Giovedì 17 Gennaio 2019 - 19:13

"Gatta Cenerentola" in viaggio da Annecy a Shanghai

Gatta Cenerentola in viaggio! Appena rientrato Alessandro Rak dal Festival dell'animazione di Zagabria dove è stato "guest star" in seminari dedicati a L'Arte della Felicità con una proiezione speciale,  partono domani  per Annecy, Francia, il festival dell'animazione più importante d'Europa, i quattro registi di "Gatta Cenerentola": Ivan Cappiello, Marino Guarnieri, Alessandro Rak e Dario Sansone con il produttore Luciano Stella (MAD). Sono già previsti numerosi meeting con potenziali coproduttori (da Olanda, India, Canada, Francia) che hanno già dichiarato grande interessamento  per  Gatta Cenerentola e per altri progetti Mad,  tutti "made in Naples".

Intanto Gatta Cenerentola è stata ufficialmente presentata a Shanghai agli Incontri con iproduttori cinesi organizzati dall'Anica. A rappresentare Mad è la produttrice Carolina Terzi.

''Lavoriamo e viaggiamo trovando ovunque grandissima attenzione per il nostro progetto Gatta Cenerentola - racconta Luciano Stella -  Il film è stato già presentato all'Internationales Trickfilm-Festival di Stoccarda e al Cartoon Movie di Lione e    ha poi ottenuto  una significativa accoglienza al Festival di Cannes, dove è stato annunciato nel listino Rai Com che ne ha acquisito i diritti di vendita internazionale. Il viatico dell'Oscar europeo vinto da Arte della Felicità è un gran bel biglietto da visita, ma il valore aggiunto è la creatività napoletana e la forza della nostra squadra. E ringraziamo tutti coloro che partecipando al crowfounding sono divenuti co-produttori della prima scena!''

SINOSSI: Cenerentola è cresciuta all'interno della Megaride, un'enorme nave ferma in porto da più di 15 anni. Suo padre, ricco armatore della nave e scienziato, è morto portando con sé nella tomba i segreti tecnologici della nave e il sogno di una rinascita del porto. La piccola vive da allora all'ombra della temibile matrigna e delle sue perfide sei figlie. La città versa ora nel degrado e affida le sue residue speranze a Salvatore LoGiusto, detto 'o Re, un ambizioso trafficante di droga che, d'accordo con lamatrigna, sfrutta l'eredità dell'ignara Cenerentola per fare del porto di Napoli una capitale del riciclaggio. La nave, infestata dai fantasmi-ologrammi di una tecnologia e di una storia dimenticate, sarà il teatro dell'intera vicenda e metterà in scena lo scontro epocale tra la miseria delle ambizioni del presente e la nobiltà degli ideali del passato. Il futuro della piccolaCenerentola e della povera città di Napoli sono legati ad uno stesso, sottilissimo, filo.

 

15:38 16/06

di Redazione

Commenta

"Vele d'epoca a Napoli", la 12a edizione dall'1 al 5 luglio al Circolo Savoia

Il Reale Yacht Club Canottieri Savoia dal 1 al 5 luglio 2015 ospita per il dodicesimo anno “Le Vele d’Epoca a Napoli”. La rassegna velica è organizzata insieme allo Sport Velico Marina Militare e all’Associazione Italiana Vele d’Epoca e con il patrocinio di Regione Campania, Comune di Napoli, Coni Napoli, Associazione Medaglie d’Oro al Valore Atletico ed Associazione Italiana Classe Dragone.

All’evento sono ammessi, come da tradizione, esclusivamente gli Yacht in legno o in metallo con anno di varo anteriore al 31 dicembre 1950 (Yacht d’Epoca) e al 31 dicembre 1976 (Yacht Classici). “Le Vele d’Epoca a Napoli” è stato presentato stamani nel corso di una conferenza stampa da Carlo Campobasso, Presidente RYCC Savoia; Luciano Magnanelli, Presidente della Sezione Velica della Marina Militare; Ciro Borriello, assessore allo Sport Comune di Napoli; Francesco Lo Schiavo, Presidente V Zona Fiv; Luciano Cosentino, Presidente di Giuria.

Carlo Campobasso, Presidente RYCC Savoia, ha dichiarato: “Quest’anno la vela farà rima con eventi mondani e convegni scientifici. Le Vele d’Epoca è divenuto con gli anni un appuntamento da vivere a 360 gradi e per l’intera giornata. Priorità ovviamente alle regate, che vedranno impegnati alcuni degli scafi più belli del mondo. Fuori dall’acqua, spazio a serate di festa e forum sulla nautica”.

Le regate si svolgeranno nelle acque del Golfo di Napoli con base logistica allestita al Savoia, nel porticciolo di Santa Lucia. Il programma sportivo prevede per mercoledì 1 luglio gli arrivi e le registrazioni delle imbarcazioni. Giovedì 2 luglio alle ore 9 la Cerimonia dell’alzabandiera aprirà ufficialmente l’edizione 2015, con gli scafi che salperanno per lo start delle prime regate (ore 11). Venerdì 3 luglio spazio alla regata costiera, sabato 4 altre regate sulle boe: il via sempre alle 11. Domenica 5 luglio, infine, la tradizionale parata delle imbarcazioni nelle acque antistanti il lungomare di Napoli alle 10.30 e la seconda ed ultima regata costiera, a cui seguirà la cerimonia di premiazione nei saloni del Savoia.

La novità dell’edizione 2015 riguarda i numerosi momenti glamour e scientifici organizzati nel corso dell’evento. Giovedì sera armatori ed equipaggi parteciperanno ad una serata a base di musica locale e tarantella, venerdì presenzieranno a un convegno sul tema della nautica, che sarà seguito da una gara di cucina tra skipper. Sabato sera, spazio al divertimento con la serata open bar & dance, per chiudere nel migliore dei modi l’esperienza napoletana.

Il RYCC Savoia e lo SV Marina Militare premieranno il 1° Classificato di ognuna delle classi al via. Sarà anche assegnata la Coppa Angelo Lattarulo allo yacht 1° classificato in tempo compensato. Sono ancora aperte le iscrizioni, nel Golfo di Napoli arriveranno le “Signore del mare”, tutte con una storia da raccontare. L’elenco delle imbarcazioni iscritte sarà ufficializzato il 30 giugno. Al momento, certa la presenza di alcune imbarcazioni tra le più famose del circuito: Comet, Sagittarius, Voscià, Isla Negra, Paulena, Manitou, Ocean Anemone, Bufeo Blanco e Manta.

“Le Vele d’Epoca a Napoli” è sponsorizzato da Pasta Buondonno, Cupiello, Chiaja Hotel de Charme - Decumani, Eccellenze Campane, F.lli Schiano, GEOS Environment, Man, Consorzio Tutela Mozzarella di Bufala Campana, Plymouth Gin, Cantiere Navale Postiglione, Ottica Sacco, Unilever, Cbl Grafiche e Studio Legale La Scala.

 

REALE YACHT CLUB CANOTTIERI SAVOIA

Fondato il 15 luglio 1893, il Reale Yacht Club Canottieri Savoia è situato nel cuore di Napoli, sulla banchina di Santa Lucia. Due le discipline sportive: vela e canottaggio, che nel corso di questi 121 anni hanno regalato al Circolo enormi soddisfazioni. La squadra di canottaggio ha vinto le ultime tre Coppa Lysistrata e vanta numerosi titoli nazionali grazie a giovani atleti che si sono consolidati al vertice in Italia. Brillano anche i velisti di tutte le età, su tutti il giovanissimo Persico. Il Circolo ogni anno si dedica inoltre alla formazione di nuovi velisti organizzando corsi per le classi 420, Laser ed Optimist. Qui hanno iniziato a regatare tanti campioni. Il Savoia organizza anche eventi sportivi di respiro internazionale.

15:30 16/06

di Redazione

Commenta

"Cassandra - Festa di nozze", successo della prima al Napoli Teatro Festival Italia

’Una storia lunga circa 5.000 anni, che emerge nella contemporaneità di un presente non meno piagato e ottuso. Cassandra vive, e presta il lamento a profezie per epiloghi oscuri. Questo è teatro politico, oggi più che mai, oltre la cronaca” così racconta Laura Angiulli la sua “CASSANDRA – FESTA DI NOZZE Variazione sul mito n. 2”,  di cui firma drammaturgia e regia, da Euripide, Eschilo, Licòfrone fino a Christa Wolf con contributi di Enzo Moscato, che ha debuttato ieri con successo Napoli Teatro Festival Italia (repliche oggi 16 e domani 17 giugno, Galleria Toledo, ore 21:30).

Tre le donne per Cassandra: Alessandra D’Elia, Caterina Spadaro interpreti di straordinari materiali poetici e in canto Maria Pia De Vito, la voce preziosa del jazz italiano nel mondo. Le musiche originali sono composte ed eseguite da Enrico Cocco, le luci sono di Cesare Accetta, l’impianto scenico di Rosario Squillace.  

Lo spettacolo, per il quale si sta definendo una tournée italiana già nel 2015, sarà proposto da Rai 5 (che riprenderàla performance alla Galleria Toledo nel corso del Festival) il prossimo autunno con speciali approfondimenti sul mito e la sua attualità girati nella sala Toro Farnese del Museo Archeologico nazionale di Napoli.

Cassandra, come è noto, è la più bella tra le figlie di Priamo, amata da Apollo, e per non avere corrisposto al suo amore dotata d’inascoltata capacità profetica.

‘’Cassandra è soprattutto donna – sottolinea Angiulli - intelligente, acuta, percettiva, dunque veggente. La guerra l’attraversa, lutti e rovina, macerie di umanità, lei dice-, e dall’alto delle mura vede - solo lei -  il nulla che avanza, ingoia, cancella, macelleria di corpi e sentimenti. La morte non è solo presagio, le si manifesta, le si fa compagna, è nucleo e sostanza di un decadere senza rimedi’’.

 

LO SPETTACOLO - Cassandra è nella fortezza di Micene, dinanzi alla reggia in cui Clitemnestra consuma la sua vendetta nell’uccisione di Agamennone.  Il tempo dell’azione è fissato alle ore che ne precedono la morte; segnano l’evento conclusivo di un iter tragico già dolorosamente tracciato nel presagio, e che ora all’avvicinarsi della fine lei ripercorre. Nella forma di una struggente ‘cantata’ la Cassandra di Euripide in TROIANE è lucidamente presente. Il sentimento della fine è auspicio felicemente atteso nel desiderio di vendetta. “Madre, cingi tutt’intorno il mio capo vittorioso, e rallegrati per le mie nozze regali…Se mai esiste il Lossia, con nozze più amare di quelle di Elena sposerà me l’illustre sovrano degli Achei, Agamennone. Lo ucciderò..vendicando i fratelli e il padre mio.”.L’incipit del suo lamento, da AGAMENNONE di Eschilo è:  “Ahimé ahimé! Ah, terra …Apollo Apollo! ….Apollo Apollo  che segni la via, Apollo che mi annienti”

 

Ulteriori contributi arrivano da ALESSANDRA di Licòfrone, l’oscuro poeta  sulla cui storia si raccolgono ipotesi contrastanti intorno all’epoca e al luogo in cui visse,  collocati da alcuni storici a Calcide tra il III e il IV secolo a.C., da altri in epoca successiva,  “ Ma perché abbaio da tanto tempo ai sassi che non sentono, facendo risuonare un vuoto strepito, infelice che sono,  e all'onda muta,alle valli selvose spaventevoli? Il dio di Lepsia escluso dal torvo desiderio del mio letto, mi privò di credito e infuse bugiardo suono alle parole miee alla preveggente veridica sapienza dei responsi’’. È questo un lessico diesuberanza barocca, ricco e molteplice, non esclude l'osceno.

Per una voce di maggiore contemporaneità ecco incedere la Kassandra, di Christa Wolf, opera notissima e struggente, tutta affidata al sentimentoevocativo tra presente e passato, e ancora ritorno al presente. Kassandra mostra i segni della femminilità ribollente, gli ardori del corpo di ragazza, il fascino della bellezza verificata sulla propria immagine e su quelle delle altre "fanciulla che ero, immagine desiderante e struggente, figura giovane e radiosa dentro una zona di luce".., per poi giungere a una maturità consapevole e etica. Figlia prediletta del re Priamo, orgogliosa sacerdotessa in età adolescente, è essa stessa parte dell'autorità e del potere politico.  Nello stesso ambiente familiare apprende gli inganni e le manipolazioni che portano alla guerra.

E infine, con ribollente-delirante rappresentazione, s’innesta l’invettiva di Enzo Moscato da ‘Rasoi’ ovvero “poesia nient’altro che poesia, che affonda le mani nel fango per  trarne fuori il nitore della coscienza nuda” spiega Angiulli.

14:40 16/06

di Redazione

Commenta

“Prova costume" estrema sui social, dalla Cina la Belly Button Challenge

Siete pronti alla prova costume? A dirvelo ci pensa la “Belly Button Challenge", la nuova sfida “estrema" che arriva dalla Cina e sta impazzando sui social, dopo aver suscitato scalpore su Weibo, una sorta di Twitter cinese. Dopo la “Kylie Jenner Challenge", la sfida a gonfiare le labbra come la sorella di Kim Kardashian, infilandole nel collo di una bottiglia e aspirando, si pensava di aver visto tutto, ma non è così. La “prova dell'ombelico" sta prendendo piede su Twitter e Instagram, dove sono centinaia le foto di ragazze e adolescenti che si cimentano nella prova. Il principio è semplice: se riuscite a passare il braccio destro dietro la schiena e a toccare l'ombelico con un dito, non avete bisogno di dimagrire, altrimenti secondo i partecipanti alla sfida dovreste farlo. La prova in realtà è impossibile da realizzare per chi non sia veramente magro e anche piuttosto snodato, quindi chi tenta e non ci riesce, semplicemente, rientra nella norma e non deve certo mettersi a dieta per questo.

13:43 16/06

di Redazione

Commenta

Disney prepara il sequel di "Maleficent"

L'iconica antagonista di “La Bella Addormentata" sta per tornare. Secondo quando riporta il sito Usa “The Hollywood Reporter", la Disney starebbe infatti preparando il sequel del live-action “Maleficent", uscito nelle sale l'anno scorso, e interpretato da Angelina Jolie, e avrebbe già ingaggiato Linda Woolverton per scrivere la sceneggiatura. Woolverton aveva già realizzato la sceneggiatura del primo film, che nel 2014 ha incassato circa 760 milioni di dollari in tutto il mondo. Angelina Jolie dovrebbe tornare a vestire i panni della strega Malefica, anche se al momento l'attrice americana non ha ancora firmato alcun accordo con la Disney. Il sequel di “Maleficent", di cui ancora non si conosce la trama, non è l'unico in cantiere in casa Disney. La prossima estate uscirà infatti il secondo capitolo delle avventure di “Alice nel Paese delle Meraviglie" scritto ancora una volta da Woolverton, e intitolato “Alice Through The Looking Glass", con Mia Wasikowska nei panni di Alice, Johnny Depp in quelli del Cappellaio Matto e Anne Hathaway nel ruolo della Regina Bianca.

13:41 16/06

di Redazione

Commenta

Riparte "Wild", un'estate all'insegna della natura e dell'avventura

Cosa succede quando gli uomini scelgono di vivere con gli animali feroci? Quale legame può esistere tra un grande campione dello sport e il mondo animale? Come comportarsi in situazioni di pericolo per non perdere la calma?

Tutto questo e molto altro ancora, sono i temi che daranno vita a “Wild–Sun”, il programma in onda da mercoledì 17 giugno 2015, in prima serata su Italia 1, condotto anche quest’anno da Fiammetta Cicogna e dal grande campione del basket italianoCarlton Myers.

Nelle undici puntate vedremo Fiammetta in Sud Africa impegnata a raccontare, con immagini spettacolari che solo quel territorio riesce a dare, la particolare e difficile convivenza di chi vive a stretto contatto con gli animali feroci. E proprio per illustrare questo strano rapporto, vedremo Fiammetta in incontri ravvicinati con ghepardi, leoni e coccodrilli, o immergersi nelle acque dell’oceano per un faccia a faccia con lo squalo.

La missione di Carlton sarà di incontrare grandi campioni dello sport italiano per raccontare e confrontare come il mondo dello sport si ispiri a quello animale. In più, anche per questa stagione, l’ex cestista sarà impegnato in wild experience che lo metteranno alla prova in una serie di missioni,  per testare il suo fisico da atleta e la capacità di mantenere la calma, ragionare in modo lucido e trovare le soluzioni più giuste.

Nella prima puntata, Fiammetta è a Durban, in Sud Africa, insieme a un cacciatore di serpenti. Carlton spiegherà invece come sopravvivere a un attacco terroristico in metropolitana e incontrerà Andrea Baldini, fiorettista italiano, campione olimpico, mondiale ed europeo.

“Wild-Oltrenatura” è un programma scritto da Barbara Ancillotti, Alessandro Vitale, Antonio Sellitto, Carolina Guidotti, Marzio Carlessi. Produttore esecutivo Mediaset è Anna Fabris, la regia è di Alessio Pollacci.

13:05 16/06

di Redazione

Commenta

I Giovani EleMenti in piazza per l’Happy Professional Hour

Lo scorso 10 giugno, a piazza Vittoria, nell’ambito della manifestazione del Comune di Napoli, Giugno Giovani 2015, si è svolto l’ “Happy Professional Hour”, evento organizzato dal tavolo interprofessionale Giovani EleMenti, che dal 2013 riunisce le rappresentanze giovanili delle associazioni di categoria e dei professionisti del territorio partenopeo.

Nel corso dell’iniziativa, realizzata con il sostegno dell’Assessore ai Giovani, Alessandra Clemente, all’interno della struttura itinerante, Informagiovani, messa a disposizione dal Comune di Napoli, tantissimi professionisti, commercianti, imprenditori, giovani e meno giovani, hanno avuto modo confrontarsi con i rappresentanti under 40 degli ordini professionali e del mondo imprenditoriale sul futuro delle professioni, dell’imprenditoria e più in generale sul tema del lavoro.

L’evento, il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza, è stato organizzato da Giovani EleMenti e in particolare grazie alla sinergia nata tra i rappresentanti di: Unione Industriali, Susanna Moccia; Agifar, Lucio Falconio; Ordine Ingegneri, Ettore Nardi; ConfAPI, Raffaele Marrone; Ordine Commercialisti, Matteo De Lise; ConfCommercio, Dimitri Senofonte e Giuseppe D’Anna; Acen, Antonio Giustino e Antonio Ianniello; Ordine Notai, Ludovico Capuano; AIGA, Alfredo Serra, Lucio Cricrì, Pier Giorgio De Geronimo; Ordine Architetti, Aniello Tirelli.

Durante la serata è stato, anche,illustrato alla cittadinanza il calendario di attività che fino a dicembre vedrà Giovani EleMenti impegnati in tante iniziative che andranno da convegni tecnici sul tema del lavoro e della valorizzazione del territorio, a giornate di approfondimento all’interno dei licei e istituti tecnici partenopei, dalla sottoscrizione del protocollo d’intesa con Unicef Campania per dar vita a iniziative congiunte a favore di bambini e adolescenti vicini e lontani, al consueto Summer Party, festa con ricavato devoluto in beneficenza, in programma per il prossimo 24 giugno al Molo Luise.

Nel mese di luglio sarà peraltro varato all’interno della Città Metropolitana di Napoli, l’osservatorio dei giovani professionisti, sostenuto da gran parte delle Associazioni facenti parte di Giovani EleMenti, su proposta del Sindaco, Luigi de Magistris, a seguito del convegno organizzato, a fine 2014, sul tema delle Città Metropolitane, al quale partecipò, tra gli altri, l’allora Ministro degli Affari Regionali, Maria Carmela Lanzetta.

12:41 16/06

di Redazione

Commenta

Presentato agli "Incurabili" il testo "L'omeopatia nelle malattie acute"

Lunedì 15 l'azienda omeopatica Cemon in collaborazone con l'Agifar Napoli ha presentato l'ultima fatica del Prof. Luigi Turinese "L'omeopatia nelle Malattie Acute", sono intervenuti il Prof Pierluigi Gargiulo che ha firmato la presentazione del volume, Virginia Paribello farmacista omeopata formatasi presso la scuola napoletana della LUIMO, il Presidente Agifar Napoli (Associazione Giovani Farmacisti) Lucio Marcello Falconio e l'autore Turinese medico omeopata e psicoterapeuta, che già scritto altri successi di divulgazione in materia di omeopatia. L'iniziativa si è svolta in una delle sale più suggestive del panorama della medicina italiano la Sala Tecce del Complesso degli Incurabili a Napoli la dove in passato hanno conversato tra gli altri Giuseppe Moscati e Domenico Cotugno formando i medici più valenti dell'epoca. Padrone di casa è stato il Prof Gennaro Rispoli, Primario Chirurgo Ospedale Ascalesi e Direttore del Museo delle Arti Sanitarie di Napoli, che sotto la regia del dott. Giuseppe Spinelli Responsabile Marketing della Cemon hanno reso possibile prima della presentazione del volume la visita al Museo di cui fa parte la straordinaria Farmacia, unico esempio di spezieria del '700 costruita da Bartolomeo Vecchione, con le sue bellezze architettoniche e decorative. La visita è poi proseguita nelle sale del Museo e a seguire è stato servito un aperitivo di benvenuto e si è dato inizio ai lavori per la presentazione del Volume, durante la quale il Prof Gargiulo ha espresso la complessità di produrre un'opera del genere che si sofferma sulla definizione della differenza fra la malattia del malato (acuzie) e il malato stesso con quella/e malattia/e (cronicità) che ne definisce la grandiosità e l'unicità. La dott.ssa Paribello si è soffermata più sull'aspetto tecnico tipico del farmacista impegnato al banco a contatto col pubblico, che con una corretta metodologia riesce ad essere esaustivo e coerente nel dare un consiglio al paziente/cliente in un campo così complesso come l'omeopatia dopo aver dato una lettura al volume. Falconio chiude gli interventi sottolineando l'eleganza della costruzione del testo sviluppato in 3 parti la prima dedicata alla Metodologia, la seconda alle Applicazioni Cliniche e la terza alle Schede di Materia Medica. Grazie a questa originale tecnica di scrittura del testo il volume può essere letto in più modi dall'inizio alla fine, ma anche al contrario e soprattutto può essere considerato un valido aiuto per la consultazione del farmacista poco esperto in omeopatia, ma che con un supporto simile può colmare i gap formativi che purtroppo può avere a causa di un'inaccettabile esclusione nei programmi universitari specie non moderni dell'omeopatia. Grazie al volume secondo Falconio il farmacista con questo background può districarsi nell'ignoto facendosi guidare con superba maestria dalla penna dell'autore e quindi addirittura considerare il testo come un vero e proprio volume di riferimento in omepatia grazie alla chiarezza e alla semplicità con cui è scritto.

12:39 16/06

di Redazione

Commenta

Lanificio 25, anteprima "Flussi" con con gli indonesiani Senyawa

In attesa della settima edizione del festival "Flussi", l'associazione culturale Magnitudosabato 20 giugno – offrirà al pubblico del Lanificio 25 un'anteprima della stessa, grazie ad una line-up d'eccezione: ad aprire le danze sarà Pietro Rianna, in arte Like Someone, selector e musicista napoletano; a seguire, Bop Singlayer (alias Luca Affatato) presenterà in esclusiva "Self Portrait", il suo ultimo lavoro discografico; si andrà avanti con il sound techno-industrial-noise di Urbanfailure, direttamente da Bratislava; mentre gli headliner della serata saranno gli indonesiani Senyawa che con la loro musica sperimentale, in bilico tra tradizione, elettronica DIY, avant-rock e jazz, regaleranno ai presenti una performance live dall'impatto dirompente. Il noto spazio di Porta Capuana, inoltre, ospiterà installazioni interattive, vj set e videomapping, a cura della stessa Flussi Crew.

I Senyawa (Rully Shabara e Wukir Suryadi), indonesiani, sono un incredibile duo che abbraccia la musica tradizionale di Giava con uno sguardo nuovo e un’attitudine sperimentale e di ricerca. Il loro sound unisce musica tradizionale indonesiana, elettronica DIY, avant-rock, jazz e altre pratiche sperimentali contemporanee. La loro performance live ha un impatto intenso: non a caso, Red bull Music Academy li ha descritto come “Una delle più straordinarie live bands al mondo”.
http://senyawa.tumblr.com/

Urbanfailure aka Mchal Lichy è uno dei più attivi promotori della scena sperimentale a Bratislava. La sua musica attraversa i territiori della techno, dell’industrial e del noise, senza appartenere veramente a nessuna di queste categorie.
http://urbsounds.sk/index.php?option=com_content&task=blogsection&id=7&Itemid=16

Bop Singlayer è solo l’ultimo, in ordine temporale, dei moniker di Luca Affatato, 38 anni , di cui 15 dedicati interamente alla musica e alle sue interazioni più prossime. Da poche settimane è uscito il suo ultimo lavoro “Self Portrait”, I volume della sua nuova label Best Company.

https://soundcloud.com/bopsinglayer

Pietro Rianna, in arte Like Someone, è un selector e musicista napoletano. Il suo sound è difficilmente collocabile in un solo “genere”: sonorità sghembe, nuvole di rumori ed echi profondi, immersi in ritmiche di matrice techno mai banali o scontate.

https://soundcloud.com/like-someone

 

 

Per info:

info@flussi.eu

http://www.flussi.eu/

 

11:58 16/06

di Redazione

Commenta

Enzo Avitabile al Festival delle Ville Vesuviane: live acustico alla Casina dei Mosaici della Villa Favorita di Ercolano

Mercoledì 17 giugno 2015 alle ore 19.30, il XXVII Festival delle Ville Vesuviane propone per il secondo appuntamento di “Napoli d’autore”, una visita guidata alla Villa Favorita di Ercolano seguita dal concerto di Enzo Avitabile dal titolo “Napoletana”. Il live dell’artista partenopeo, presentato in versione acustica e in una dimensione raccolta, si terrà nella Casina dei Mosaici della residenza nobiliare di epoca borbonica progettata da Ferdinando Fuga. Accompagnato dalla chitarra di Gianluigi Di Fenza, dalle percussioni del fratello Carlo e dal violoncello di Marco Pescosolido, Enzo Avitabile, voce, arpina e sax sopranino in Mi bemolle, eseguirà i brani del suo progetto discografico del 2009 dedicato al recupero dell’antico lirismo napoletano, ovvero “di quella parte poetica più pura”, scrive l’artista, “che da sempre si è difesa dal pericolo di essere impolverata e sbiadita dalla pericolosa e stereotipata cartolina folklorica”. “Napoletana” si ricongiunge alla ‘fonte’ dei canti di lavoro e delle villanelle, ed è al contempo costituito da canzoni inedite scritte “nel cemento della città, con uno sguardo al passato e il cuore che respira l’odore del futuro”. “Napoletana” è “Musica nuova nata da un’arte antica, originale e piena di sentimento, ricercata e innovativa nel linguaggio”. Costo del biglietto (visita guidata+ concerto): 10 euro.

01:10 16/06

di Redazione

Commenta

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)