma per il mondo intero. Quelle vicende rispondono tragicamente a una sempre più insistente intima domanda: come mai l’Europa non ha il bel volto di Gaetano Filangieri, ma l’orrido ghigno dell’usura? La collaborazione tra Stati Teatrali e l'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici nasce da questa comune consapevolezza”.

Nel primo week end di ogni mese, a partire dal 2 e 3 dicembre 2017, con una programmazione sine die, il pubblico avrà l’opportunità di immergersi nell’atmosfera e nei luoghi di quel periodo storico, “attraverso un’opera fondata su una congerie di espressioni teatrali che vanno dalla recitazione al canto alla danza. Una storia drammatica e comica, grottesca e tragica per otto camaleontici attori che portano in scena trenta personaggi”, spiega l’autore e regista Riccardo De Luca.

Un’occasione unica e forse irripetibile: il teatro nel teatro, la Storia nei luoghi della Storia – afferma Annalisa Renzulli -, un progetto che intende offrire l'opportunità di rivivere una delle pagine più rappresentative della storia di Napoli, esatto punto di cesura tra il prima e il dopo”.

Lo spettacolo si inserisce nel più ampio programma curato dall'Istituto per il Teatro della filosofia che si avvarrà di molteplici collaborazioni, ospitando nel Salone degli specchi spettacoli teatrali, reading, proiezioni, performance.

 

12:42 15/11

di Redazione

Commenta

Rai2: ospite a Detto Fatto il campione paralimpico Oney Tapia

Oney Tapia, il campione paralimpico che ha commosso ed emozionato tutta Italia vincendo la scorsa edizione di Ballando Con Le Stelle, sarà oggi ospite di Caterina Balivo a Detto Fattoin onda alle ore 14.00 su Rai2Oney parlerà di coraggio, il sentimento che ha contraddistinto la sua vita in seguito al terribile incidente che gli ha strappato la vista, raccontando  con ironia alcuni aneddoti che gli sono capitati dopo il terribile accaduto e cercando, nel contempo, di sfatare alcuni tabù che riguardano i non vedenti. Oney e Caterina Balivosaranno poi protagonisti di un tutorial davvero speciale sul “coraggio di farcela da soli” in cui Caterina verrà bendata, al termine del quale vedremo la presentatrice del factual show di Rai2 molto commossa.

14:40 13/11

di Redazione

Commenta

Oscar della pubblicità, trionfano i napoletani Graphicnart e Agrelli&Basta

L’Istitut Français Grenoble di Napoli ha ospitato la serata finale di OpenartAward 2017 - Premio alla Pubblicità, concorso riservato alle aziende nazionali ed europee, contraddistintesi nel settore della comunicazione e del marketing. OpenartAward, Ideato e organizzato da OpenArt Napoli, giunge alla sesta edizione e si pone come momento di promozione e di crescita per i partecipanti al concorso. Per ognuna delle tredici categorie (composte di una short list di otto candidati) sono previste tre targhe (oro, argento e bronzo).

La serata, condotta dall’attrice Kiara Tomaselli, ha visto trionfare nella categoria Logos (sezione che raccoglie il maggior numero di partecipanti con ben 124 artworks iscritti) l’agenzia napoletana Graphicnart che si è aggiudicata una targa d’argento per “Apart”, logo che ricrea lo stile minimal e moderno in sinergia con le caratteristiche della struttura ricettiva, con questa motivazione: “Sintesi massima, lettura immediata, riconoscibilità,. unicità, riproducibilità...Quando di un logo non c'è null'altro da dire, ci troviamo davanti, forse, al logo perfetto!”. «È bellissimo vedere la mia città, Napoli, capitale della pubblicità italiana. Vedere agenzie provenienti da tutta Europa venire a Napoli per quest'importante manifestazione mi rende orgoglioso». Così Giuseppe Rigo, direttore creativo e fondatore di Graphicnart (nella foto di Gilda Valenza).

Targa di bronzo per una delle altre realtà napoletana vincente, Agrelli & Basta nella categoria Outdoor grazie alla simpatica scena di un cagnolino che, certo che l’albero di Natale in silicone fosse vero, ci alza la zampa. Il messaggio, trasmesso in maniera ironica ed immediata, lascia intendere insomma che l’albero è così ben fatto da indurre in errore persino il fiuto dell’animale.  L’agenzia napoletana ha portato a casa anche altri premi a partire dal premio speciale Thera per l'alta qualità della realizzazione del libro “Partenope -  Another Way to see Naples”, un volume fotografico creato dall'agenzia per diffondere le migliori immagini di Napoli nel mondo.
 

14:29 13/11

di Redazione

Commenta

Lendi, anteprima con Biagio Izzo e Rocio Munoz Morales

Apre con un’anteprima nazionale la stagione 2017/2018 del Teatro Lendi, in via A. Volta 176 (strada provinciale Grumo Nevano-Sant’Arpino) che mercoledì 15 novembre, alle 21 (in replica 16 e 17 novembre), ospita sul suo palcoscenico “Di’ che ti manda Picone”, con Biagio Izzo Rocìo Muñoz Morales. A completare il cast dello spettacolo in omaggio a Elvio Porta, Mario Profito, Lucio Aiello, Agostino Chiummariello, Rosa Miranda, Antonio Tomano, Arduino Speranza, Angela Tuccia. Regia di Giuseppe Miale di Mauro. Scene Luigi Ferrigno. Musiche Antonio Boccia. Disegno luci Gigi Ascione. Costumi Anna Zaccarini.

13:52 13/11

di Redazione

Commenta

Arci Movie: riparte il cineforum, ospite il cast di "Gatta Cenerentola"

Riparte giovedì 16 novembre il Cineforum di Arci Movie con la proiezione del film “Gatta Cenerentola”. Una giornata intensa che vedrà i quattro registi del film Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri, Dario Sansone impegnati nel Carcere di Secondigliano con la presidente nazionale dell’Arci Movie, Francesca Chiavacci, per una proiezione speciale per gli ospiti del carcere. Agli spettacoli delle 18.00 e delle 21.00 al cinema Pierrot sarà presente il cast del film e saranno ad ingresso gratuito.

Importanti novità sono previste quest’anno: Arci Movie per rafforzare ulteriormente il Cineforum al Pierrot come momento di forte aggregazione sociale realizza la XXVIII edizione in collaborazione con altri sette soggetti associativi del quartiere: Le Kassandre, Il Quartiere Ponticelli, La Casa del Popolo, Libera, AUSER Ponticelli, Renato Caccioppoli, Terra di Confine; per favorire la partecipazione dei giovani quest’anno oltre alla tessera a 25 film (35 euro) ci sarà anche una card giovani per 5 film (10 euro) riservata ai ragazzi fino a 30 anni; saranno messi a disposizione di donne in difficoltà tramite l’Associazione “Le Kassandre” degli abbonamenti al Cineforum; in occasione del Cineforum sarà allestito anche al Pierrot uno spazio in cui si possono prendere e portare romanzi e saggi, un luogo ”Dove il passar di mano dei volumi diventa un pretesto per occasioni di socialità".

Il Cineforum di Arci Movie è giunto quest’anno alla sua XXVIII edizione con dei numeri di spettatori che si aggirano sui 1500 soci, e si conferma come un appuntamento culturale immancabile per Napoli, vista la sua localizzazione decentrata e la sua ispirazione sociale, ma anche l’impatto culturale sul quartiere con 25 film e 100 proiezioni per il 2017/18. Da sempre i registi e gli attori che arrivano a Ponticelli trovano nel pubblico di periferia l’entusiasmo di persone “vere” e attente, semplici ma esigenti e ancora vogliose di migliorare, oltre che se stesse, il mondo che le circonda.

 “Da ventotto anni la passione del cinema di Arci Movie - dichiara Roberto D’Avascio, presidente Arci Movie - riparte in autunno con il nostro storico Cineforum, fatto di tanti soci che frequentano la nostra sala, di tanti film allo stesso tempo popolari e di qualità, dei tanti autori italiani, ma anche internazionali, che sono venuti nel tempo ad incontrare la platea più importante della parte orientale di Napoli. Con la voglia forte di far raccontare il nostro tempo alle immagini in movimento sul grande schermo del cinema Pierrot di Ponticelli”.

Gatta Cenerentola (https://youtu.be/lwRM12OiZK8) è un film di genere animazione del 2017, diretto da Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri, Dario Sansone, con Maria Pia Calzone, Alessandro Gassmann Massimiliano Gallo. Gatta Cenerentola è il crudele soprannome affibbiato alla piccola Mia dalle sorellastre nella rivisitazione moderna e partenopea della fiaba classica di Giambattista Basile. Figlia di don Vittorio Basile, uomo di grande ingegno che aveva il progetto di trasformare Napoli in una virtuosa città della scienza, Mia è rimasta orfana dopo che Salvatore Lo Giusto detto "'o Rre" (Massimiliano Gallo), capoclan del riciclaggio, ha ammazzato suo padre con l'aiuto della bella e letale Angelica Carannante (Maria Pia Calzone), promessa sposa di Basile. Da quel momento la ragazzina è costretta a vivere in una nave da crociera dismessa nel porto di Napoli, insieme con la perfida matrigna e i sei dispotici fratellastri, covando in silenzio la vendetta: uccidere Salvatore ‘o Rre e liberare per sempre sé stessa e la sua città. Anche Primo Gemito (Alessandro Gassmann), ex uomo della scorta di Basile, porta avanti il progetto parallelo di riportare la legalità nel porto di Napoli e sottrarre Cenerentola dalle grinfie di Angelica.

 

Prossimi ospiti del cineforum:

30 novembre: Cristina Donadio

21 dicembre: Leonardo Di Costanzo

11Gennaio: Francesco Bruni

13:50 13/11

di Redazione

Commenta

Suor Orsola, la condizione femminile nel cinema e nella letteratura

La condizione femminile nei Paesi connotati da un forte integralismo religioso. È questo il fil rouge della dodicesima edizione della rassegna di “Cinema Letteratura e Diritto” ideata dalla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli. Insegnare il diritto agli studenti, discutere di diritto con la comunità dei giuristi non solo con il codice alla mano, ma anche attraverso le immagini e le suggestioni del cinema e della letteratura è l’obiettivo del nuovo ciclo di incontri ideato con il coordinamento scientifico del filosofo Gennaro Carillo e con la collaborazione organizzativa dell’associazione “Astrea. Sentimenti di giustizia”.

“Del diritto non parlano solo i giuristi, i sacerdoti depositari dei suoi molti misteri - spiega Gennaro Carillo, professore ordinario di Storia del pensiero politico al Suor Orsola - e lo scarto tra il linguaggio giuridico e quello comune non ha mai impedito ai profani di rappresentarsi il diritto, di immaginarselo, magari in maniera distorta, amplificando a dismisura la potenza delle sue formule. Ed a questo gioco di specchi tra il diritto e la vita, l'astratto e il concreto, è dedicata la nostra rassegna che ha per titolo “Davanti alla legge. Immaginare il diritto”, con l’obiettivo di assumere la moltiplicazione dei punti di vista della rappresentazione del diritto come una ricchezza didattica per gli studenti ed i giuristi”.

Come da tradizione della rassegna il diritto sarà raccontato anche attraverso letture meno ‘canoniche’ come quelle che vengono dai fumetti. Martedì 28 novembre il fondamentalismo islamico sarà al centro del dialogo tra il filosofo Davide Grossi e l’amministrativista Aldo Sandulli animato dagli spunti della graphic novel Persepolis” (poi divenuta anche film d’animazione) della regista ed illustratrice iraniana Marjane Satrapi.

 

Da “Mustang” a “La bicicletta verde”: il programma della sezione cinematografica della rassegna

Piatto forte della rassegna di quest’anno (programma completo degli appuntamenti su www.unisob.na.it/eventi) è sicuramente la sezione cinematografica con un osservatorio internazionale sulla condizione femminile nelle latitudini dove ancora regnano situazioni di sottomissione patriarcale, culturale e giuridica della donna. Dalla Turchia all’Arabia Saudita un viaggio con un cinema tutto di regia femminile alla scoperta dei luoghi dove i diritti femminili attendono ancora piena tutela.

Dopo l’anteprima di ottobre con “Viviane” della regista israeliana Ronit Elkabetz martedì 14 e martedì 21 novembre sempre alle 15.30 sullo schermo della Sala Villani dell’Università Suor Orsola Benincasa ci saranno le proiezioni di “Mustang” della regista turca Deniz Gamze Ergüven e de “La bicicletta verde” della regista saudita Haifaa al-Mansour.

Due gli appuntamenti speciali di quest’anno. Giovedì 7 dicembre alle 15.30 nel complesso di Santa Lucia al Monte, sede della Facoltà di Giurisprudenza del Suor Orsola, uno sguardo al futuro per parlare di biodiritto attraverso la cinematografia cyberpunk in un suggestivo dialogo tra  i giusprivatisti Carlo Venditti e Lucilla Gatt, direttore scientifico del Master in Diritto di Famiglia dell’Università Suor Orsola Benincasa. E martedì 12 dicembre nell’aula magna del Suor Orsola il gran finale con “Diritto e Teatro” in collaborazione con il “Festival del Diritto e della Letteratura Città di Palma”. In ‘scena’ al Suor Orsola “Processo immaginario a Oscar Wilde” per riflettere sull’omofobia con Fabio Canino e i magistrati Vincenzo Piscitelli e Antonio Salvati.

 

Gli obiettivi della rassegna: davanti alla legge, immaginare il diritto

La Facoltà di Giurisprudenza del Suor Orsola Benincasa, sede dell’unico corso di laurea magistrale in Giurisprudenza a numero programmato del Mezzogiorno (aperto soltanto a 150 studenti all’anno) ha voluto fortemente anche nell’anno accademico 2017-2018 il ritorno della rassegna “Cinema Letteratura e Diritto” con un duplice obiettivo: rafforzare i percorsi formativi integrativi all’interno dei corsi di laurea ed avere un momento di incontro sui temi del diritto e della giustizia per la comunità dei giuristi ed in particolare per i giovani studiosi della città di Napoli.

Si tratta di un’iniziativa assolutamente originale nel panorama accademico nazionale sperimentata per la prima volta in Italia nel 2006 proprio all’Università Suor Orsola Benincasa ed ora riproposta anche in altre università italiane, che, come spiega, il Preside della Facoltà di Giurisprudenza del Suor Orsola, Aldo Sandulli “persegue il fine di integrare la didattica ordinaria con un ampliamento del bagaglio culturale degli studenti, in grado di  aumentarne la sensibilità e il senso critico nello studio del diritto”. “L’obiettivo della nostra rassegna - spiega Aldo Sandulli - è quello di fornire agli studenti di Giurisprudenza, ma anche alla comunità dei giuristi e non solo, gli strumenti critici per una riflessione più ampia e complessa sul ‘diritto’ e le sue trasformazioni, contribuendo alla formazione di un giurista ‘colto’, capace di problematizzare gli specialismi collocandoli in una campitura culturale decisamente più vasta”. 

Programma completo: www.unisob.na.it/eventi

13:25 13/11

di Redazione

Commenta

Presentata la nuova sede dell'Accademia I.P. “Federico II” di Napoli Nord

L'attività dell'Accademia Internazionale Partenopea “Federico II” è viva e in continua ascesa, nel diffondere la Cultura nel rispetto reciproco dei principi profondamente morali, promuovendo scambi nei vari settori dello scibile, mirati essenzialmente a far conoscere e valorizzare il nostro territorio, anche in campo internazionale. Nell'ossequioso rispetto dei progetti già organizzati e che stanno per nascere, è stata presentata alla stampa, la nuova sede filiale Napoli Nord, sabato 11 Novembre ore 10.30, in via Aniello Palumbo, 58. A ricevere il ruolo di dirigente è il Dott. Andrea Pianese, imprenditore nella Formazione Professionale, già Presidente dell'Ascom Confcommercio di Giugliano. È stata l'occasione per trovarsi e condividere questa nuova tappa della vita dell'Accademia, in questi anni diventata un punto di riferimento a livello nazionale ed internazionale per aver contribuito, altresì, ad affermare l’importanza dello sviluppo sociale della collettività. Hanno presenziato alla cerimonia ufficiale di inaugurazione i Consiglieri comunali, gli Assessori dell'amministrazione di Giugliano di cui Dott. Giulio Di Napoli, Attività produttive e Associazioni e l'Avv. Miriam Marino, Commercio e Cultura, che si sono congratulati con il Dott. Pianese per la scelta della sede a Giugliano. Erano, inoltre, presenti autorità militari, tra cui Ufficiali e Sottufficiali dell'Esercito, dell'Aeronautica, i Corpi Speciali Guardie Ambientali volontarie, autorità civili, la giornalista Avv. Brunella Postiglione, il pittore di chiara fama M° Roberto Buanne, il Gen. Di Brigata Co.S.Int. Alfredo Muoio, il medico-chirurgo Dott. Bruno Vastarella.

“Ringrazio tutti per la stima e l'affetto, è un onore rappresentare l'Accademia con efficacia e soprattutto con tenacia, essendo coinvolto in prima persona ed è doveroso ringraziare particolarmente il Presidente Cav. Domenico Cannone, per la fiducia e l'incarico affidatomi. Inizieremo anche a Giugliano e in Provincia a programmare Eventi di vera Cultura...come la prestigiosa Accademia è solito fare”, ha, così, concluso il Dott. Pianese dando appuntamento al prossimo progetto.

11:53 13/11

di Redazione

Commenta

Il film “Gatta Cenerentola” candidato agli Oscar 2018

NAPOLI. Non è bastato il riconoscimento al Lido di Venezia: “Gatta Cenerentola” di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone, rilettura della favola di tradizione orale, poi trascritta nel XVII secolo da Giambattista Basile, in una versione post moderna e noir, è tra i 26 titoli in gara agli Oscar 2018 come miglior “film d’animazione”. Ad annunciarlo è stata l’Academy, pubblicando la lista delle opere iscritte in competizione per l’entrata nella shortlist finale che verrà annunciata con le altre nomination il 23 gennaio. Una selezione che comprende produzioni delle major come “Cattivissimo me 3”, “Boss Baby”, “Cars 3”, “The Emoji movie”, “I Puffi 3: Viaggio nella foresta segreta”, “Capitan Mutanda”, “Ferdinand”, “The star”, “Le avventure con i mattoncini Lego Batman e Lego Ninjago” e il film di Natale 2017 “Pixar/Disney, Coco”. Tra gli altri sono presenti anche il canadese “The breadwinner”, che ha come coproduttrice esecutiva Angelina Jolie, e la sorpresa al botteghino “Loving Vincent”, dedicato a Vincent Van Gogh. Il cartoon è stato realizzato a Napoli dalla casa di produzione “Mad” di Luciano Stella. È un film di genere animazione con Maria Pia Calzone, Alessandro Gassmann e Massimiliano Gallo. Gatta Cenerentola è il crudele soprannome affibbiato alla piccola Mia dalle sorellastre nella rivisitazione moderna e partenopea della fiaba classica di Giambattista Basile. Figlia di don Vittorio Basile, uomo di grande ingegno che aveva il progetto di trasformare Napoli in una virtuosa città della scienza, Mia è rimasta orfana dopo che Salvatore Lo Giusto detto “’o Rre” (Massimiliano Gallo), capoclan del riciclaggio, ha ammazzato suo padre con l'aiuto della bella e letale Angelica Carannante (Maria Pia Calzone), promessa sposa di Basile. Da quel momento la ragazzina è costretta a vivere in una nave da crociera dismessa nel porto di Napoli, insieme con la perfida matrigna e i sei dispotici fratellastri, covando in silenzio la vendetta: uccidere Salvatore ‘o Rre e liberare per sempre se stessa e la sua città. Anche Primo Gemito (Alessandro Gassmann), ex uomo della scorta di Basile, porta avanti il progetto parallelo di riportare la legalità nel porto di Napoli e sottrarre Cenerentola dalle grinfie di Angelica

22:35 11/11

di Redazione

Commenta

Al Suor Orsola Benincasa il messaggio di Cristian Faro

NAPOLI. Il cantautore, autore e docente Cristian Faro (nella foto), già ospite in numerose trasmissioni, sale in cattedra all'Università Suor Orsola Benincasa per portare durante il Master sull'Autismo il suo messaggio di uguaglianza, solidarietà e rispetto per ogni meraviglioso essere umano. Molto profonde le parole del giovane artista che racconta di come la musica è uno strumento meraviglioso per abbattere ogni barriera e divisione. «La musica è un “miracolo” - - dichiara Cristian - che deve assolutamente dipingere strade nuove». Cristian è l’autore del testo e della musica del brano “Nessuno è diverso-L’autismo non è isolamento”, che mette al centro un fortissimo grido di uguaglianza. L’artista racconta di come il suo sogno vuol essere quello di arrivare alle coscienze di chi ancora oggi, troppo spesso, considera “diverso” non un valore aggiunto ma un motivo per emarginare ed escludere. Cristian attraverso il suo brano racconta invece di come la “diversità” può essere un valore aggiunto. «Spesso negli occhi di chi la società considera “diverso” leggo ed ascolto ancora più profondità, amore, bellezza di cuore ed anima». Il cantautore oltre alla conferenza si è anche esibito all'Università Suor Orsola con il suo brano portando in tal contesto la sua missione: «Quella di dare con impegno, gioia, passione, determinazione, coraggio e sensibilità, voce a chi voce non ha». Bellissima accoglienza da parte dell’Università Suor Orsola Benincasa che dona ampio spazio all’artista di esprimersi e di poter dialogare con il pubblico per mettere al centro della giornata un forte grido di unione, collaborazione contro ogni forma di discriminazione ed isolamento.

 

21:19 11/11

di Redazione

Commenta

Riconoscimento a Renzo Arbore per il documentario "Da Palermo a New Orleans... e fu subito jazz"

Elsa Morante amava il jazz. Aveva dischi di Billie Holiday e Chat Baker. Ed era di origini siciliane. Sarebbe stata felice di scoprire che il jazz, in realtà, non è né americano, né africano, ma ha anch'esso origini palermitane. Lo ha scoperto Renzo Arbore, nel suo documentario 'Da Palermo a New Orleans… e fu subito jazz'. Per questo documentario, la giuria del Premio Elsa Morante gli ha conferito il premio per la Comunicazione 2017. La manifestazione si svolgerà il 16 novembre nella sede dell'Auditorium della Rai di Napoli. Si legge nella motivazione: ''Un Premio per la capacità narrativa, comunicativa e di ricerca. Per la curiosità intellettuale e creativa, che lo ha portato ad indagare e raccontare le origini italiane del jazz, nel centenario della sua nascita. Un Premio per la capacità di intrecciare genialità, cultura e divertimento''. La giuria, presieduta da Dacia Maraini, è composta da Silvia Calandrelli, Francesco Cevasco, Vincenzo Colimoro, Roberto Faenza, David Morante, Paolo Ruffini, Maurizio Costanzo, Monica Maggioni, Gianna Nannini, Tjuna Notarbartolo, direttore della manifestazione, e Teresa Triscari. 

19:25 11/11

di Redazione

Commenta

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ: ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
TECNOLOGIA&INNOVAZIONE
di Michela Raiola
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica