Lunedì 18 Febbraio 2019 - 14:31

“Un po' di cielo", a Vico Equense il libro di Francesca Di Nola

VICO EQUENSE. Venerdì 24 giugno alle ore 18,30 presso la sala polifunzionale di Santissima Trinità in Vico Equense sarà presentato il libro “Un po’ di cielo” scritto dalla giornalista Francesca Di Nola, a cura  della cooperativa il Delfino, nell’ambito del progetto “Il cielo in una stanza”, centro diurno e residenziale per l’accoglimento ed il rafforzamento dell’integrazione sociale di persone svantaggiate, anche con disagio psichico. Durante l'incontro, lettere delle istituzioni, presentazione degli utenti fruitori del servizio, dei laboratori che quotidianamente permettono ai ragazzi di sperimentare le proprie capacità, degli operatori, eventi teatrali, festival, tavole rotonde e seminari. Tra gli ospiti il professore Giulio Tarro, lo psicologo Antonio Mancini, lo scrittore Vinicio Ongini, l'artista Giovanni Mangiacapra, padre Raffaele Grimaldi e il musicista Tony Cercola. L’evento è rivolto, attraverso la divulgazione del libro, a far conoscere le attività del centro di via Madonnelle. Rappresenta la testimonianza del lavoro svolto dall’inizio del progetto - giugno 2013 fino alla conclusione della prima fase marzo 2015 - di tutti gli enti: Movimento Famiglie, Cooperativa Il Delfino, La Locanda, Università degli studi di Napoli “Federico II”, Associazione Obiettivo 1, Associazione Ipers, Agenzia Arcipelago Onlus, Unitre Università della terza età, Associazione Aiserv, Caritas Parrocchiale SS. Ciro e Giovanni di Vico Equense, Abili diversamente. Il libro corredato di fotografie di circa 150 pagine verrà distribuito gratuitamente. Sarà possibile acquistare creazioni artistiche in ceramica, interamente realizzati a mano dagli utenti, nel laboratorio di ceramica per sostenere le attività del centro. All’interno della sala polifunzionale di Trinità saranno presenti gli scatti d’autore dei fotografi Enzo Iorio, Adriano Gorgoni, Giovanni De Gennaro, Alessandro Savarese. Il libro è dedicato agli utenti, veri protagonisti del Cielo in una Stanza. All'incontro interverranno insieme all'autrice Francesca Di Nola: l’assessore alle politiche sociali, Marinella Cioffi; il presidente della cooperativa Il Delfino, Filomena Starace; il presidente dell’associazione Movimento famiglie, Teresa Di Palma; il direttore della prima fase del progetto, Giuseppe Errico; la nuova coordinatrice del Progetto, Carmela Vanacore, psicologa del Comune di Vico Equense; il sindaco; il responsabile del piano Sociale Di Zona, Gennaro Izzo; l’utente Flora Salan; il Vescovo; il presidente della Cooperativa La locanda, Pasquale di Martino.

14:04 22/07

di Redazione

Commenta

Con “L’ora del Rosario” Fiorello torna a dicembre al teatro Augusteo

NAPOLI. Rosario Fiorello (nella foto) torna all’Augusteo, dal 7 al 9 dicembre prossimi, in “L’ora del Rosario”, per regalare ai suoi fans il nuovo spettacolo teatrale, ed è un vero e proprio evento, visto che il pubblico lo richiede da anni. Rosario Fiorello torna sul palco, in una dimensione teatrale, con un nuovo spettacolo che, come lui stesso ha dichiarato, sarà analogico, fatto di puro intrattenimento: tra aneddoti, racconti e gag in perfetto stile Fiorello, lo showman darà ampio spazio anche alle consuete improvvisazioni. Non mancheranno musica, gag, inediti e duetti di grande spessore con Artisti del calibro di Mina e Tony Renis il quale, in “collegamento” da Las Vegas, regala allo showman una versione molto particolare della celebre “Quando Quando Quando". Ad accompagnarlo, sul palco, la band diretta da Enrico Cremonesi ed il trio vocale “I Gemelli di Guidonia” lanciato a “Fuori Programma” su Radio Uno. “L’ora del Rosario” è uno spettacolo di Rosario Fiorello scritto con Francesco Bozzi, Claudio Fois, Piero Guerrera, Pierluigi Montebelli e Federico Taddia. La regia è di Giampiero Solari.

17:28 21/07

di Redazione

Commenta

“Lucio incontra Lucio”, a Fratte il ricordo di Dalla e Battisti

SALERNO. È una prima in piena regola quella che domani - mercoledì 22 luglio - alle ore 20.30, ci sarà nell’Area Archeologica di Fratte a Salerno con lo spettacolo “Lucio incontra Lucio” (5 euro il costo del biglietto). Per il suo diciottesimo compleanno il festival “Concerti d’estate di Villa Guariglia in tour”, organizzato dal Cta di Vietri sul Mare nella persona di Antonia Willburger in collaborazione con la Provincia di Salerno, il Comune di Salerno, l’Ept, la Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana, il Comune di Cetara, il Comune di Praiano, la Coldiretti-Campagna Amica e l’Associazione Amici dei Concerti di Villa Guariglia, propone un progetto musicale che s’ispira ad uno dei capitoli più bella della storia cantautorale italiana la vita di Lucio Dalla e Lucio Battisti. “Lucio incontra Lucio” è lo spettacolo, scritto dal maestro Liberato Santarpino e firmato alla regia da Sebastiano Somma, che mette in scena un’originale lettura della vita dei due grandi cantautori italiani. Due uomini accomunati dalla stessa passione per la musica, due uomini nati a distanza di dodici ore - 4 marzo 1943 Lucio Dalla e 5 marzo 1943 Lucio Battisti - e che oggi rappresentano un’icona tutta italiana. Ed è questa “nascita in parallelo” lo spunto dal quale Santarpino è partito, chiamando in causa, con un guizzo di fantasia, gli dei Zeus, Afrodite, Ares ed Apollo per poi riprendere il filo della storia, quella vissuta tra palco e realtà. “Lucio incontra Lucio” ha anche il merito di aver dato inizio ad una nuova strada nel panorama delle produzioni: è il primo esempio di spettacolo del genere prodotto da un Conservatorio, nello specifico dal Conservatorio di Musica “Giuseppe Martucci” di Salerno. Sebastiano Somma in questo spettacolo riveste il doppio ruolo di regista ed attore: sarà sua la voce narrante che si intreccerà tra le esecuzioni dei brani eseguiti dalle voci del Martucci Vocal Ensemble, accompagnate da un sestetto jazz capitanato da Sandro Deidda al sax e Guglielmo Guglielmi al pianoforte. Le scenografie sono di Luigi Ferrigno, le immagini disegnate sono di Mariano Soria e Irene Servillo.

15:33 21/07

di Redazione

Commenta

"Facenight", Vinyl Session vince tra i programmi radio

Vinyl Session ha vinto il Primo Premio Facenight 2015 nella Categoria "Programmi Radiofonici":  la premiazione  si è tenuta ieri , 5 luglio 2015,  nella suggestiva location del Panorama Beach Club di Bacoli.

Vinyl Session, programma radiofonico ideato nel 2013 dai DJs Tony Fort ed Antonio Turco aka "Antu", progetto per gli appassionati del Vinile che si muove dal funk alla disco, dalla techno all’house music anche attraverso le contaminazioni e l’interazione con musicisti e Radio UMR Underground Music Radio, radio web che ospita il programma e ne cura la parte tecnica e lo streaming audio/video, quest'anno si aggiudicano il Primo Premio assegnato da una giuria tecnica e dai clubbers che hanno votato con un click sul sito www.facenight.it

Facenight premio ideato dal giornalista Tommy Totaro e presentato in questa edizione da Michael Massi ha incoronato così anche in questa nuova Edizione 2015 i migliori e più seguiti animatori delle notti partenopee.

Venticinque le categorie in gara, presenti nelle nomination diversi esponenti di Vinyl Session oltre che per i Programmi Radiofonici anche nelle diverse categorie di Djs,  Producers e nella Fotografia, a dimostrazione di quanto sia estesa e professionalmente valida e ben inserita nel contesto partenopeo e nazionale il team di lavoro di Vinyl Session.

Le categorie in gara:

Producer, Dj Old School, Dj Deep House, Dj Hip Hop/Reggaeton, Dj Happy Music, Tecnico Service, Programmi Radiofonici, Speaker Radiofonici, Vocalist, Animation, Fotografi, Pr/Ad, Security, Party, Barman, Barlady, Cocktail’s, Lounge Bar/Wine Bar, Live Club, Club, Summer Club e, novità dell’edizione 2015, le quattro sezioni Dj 70/80/alternative, Dj Tech-House, Hostess e Beat Makers. Premi speciali saranno poi assegnati a: Personaggio della notte, Top italian dj, Top dj world e ad artisti di livello internazionale.

16:47 20/07

di Redazione

Commenta

Hub Music Project Festival 2015: Almamegretta in concerto a Pellezzano

Giovedì 23 luglio, di fronte al pubblico del Complesso Monumentale dello Spirito Santo di Capriglia (SA), la storica band napoletana, Almamegretta, attingerà a piene mani al disco inserito fra i migliori 100 album italiani di sempre, il capolavoro dal titolo “Sanacore”.  Si ripartirà, dunque, dalle loro radici dub più profonde, per dare vita a un’esperienza live che difficilmente lascia indifferenti: traccia dopo traccia - tutte interamente rivisitate e reinterpretate - la padronanza strumentale della band originale al completo e la passione della voce di Raiz saranno così al servizio di un concerto unico e travolgente!

Oltre ad essere una fra le più originali realtà musicali degli ultimi 25 anni, gli Almamegretta sono sicuramente la più autorevole espressione italiana di dub music, nonché la più riconosciuta internazionalmente. ll loro album SANACORE del 1995 (che quest'anno festeggia il ventesimo compleanno)  è stato un capolavoro assoluto di fusione fra reggae e tradizione napoletana, che ha reso gli Alma credibili e rispettati all'estero e ha aperto loro le porte al grande successo in Italia. Il disco venne registrato a Procida e mixato interamente a Londra da Adrian Sherwood nel suo On-U Sound Studio: maestro del dub reggae, è fra le personalità più influenti nella storia della musica recente. Il risultato ha segnato inesorabilmente l'underground italiano negli anni '90, influenzando tutta la storia successiva.

L'attualità della cosiddetta bass music, inoltre, trova in queste esperienze delle solide fondamenta. Rivisitare oggi Sanacore non è una mera operazione nostalgica, perché in questi anni gli Almamegretta si sono evoluti di pari passo al contesto musicale, maturando nuove sensibilità ed esperienze che questo live inevitabilmente rispecchia. Sanacore Live Dub Sessions è, dunque, l'inizio di un nuovo viaggio per dei pionieri ed inguaribili esploratori di suoni come gli Almamegretta.

16:33 20/07

di Redazione

Commenta

Make up leggero e no a minigonna, i segreti fashion contro l'afa

Make up leggero, chignon e tessuti naturali. No alla minigonna e pancia scoperta da osare con qualche piccola dritta. Ecco come contrastare il caldo senza commettere errori di stile. I consigli arrivano dalla vegan fashion blogger, Stefania Sergi, che boccia categoricamente le minigonne: «se fa molto caldo non è necessario indossare meno tessuto, ma scegliere quello giusto come ad esempio il cotone, il lino e il bambù che oltre ad essere naturali sono freschissimi. I modelli più in voga sono le gonne a ruota in versione midi e le gonna a matita, adatte ad ogni occasione». Promossa, invece, la pancia scoperta ma con qualche accorgimento: no agli anni '90 quindi,«sono da accantonare t-shirts tagliate cortissime con le forbici per un look fai da te, mentre sono assolutamente attuali i crop top non troppo corti da abbinare rigorosamente a pantaloni o gonne a vita alta. In questo modo anche chi non sfoggia una pancia piattissima potrà indossare il trend di questa estate». Quanto alle scarpe «il trend del momento sono le ciabatte, scelta discutibile in fatto di stile, ma sicuramente comode. Per essere altrettanto comode e fresche meglio puntare su sandaletti flat, magari con dettagli gioiello o in tessuto dalla stampa floreale o animalier per dare quel tocco di glam in più». Di gran moda gli anni ’70: «se si calzano zeppe altissime abbinate ai pantaloni a zampa è fondamentale scegliere la lunghezza giusta del pantalone che non deve essere né troppo corto con il risultato del tessuto svolazzante, ma nemmeno troppo lungo nascondendo completamente la scarpa e rischiando di farlo strisciare sul pavimento». Infine, il trucco e parrucco. «Se non si riesce a fare a meno del make up neppure col gran caldo è importante scegliere prodotti dalla texture leggera in modo da far respirare la pelle prediligendo cosmetici di base come il fondotinta e il mascara, accantonando ombretti e rossetti per un look più naturale, il trend del momento in fatto di bellezza». Se i capelli lunghi col caldo sono insopportabili, «si possono realizzare velocemente eleganti chignon o trecce dal look leggermente disordinato o decidere di fasciare la testa in un turbante colorato per completare un look».

13:33 17/07

di Redazione

Commenta

Il Grande Spettacolo dell’Acqua riaccende i motori: già superata quota 20mila prenotazioni

Si avvicina a grandi falcate l’appuntamento con la nuova edizione de Il Grande Spettacolo dell’Acqua, promosso da “La Fondazione Insieme per…”, che anche quest’anno narrerà la vita di Gerardo Maiella, il Santo amico dei poveri, sulle rive del Lago di San Pietro, a Monteverde.

Dal 31 luglio al 30 agosto, tutte le sere (eccetto il martedì) alle 21:30, il Lago tornerà ad accendersi di luci, danze, colori e magia, per divulgare il messaggio di solidarietà di San Gerardo Maiella, che nei territori a cavallo tra Campania, Puglia e Basilicata è vissuto e ha operato miracoli. Il pubblico, intanto, è in trepidante attesa. Proprio stamane è stata superata quota ventimila prenotazioni, provenienti da tutta la regione e da tutto il Sud Italia, con il tutto esaurito registrato per le repliche del 1° agosto e dell’8 agosto.

Ogni sera, un impianto scenico di oltre ventimila metri quadri, collegato attraverso 160 km di cavi, ospita uno spettacolo condotto da attori e danzatori professionisti e impreziosito dalla magia delle luci e di un meraviglioso sipario d’acqua. Dalla prima edizione, nel 2006, le repliche sono state 256: hanno portato sugli spalti oltre 241mila spettatori e permesso alla fondazione, presieduta da Padre Angelo Palumbo, di portare avanti i propri progetti di solidarietà in molte zone svantaggiate dell’Italia e del resto del mondo.

Come d’altronde è accaduto nelle passate edizioni, grande successo nelle prenotazioni sta ottenendo anche Il Grande Spettacolo dell’Aria, replicato anch’esso ogni giorno (alle 18:30) e che vede protagonisti rapaci, maestri falconieri e attori professionisti che coinvolgono tutti nell’affascinante mondo della falconeria.

L’organizzazione messa in piedi da “La Fondazione Insieme per…” poggia anche sull’accoglienza nell’Area Lago, la zona immediatamente antistante le tribune. Qui, infatti, è possibile sostare presso la Bottega Verdeluna, dove si può dare un ulteriore aiuto alle attività della fondazione cogliendo il desiderio di collaborazione di aziende del territorio. Verdeluna propone dunque sapori tipici della nostra terra, abbinati ad un gesto di solidarietà. I suoi prodotti sono utilizzati all’interno del Madagascar Café, il ristorante situato anch’esso nell’Area Lago e aperto tutte le sere (eccetto il martedì).

INFO E PRENOTAZIONI: 0827.1713055

www.grandespettacolo.it  

23:54 16/07

di Redazione

Commenta

"Optima Italia" e "Giffoni" partner eccellenti per costruire la prima squadra di giovani innovatori del futuro

Optima Italia S.p.A., una solida multiutility napoletana leader nel mercato dell’energia e delle telecomunicazioni, Giffoni Experience e Giffoni Innovation Hub firmano una partnership per costruire le fondamenta di una palestra di giovani talenti e innovatori. Tre realtà di eccellenza del territorio campano, accomunate anche da una identica visione del futuro, si alleano per accogliere e sviluppare idee innovative di giovani capaci, di età compresa tra i 18 e i 26 anni, appassionati ed esperti del mercato digitale, in particolare della web economy. Programmatori, web developer, designer, sound engineer, game developer, marketing specialist, maker, selezionati attraverso una call, parteciperanno al format Giffoni Dream Team in occasione della 45esima edizione di Giffoni Experience, dal 17 al 26 luglio.

Una scommessa, per capire chi ha la stoffa giusta per sfruttare le opportunità. Ma anche la migliore occasione per generare e diffondere valore e cultura di impresa: mettere insieme dei giovani, farli incontrare e impegnarli nello sviluppo di progetti, prototipi e item per il mercato della digitaleducation e del digitallearning. I webtalent saranno divisi in team e lavoreranno per sviluppare due progetti di startup: un videogioco inclusivo pensato per i bambini dai 5 agli 8 anni (Play for inclusion) e un nuovo prodotto di design a supporto della didattica innovativa nell’età prescolare (Learning through play).

Optima coinvolge nel Giffoni Dream Team 7 studenti italiani e spagnoli, provenienti dai migliori atenei europei e vincitori di borsa Erasmus, attualmente impegnati nell’originale sociality ”OptimaErasmus”, format ideato proprio dall’azienda. Una ulteriore opportunità per sviluppare una esperienza unica nel suo genere: di essere “inviati” speciali di OptiMagazine a Giffoni Experience con i suoi ospiti nazionali e internazionali e, contemporaneamente, partecipi del Dream Team per affinare il proprio talento, con il supporto di mentor in grado di insegnare come un’idea possa strutturarsi e diventare progetto di impresa.

La creatività e la cultura rappresentano la palestra dell’innovazione", dichiara Claudio Gubitosi, fondatore e direttore di Giffoni Experience. "Occorre costruire un intero ecosistema fatto di intuizione, genio, coraggio, estro, sentimento ma anche di consapevolezza, conoscenza ed esperienzaGiffoni vuole fungere da propulsore per le giovani generazioni e aiutarle a ripartiresenza demandare ad un futuro indefinito le proprie aspettative. Vogliamo ripartire dalla concretezza, da luoghi, da concetti, da bisogni, definiti, guardandoli però da una prospettiva in grado di effettuare una vera e propria trasformazione di valore: innovazione appunto. E lo faremo in un territorio, il nostro, che non ha abdicato al proprio ruolo di volano”.“Al talento va affiancato l’allenamento e la condivisione delle diverse competenze – scrive Luca Tesauro, Ceo di Giffoni Innovation Hub -  alla naturale intuizione, la capacità infinita di generare valore attraverso la cultura”.

Fondamentale la conoscenza e l’incontro con esperti della web economy con il fine di mettere insieme e confrontare le diverse realtà presenti. Alla base della strategia di Optima Italia, frutto della capacità di un management giovane e visionario che utilizza i canali più innovativi di tecnologia, marketing e di comunicazione, c’è l’obiettivo di catturare il talento dei giovani e di supportarli creando le basi di uno sviluppo territoriale qualificato e diffuso, non trascurando di investire anche in produzione culturale e associazionismo sociale.     

Optima investe in cultura, formazione e talento – dichiara Danilo Caruso, presidente Optima Italia - perché crediamo fermamente che siano armi formidabili per opporsi alla crisi e far decollare le idee. Se offriamo servizi e prodotti esclusivamente legati alle esigenze attuali, a un certo punto la nostra crescita finisce. Se il nostro mercato è in contrazione, come facciamo a immaginare Optima nel futuro? L’espansione nei mercati stranieri è soggetta a tempi molto lunghi, mentre la fruizione culturale è immediata ed è potenzialmente illimitata la quantità di cultura che si può consumare nella propria vita. Attraverso l’innovazione, l’arte, la culturasi ha una forte visione del mondo! Il nostro obiettivo è dunque quello di creare - conclude Caruso -  un ambiente positivo e dinamico che sappia trasmettere i valori dell’azienda aldilà del suo core business”.

La partnership con Giffoni rafforza il valore di questa mission e racconta che un Sud migliore esiste: basta seguire le tracce di queste esperienze.

23:38 16/07

di Redazione

Commenta

Nicola Piovani al Ravello Festival con “La musica è pericolosa”

RAVELLO. Domani, venerdì 17 luglio, il pubblico della 63ª edizione del “Ravello Festival” sarà accompagnato dal premio Oscar Nicola Piovani (nella foto) e dall’Ensemble Aracoeli, in un viaggio multisensoriale dal titolo “La musica è pericolosa” (Belvedere di Villa Rufolo, ore 21.45 - posto unico 40 euro), che racconta musicalmente il frastagliato percorso artistico del pianista e compositore al fianco di figure come De André, Fellini, Magni, Benigni, ma anche registi spagnoli, francesi, olandesi, nel mondo del teatro, del cinema e della televisione.

19:17 16/07

di Redazione

Commenta

Tartarughe marine, autopsie all'Istituto zooprofilattico

NAPOLI. La Stazione Zoologica Anton Dohrn e l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno insieme per definire le modalità di recupero e di gestione sanitaria delle tartarughe marine sul litorale della Campania.

“E’ stato siglato un protocollo di intesa tra Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno e Stazione Zoologica Anton Dohrn, diretto da Vincenzo Saggiomo, che prevede una collaborazione attiva tra i due Enti e che segue il decreto regionale che definisce le modalità di recupero di cetacei, tartarughe marine e selaci”, spiega Antonio Limone, commissario dell’Izsm di Portici. “Mentre gli esemplari vivi rinvenuti in difficoltà, e quindi allamati, ammagliati o traumatizzati, saranno curati dalla Stazione Zoologica; quelli rinvenuti deceduti saranno analizzati presso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno che effettuerà tutte le analisi del caso per accertare le cause del decesso e per tutelare non solo l’ecosistema marino, ma anche e soprattutto la salute pubblica”.

Il documento è stato sottoscritto nel corso di una due giorni di studio che si è tenuta presso la sala convegni dell’Izsm di Portici. Hanno preso parte all’evento, che si è concluso ieri, anche il Settore Veterinario della Regione Campania, il servizio veterinario delle Asl della Regione Campania, l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, l’Osservatorio del Mare, il Centro di riferimento regionale per la Sicurezza sanitaria del pescato, la Capitaneria di Porto di Torre del Greco e il Nucleo sommozzatori dei Vigili del Fuoco della Provincia di Napoli.

“Si tratta di un documento che dà il via ad una attività sperimentale che ha pochi precedenti in Italia e che pone un tassello importante per il controllo e la tutela della risorsa mare della nostra regione”, conclude Limone.

 

17:39 16/07

di Redazione

Commenta

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno