Martedì 11 Dicembre 2018 - 4:43

Mese della Salute Orale: Obiettivo Zero Carie e tutte le iniziative a Napoli

Nonostante i progressi della medicina e la maggiore consapevolezza tra i cittadini, di carie soffre 1 italiano adulto su 2*: si manifesta in misura maggiore rispetto a quando mangiavamo alimenti ad elevata consistenza e a basso contenuto di zuccheri.

Scopo della XV edizione del Mese della Salute Orale, promosso da Colgate in collaborazione con SIDO (Società Italiana di Ortodonzia), è quello di fornire ai cittadini strumenti per far fronte al problema della carieNovità di particolare interesse, lacollaborazione  con CIA (Confederazione Italiana Agricoltori) per promuovere la spesa salva-denti” che coinvolge chi frequenta i mercati di otto città (calendario scaricabile dai siti www.prontodentista.it e www.cia.it) con nozioni e strumenti utili ad affinare le abitudini alimentari giornaliere e  ridurre, tramite una alimentazione consapevole, il rischio di sviluppare la carie.

Domenica 29 marzo, tra gli ottimi prodotti del nostro territorio in mostra al mercato CIA di Piazza Dante aperto dalle 9 alle 13, la Melannurca Campana IGP della zona dei Campi Flegrei, croccante e compatta, ha la capacità di contrastare lacarie grazie alla sua azione meccanica di rimozione di residui di altri alimenti.

Al desk ‘Obiettivo Zero Carie’, oltre a prenotare una visita gratuita presso lo studio dentistico più vicino alla propria abitazione, il cittadino potrà partecipare a lezioni di sorriso sano con l’igienista dentale che si avvale di bocca e spazzolino giganti e ascoltare i consigli dell’agronomo su come  combinare i genuini prodotti del territorio basandosi sui contenuti della Piramide odonto-alimentare e del Regolario di Igiene Orale 3.0.

Fino al 31 marzo, basterà navigare sul sito www.prontodentista.it, cliccare nella sezione ‘trova il tuo dentista SIDO’, individuare il dentista ortodontista di zona e fissare gratuitamente una doppia visita odontoiatrica e ortodontica per l’intera famiglia. Nello studio del dentista si potrà eseguire un Test salivare (il test non ha finalità diagnostiche ma è utile per misurare il grado di infiammazione nel cavo orale dovuto alla carica batterica presente) e ricevere il Diario alimentare per tracciare le proprie abitudini alimentari e l’impatto sull’igiene orale, imparando a bilanciare correttamente, nel corso della giornata, il consumo degli alimenti cariogeni, cariostatici e anti-cariogeni.

Tutte queste iniziative dimostrano l’impegno che Colgate ha nei confronti della salute orale dei cittadini realizzando il Mese della Salute Orale che in Italia è arrivato alla XV edizione.

 

Per maggiori informazioni:www.prontodentista.it

 

* Indagine SIDO 2014

23:29 24/03

di Redazione

Commenta

Leadership 2015: ecco le regole per avere successo

Cambiano i tempi e cambia anche il modo  di esercitare la leadership all'interno di un'azienda: dalla guida unica, il padre padrone dell'impresa, al collettivo e alla comunicazione.

Di questo si è parlato nel corso del seminario "Leadership 2015, istruzioni per l'uso", promosso dal gruppo Giovani Imprenditori dell'Unione industriali di Napoli, svoltosi lunedì 23 marzo presso la sede dell'associazione in piazza dei Martiri a Napoli. In cattedra, per illustrare ai giovani imprenditori le "istruzioni" per una leadership al passo coi tempi, è salito Claudio Belotti, primo master trainer europeo  in Pnl for Business, già ospite all'Unione industriali di Napoli in qualità di relatore per l'edizione 2014 di Nex Generation, la tavola rotonda nazionale per riflettere su opportunità e rischi del passaggio generazionale in azienda.

“Il successo è l’abilità di far succedere le cose – spiega il coach - Un italiano medio guarda il suo smartphone 164 volte al giorno per controllare quanti  likes la gente mette ai suoi post. Ecco, fare business vuol dire essere in grado di trasformare quei likes in fatturato. In clienti.”

All’incontro hanno partecipato moltissimi giovani professionisti provenienti da tutta la Campania e di diversi ordini professionali: ingegneri; avvocati; commercialisti e naturalmente imprenditori e i presidenti delle categorie del gruppo “Giovani Elementi”.

Claudio Belotti è un esperto conoscitore del metodo Compass messo a punto da un gruppo di ricercatori di Harvard e utilizzato per rilanciare aziende in difficoltà nel corso del passaggio generazionale.  Gianna Mazzarella, vicepresidente del Gruppo Giovani imprenditori con delega alla Business opportunity, e promotrice dell'incontro afferma: "Siamo figli di una generazione che ha avuto tanta ricchezza ed evoluzione, veniamo dal mattone e dall'epoca concreta. Ora - spiega Mazzarella - abbiamo l'opportunità di traghettare le nostre aziende ma lo faremo solo sapendo cavalcare l’onda del cambiamento, se sapremo aprire la nostra mente alle novità e se non ci faremo arenare da problemi e diatribe che ognuno di noi ha all'interno delle nostre aziende, con una comunicazione consapevole". Per fare questo "serve una guida che ci spieghi come fare, che ci dia gli strumenti. Da qui nasce 'Leadership istruzioni per l'uso': ho avuto la possibilità di incontrare nel mio percorso professionale Belotti, che ritengo la massima espressione del coaching a livello europeo ed è un onore per noi averlo oggi qui al unione industriali".  Susanna Moccia, presidente del Gruppo Giovani imprenditori dell'Unione dichiara : "C'è sempre da imparare per noi - dichiara - i bimbi sono delle spugne ma noi non siamo da meno e ascoltiamo con tanta voglia di migliorare le nostre capacità manageriali all'interno delle nostre aziende".

Claudio Belotti  spiega: "La leadership aziendale negli ultimi anni è cambiata sotanzialmente”. Non esiste più la leadership dall’alto di un unico capo. Oggi governare un’azienda è un lavoro di squadra, un fare collaborativo dove la comunicazione è alla base del successo affinchè  dalle differenze si crei fertilità”.

I giovani industriali di Napoli, riconoscono di appartenere a un popolo che ha dimostrato in passato di saper risolvere i problemi ma che allo stato attuale ha  bisogno di qualcuno gli dia una direzione e speranza. Opportunità soprattutto. . I giovani imprenditori sono convinti che  la propria creatività possa portare a qualcosa di importante da creare nel futuro,e tutto sarà possibile la vecchia generazione si renda conto che i loro figli sono pronti e sono molto in gamba, affinché possano finalmente esprimersi.

Belotti traccia poi una cronostoria di come è cambiata la leadrship negli anni affermando: “Una volta la leadership era piramidale ed era maschile. Quella del futuro è al femminile: collaborativa , basat sul networking. Creatività e tenacia le due fondamentali caratteristiche della leadership del futuro”

Parla poi dell’importanza della passione il coach, riconoscendole il merito di essere il motore del mondo. E lancia alcune regole che potranno determinare la riuscita di un’impresa e il successo di un leader quali il possesso di competenze nel campo in cui si opera; la capacità di gestione dei propri stati d’animo; tracciare di progetti e dei percorsi per raggiungere l’obiettivo.

Infine ricorda che per ottenere un successo bisogna : pensare che sia possibile; pensare di essere in grado di farlo e pensare che lo si stia facendo nel modo giusto.

Pensare che il modo che mi ha proposto il leader è il modo giusto.

Soddisfatte queste condizioni allora saremo dei grandi leader! Rassicura  Belotti.

 

 

 

23:26 24/03

di Redazione

Commenta

“WebUPdate" a Città della Scienza

5 edizioni pregresse,  12 relatori, oltre 1000 persone già iscritte, la location della Città della Scienza di Napoli con 3 sale a disposizione e ben 50 partner, sono solo alcuni dei numeri con cui il WebUpDate si ripropone nel 2015 allestendo la sua VI edizione.

L’evento più grande del Sud Italia per il settore marketing e comunicazione è rivolto ad aziende, professionisti del settore, studenti, appassionati e semplici curiosi che durante il corso dell’intera giornata potranno confrontarsi – nella sala Newton di Città della Scienza - con esperti relatori quali Fabio Lalli (Indigeni Digitali), Maddalena Granata (Yelp), Davide Brasile (Original Marines), Luigi Marino (Stockusers) e molti altri ancora.

Inoltre, nelle sale Archimede e Averroè, i workshop professionali a numero chiuso con Robin Good, Fabio Sutto, Riccardo Scandellari, Ivano di Biasi e Giuseppe Liguori (presenti anche nella sala Newton per gli incontri ad ingresso libero).

L’intento della VI edizione del W.U.D.  - con le nuove strategie e tecniche messe a disposizione dal web - sarà quello di affrontare discorsi e tematiche apparentemente molto vaste ma che hanno diversi elementi in comune, dato che l’evolversi del mercato deve necessariamente coincidere con una maggiore visione d’insieme della comunicazione.

Con l’approssimarsi dell’evento, grande soddisfazione espressa da Alessandro Mazzù, ideatore della rassegna e CEO dell’agenzia di comunicazione Qadra: “Il bilancio non può che essere assolutamente positivo. Siamo più che soddisfatti della partecipazione da parte del pubblico, che aumenta ogni anno e che si fa sempre più propositiva, fornendo importanti spunti di crescita attraverso suggerimenti, idee, domande e proposte.”.

 

Di seguito il programma completo (sala Newton):

Dalle ore 9:00 accreditamento previa registrazione su www.webupdate.it

  9:45 – 10:00 |Presentazione delle novità dell’edizione 2015 del WebUpDate con Alessandro Mazzù

10:00 – 10:45 |Personal Branding e rilevanza algoritmica con Riccardo Scandellari

10:45 – 11:39 |Non solo mobile con Fabio Lalli

11:30 – 12:15 | [Case History] Original Marines:  Introdurre il digitale in un sistema retail complesso con Davide Basile

12:15 -  13:00 | Content Curation: Il Futuro è di Chi Organizza con Robin Good

14:00 – 14:45 | Portare al successo un E-Commerce con Fabrizio Barbarossa

14:45 – 15:30 | Adwords e Facebook Adv best practices con Fabio Sutto

15:30 – 16:15 | L’acquisizione di utenti per le piattaforme digitali: Stockusers, la soluzione al problema con Luigi Marino

16:15 – 17:00 | A New Story to Tell – StoryTelling con Enzo De Simone

17:00 – 17:45 | To yelp – ovvero cercare su Yelp con Maddalena Granata

Dalle ore 18:00, tra tutti i presenti, verrà estratto il vincitore del biglietto di P. Kotler del 15 Maggio a Milano (valore € 400 + iva)
 

 

Programma dei workshop a numero chiuso:

11:00 – 13:00 | Facebook Advertising e Performance Marketing con  Fabio Sutto (sala Archimede)

14:00 – 16:00 | Come raccogliere, organizzare e presentare contenuti in maniera efficace con Robin Good  (sala Archimede)

14:00 – 16:30 | SEO e Link Building, questione di equilibri con Ivano di Biasi e Giuseppe Liguori (sala Averroè)

16:15 – 18:15 | Contenuti efficaci  con Riccardo Scandellari (sala Averroè)

 

Per ulteriori informazioni e approfondimenti visitare il sito www.webupdate.it o usufruire dei seguenti contatti: 800-912425 -info@webupdate.it .

23:15 24/03

di Redazione

Commenta

Eccellenze Campane: cooking show e dimostrazioni di Sal De Riso sui dolci pasquali

Sabato 28 marzo, a partire dalle ore 9:30 e fino alle 12:30,  cooking show del Maestro pasticcere Sal De Riso presso Eccellenze Campane, il polo agroalimentare dedicato alle produzioni di qualità della regione.

In occasione della Pasqua, grandi protagonisti della dimostrazione culinaria saranno la colomba mandorlata e il soffiato di pastiera. Due specialità tradizionali della cucina pasquale, arricchite dalla fantasia e dall’esperienza del Maestro della Costiera amalfitana. Un gioco di ingredienti, sapori, consistenze e presentazione che consentirà ai partecipanti di stupire gli ospiti del pranzo di Pasqua.

Per prenotare il proprio posto, fino a esaurimento, contattare Eccellenze Campane allo 0815636303 o ainfo@eccellenzecampane.it.

Sponsor dell'iniziativa, il Molino Caputo che, per l'occasione, regalerà a tutti gli intervenuti una confezione da un chilo della farina Caputo Rossa. L'eccezionale qualità di questa farina consentirà ai partecipanti di cimentarsi nelle ricette di Sal De Riso e portare sulla tavola di Pasqua le raffinate golosità che potranno anche essere degustate presso il polo di via Brin.

23:05 24/03

di Redazione

Commenta

Anguria, le sue proprietà e i mille modi per gustarla

Anguria, buona in estate, fresca, dissetante. ma sapete anche che ci sono mille curiosità legate a questo frutto?
 
La prima curiosità è sulla forma. L’anguria è comunemente conosciuta di forma tondeggiante. Ma se oltrepassate le Alpi ecco le sorprese.  in Giappone gli agricoltori di anguria si sfidano ogni anno per dar forme nuove e strane a questo frutto. Angurie a forma di piramideangurie a forma di cubo, e quest'anno è stata realizzata per la prima volta l’anguria a forma di cuore, peccato non averla avuta per San Valentino
 
L'anguria si magia a fette, nella macedonia, col gelato, c’è chi la usa aggiungere all’insalata insieme a carote, pomodorini e ravanelli e chi invece la usa come contorno al tacchino arrosto o al pesce. C’è chi dalla polpa ne ricava una deliziosa marmellata, chi invece sorbetti, gelati e ghiaccioli.
 
Ma sapevate che dell’anguria non si butta nulla nemmeno la buccia. Infatti pare che in alcune regioni italiane, la buccia venga messa in salamoia con l’aneto e varie spezie riproponendo così una specialità moldavia-romena: il pepene murat. In Cina invece viene gustata stufata o saltata in padella con olio, aglio, cipolla e peperoncino.
 
Anche i semi vengono mangiati e al naturale hanno proprietà lassative. A volte vengono anche macinati diventando una farina ottima per la realizzazione del pane.
 
Inoltre l’anguria è ideale per chi vuol realizzare opere d’arte, infatti è facile da intagliare e grazie ai suoi tre colori (il verde della buccia, il bianco e il rosso della polpa) crea effetti straordinari.

23:03 24/03

di Redazione

Commenta

Ora legale, i cinque problemi più comuni

Il 1916 è l'anno in cui l'ora legale fu introdotta in Italia. Il decreto, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 27 maggio di quell'anno, specifica che il provvedimento sarebbe entrato in vigore dal 3 giugno. I quotidiani dell'epoca dedicano alla notizia un piccolo spazio. A ispirare la decisione fu proprio la guerra e la necessità di risparmiare quell'ora di luce, un'ora in più che poteva essere impiegata per produrre armi e munizioni, al costo di un'ora di luce persa al mattino presto. Finita la guerra, si valutarono i vantaggi in termini di risparmio energetico. L'ora legale fu ripristinata e poi soppressa più volte, finché - a partire dal 1966 - in Italia entrò in vigore ogni anno. Ma per un beneficio ve ne sarebbero cinque almeno che poi per alcune persone si traducono in disagi. Tutto quello che c'è da sapere prima di spostare, nella notte tra sabato e domenica, le lancette dell'orologio. I cinque disturbi più usuali sono legati 

al sonno

alla concentrazione

allo stress cardiaco

all'attenzione

allo stress psicologico

 

Le giornate con il buio ritardato sono per molti un sollievo, ma c'è anche chi ci mette tempo ad abituarsi al cambiamento di orario e dice di sentirsi "scombussolato" per giorni o anche settimane. La ricerca scientifica ha appurato che questo scombussolamento è reale. 

 

Si dorme peggio per alcune notti

 

Si fa fantica a concentrarsi

Uno studio sul Journal of Applied Psychology del 2012 ha rivelato che con l'ora legale c'è un aumento della quantità di tempo che le persone perdono a navigare su siti che niente hanno a che fare con il lavoro. I ricercatori hanno analizzato i dati sulle ricerche di siti della categoria "intrattenimento" forniti da Google per il lunedì successivo all'entrata in vigore dell'ora legale negli Stati Uniti. Rispetto al lunedì precedente, gli americani fanno il 3 per cento di ricerche in più legate a siti che hanno poco a che fare col lavoro.

 

Sono più frequenti gli incidenti in auto

È un fatto accertato che gli incidenti mortali diminuiscono nel periodo in cui è in vigore l'ora legale, in primavera, estate e inizio autunno, probabilmente perché c'è più luce quando la gente è in strada al ritorno dal lavoro. C'è però un'eccezione: il lunedì in cui l'ora legale entra in vigore. Quel giorno se ne registrano lo stesso numero o anche di più, probabilmente perché c'è più gente assonnata. 

 

Il cuore ne risente.

Secondo diversi studi, nella prima settimana di ora legale c'è un picco di attacchi di cuore. Si sa che il rischio di infarto è più alto al mattino rispetto ad altri momenti del giorno. L'ora persa, forse, aggiunge stress e aumenta per le persone a rischio le probabilità di incorrere in un attacco. 

 

Anche i suicidi aumentano

Uno studio condotto in Australia ha perfino riscontrato un aumento dei suicidi nelle prime settimane di ora legale, e in quelle successive al ritorno all'ora solare. Secondo i ricercatori, anche un piccolo cambiamento nei ritmi cronobiologici può portare a effetti devastanti nelle persone più vulnerabili.

22:38 24/03

di Redazione

Commenta

Usare lo smartphone provoca il mal di schiena

Usare uno smartphone fa veramente male oppure quello che si dice è niente di più che una leggenda metropolitana? Avevi mai sentito dire che se ti chini in direzione dello schermo del tuo smartphone, provochi una pressione sulla tua spina dorsale di 27 chilogrammi? È questa l’ultima frontiera della tecncologia, influire sulla muscolatura a causa della cattiva postura che si assume. Ovviamente non è il peso del cellulare a danneggiarci ma quell’anomalo piegarsi in avanti, oppure accavallare le gambe in maniera scorretta. Il vero problema è poi il tempo che si passa assumendo questa strada postura. Ti sei mai chiesto quante ore al giorno, alla settimana o addirittura al mese passi chinato sul tuo smartphone,  sul tuo tablet o su un qualunque dispositivo elettronico del genere? E hai  mai sofferto, nel corso di questi anni, di un dolore al collo o alla schiena? Se la risposta è sì bisognerebbe consultare un medico, un ortopedico o un posturologo per poter scoprire se quel doloretto al collo o alla schiena è docuto all’uso del cellulare. Quando si piega la testa per rispondere,, infatti, si viene a creare quello che è più o meno un angolo di 60 gradi, cosa che porta a provocare una pressione di circa 27 kg sulla spina dorsale, e ancora peggio, sulla parte del collo. Nel corso del tempo, un tale peso esercitato sul collo può portare a danni veramente gravi, ed è ovviamente direttamente proporzionale all’inclinazione della testa.

 

22:25 24/03

di Redazione

Commenta

“The Voice”, su Raidue ultimo appuntamento con le “Blind Audition”

MILANO. Su Raidue, domani sera - mercoledì 25 marzo - Federico Russo condurrà l’ultimo appuntamento con le “Blind Audition” di “The Voice of Italy”. A Roby e Francesco Facchinetti, J-Ax, Noemi e Piero Pelù mancano ancora 12 voci per completare i team, composti da 16 talenti ciascuno, e passare alla seconda fase della gara, quella delle “Battle”.

19:48 24/03

di Redazione

Commenta

Vino a tavola: la crisi sottrae agli italiani il gusto del brindisi

Consumi di vino al minimo storico. Lo spiega Coldiretti: dall'inizio della crisi è sparito dalle tavole degli italiani un bicchiere di vino su cinque ed i consumi di vino sono scesi al minimo storico dall'Unità d'Italia nel 1861. E' quanto emerge da una analisi della Coldiretti presentata al Vinitaly allo stand della Coldiretti al Centro Servizi Arena - nel corridoio tra i padiglioni 6 e 7 dove sono stati esposti i falsi vini Made in Italy nell'angolo della vergogna.

Se all'estero i problemi vengono dalle imitazioni, in Italia sono crollati gli acquisti di vino delle famiglie e i consumi nazionali - sottolinea la Coldiretti - sono scesi attorno ai 20 milioni di ettolitri, dietro Stati Uniti e Francia, con un taglio del 19 per cento dall'inizio della crisi nel 2008. Se la media di consumo è al di sotto dei 37 litri a persona, solo il 21 per cento degli italiani beve vino tutti i giorni e addirittura quasi la metà degli italiani (48,4 per cento) non lo beve mai durante l'anno, secondo elaborazioni Coldiretti su dati Istat.

Sta cambiando la geografia del vino e se i dati disponibili mostrano un consolidamento del consumo mondiale stimato nel 2014 attorno ai 243 Milioni di ettolitri, l'andamento non è più trainato dai paesi tradizionalmente produttori e consumatori come Italia e Francia, bensì dalla nascita e dallo sviluppo di nuovi poli di consumo. La Cina in pochi anni è diventata il quinto Paese consumatore ed oggi circa il 39 per cento del vino prodotto viene consumato in paesi non europei, rispetto al 31 per cento del 2000.

In Italia si beve meno, ma si beve meglio con il formato piu' venduto che è stato quello delle bottiglie da 0,75 litri a denominazione d'origine che puo' contare su una offerta Made in Italy di 74 etichette Docg, 341 Doc e 123 Igt. I vini piu' richiesti sono Chianti, Lambrusco, Vermentino, Barbera, Bonarda, Montepulciano d'Abruzzo, Nero d'Avola, Morellino e Dolcetto, ma crescono anche il Pecorino, l'Aglianico e il Pignoletto a conferma del successo dei vini autoctoni.

Il risultato - sottolinea la Coldiretti - è che la quantità di vino Made in Italy consumato all'interno dei confini nazionali è risultata addirittura inferiore di quella consumata nel mondo. Nonostante l'aumento dello 0,8 per cento nelle bottiglie esportate per un quantitativo di 20,4 milioni di ettolitri, l'Italia nel 2014 è stata sorpassata dalla Spagna (22,6 milioni di ettolitri, il 22 per cento in più sul 2013), dopo essere stata infatti a lungo il primo fornitore mondiale.

A trainare l'export - precisa la Coldiretti - sono le bollicine che mettono a segno nel 2014 un aumento del 18,2 per cento nelle numero di bottiglie esportate. Ad apprezzare il vino italiano sono soprattutto gli Stati Uniti che ne hanno importato quasi 6 milioni di ettolitri e a seguire la Germania e la Gran Bretagna entrambi con quasi 3 milioni di ettolitri. In termini di valore il vino - continua la Coldiretti - resta la prima voce dell'export agroalimentare italiano con un fatturato di 5,1 miliardi nel 2014, in crescita dell'1,4% sul 2013 ma dietro la Francia sempre prima in termini di fatturato legato all'export vinicolo con 7,7 miliardi di euro

Nel 2014 in Italia la produzione di vino è stata a 41 milioni di ettolitri con un calo del 12 per cento rispetto all'anno precedente che ha provocato anche la perdita del primato mondiale nella produzione di vino a vantaggio della Francia.

09:28 24/03

di Redazione

Commenta

“L’isola dei famosi”, vincono Le Donatella. Ascolti boom su Canale 5

MILANO. Le Donatella hanno vinto l'edizione 2015 de L'isola dei famosi in onda su Canale 5. Le sorelle portano a casa 100mila euro in gettoni d'oro, di cui il 50% devoluto in beneficenza. «È stata un’“Isola dei famosi” strepitosa. Questa edizione ha ottenuto numeri record su tutte le piattaforme: televisione, social e web. Lunedì la finalissima è stata seguita dal 32% di share con 6.545.000 telespettatori, picco del  53% nel momento della proclamazione de Le Donatella. Grande seguito anche tra i giovanissimi con il 48.57% di share sul target 15-24 anni e il 47.05% tra i 15-19enni.

01:19 24/03

di Redazione

Commenta

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)