Martedì 13 Novembre 2018 - 6:48

La nascita e le tradizioni di Nocera nel documentario di Michele Pelosio

Attraversare le diverse epoche storiche e riannodare i fili di un racconto che affonda le radici in secoli lontani. Riscoprire la storia della comunità di Nocera Inferiore e Nocera Superiore, le origini e le tradizioni. Giovedì 15 novembre alle ore 19.30 l'Aimc, l'Associazione Italiana Maestri Cattolici e l'associazione Giovani d'oggi presentano il cortometraggio “Nuvkrinum Alafaternum, il filo della storia” del regista nocerino Michele Pelosio. La proiezione al Teatro Comunale Diana in piazza Guerritore 17 sarà a ingresso gratuito.

Il cortometraggio, da un'idea di Lucia Amendola, ripercorre le tappe della storia nocerina in un viaggio tra passato e presente. E inizia con una principessa, chiamata Nocera, che corre su una strada di campagna nei pressi di un castello alla ricerca di un posto in cui restare sola. Si ferma davanti a un grande albero di noci e ne raccoglie una. Di scena in scena il corto si sposta tra passato e presente, e porta alla luce l'antico alfabeto nocerino, i tempi in cui si batteva moneta, l'assedio subito da Papa Urbano VI rifugiato nella torre del Castello Fienga.

“Sono orgoglioso di aver girato un film sulla mia città – ha detto il regista Michele Pelosio, 27 anni – il progetto è nato nell'estate 2017, e siamo riusciti a realizzare un cortometraggio professionale che seguendo un unico fine conduttore farà rivivere le varie epoche della storia nocerina”. Pelosio, dopo aver completato gli studi alla Roma Film Academy ha lavorato a Barcellona per la Attiva Film e di recente ha raccontato in video la Mostra del Cinema di Roma e il Festival di Venezia.

20:16 12/11

di Redazione

Commenta

La macelleria braceria Pastore festeggia 50 anni con nuovi piatti e un evento benefico

Una storia lunga 50 anni quella della macelleria – braceria Pastore del Vomero (Via Michelangelo da Caravaggio 58, tel. 081 643958 – 329 1540657), aperta da Domenico Pastore, nonno dell’attuale titolare Luca. A poca distanza dall’apertura le redini del locale passano ad Antonio Pastore, papà di Luca, che rafforza il progetto di qualità intrapreso da Domenico, non solo selezionando le migliori carni disponibili sul mercato ma estendendo l’offerta anche a prodotti di alta gastronomia. Nel 2014, poi, diventa finalmente realtà il sogno di affiancare alla macelleria una braceria in cui il cliente possa scegliere dal banco il taglio di carne preferito, assistere alla sua cottura alla brace e consumarlo comodamente seduto in sala accompagnandolo con un buon calice di vino. Con l’apertura della braceria il testimone passa a Luca Pastore che diventa titolare anche della macelleria. E’ lui che si occupa della cottura delle carni a vista su una griglia a carbone vegetale che conferisce un gusto particolare alle pietanze. Il menu della braceria prevede anche altre preparazioni che portano la firma della signora Linda, mamma di Luca.

Per celebrare l’importante traguardo dei 50 anni Luca Pastore ha scelto di organizzare lunedì 26 novembre (con inizio alle ore 20,00) presso il suo locale in via Michelangelo da Caravaggio 58 di Napoli una serata benefica in favore dell’Ospedale Santobono di Napoli. Potranno partecipare all'evento tutti coloro che faranno una donazione minima di euro 15 direttamente sul posto al personale dell'Associazione Sostenitori Ospedale Santobono ONLUS. Le donazioni saranno integralmente utilizzate per finanziare il progetto dell'Associazione di ospitare il Professore londinese B.C. Sommerlad, inventore di una tecnica chirurgica internazionale che porta il suo nome, che effettuerà, in collaborazione con l’equipe specializzata del Santobono guidata dal dr. Marcello Zamparelli, interventi su piccoli pazienti campani affetti da Labiopalatoschisi, una grave malattia malformativa del labbro e del palato.

Sul piano gastronomico la ricorrenza verrà sottolineata con l’ingresso in carta di due piatti nuovi: il gateau di patate con salsicce e friarielli e gli stentenielli di agnello alla Mimì, chiaro omaggio al fondatore Domenico,

18:29 12/11

di Redazione

Commenta

“La Ribalta”, dieci anni di passione

Continua il nostro excursus tra le compagnie teatrali per porre questa volta l’attenzione sulla compagnia teatrale “La Ribalta", nata dalla passione di Pasquale Esposito e Silvana Petti, una realtà che nel corso degli anni, nella città di Napoli ha riscosso molti successi, esclusivamente dedita all’attività teatrale, laboratorio per tanti giovani talentuosi che si sono cimentati nell’arte della recitazione. Questa settimana la Compagnia propone la commedia “Il telefono... che invenzione!", in scena sabato 24 e domenica 25 al teatro Paradiso di via Mariano Semmola al Rione Alto. Una commedia in due atti con un epilogo sempre molto divertente, la regia è affidata a Silvana Petti.

“La Ribalta" nasce da un idea di Pasquale Esposito e Silvana Petti che dopo aver speso le loro energie e competenze artistiche per circa un trentennio collaborando per la Fiat di Pomigliano D’Arco, il Cral Cnr, la Vitas (Volontari sangue Italsider), Dlf (dopolavoro ferroviario campi flegrei) e numerose associazioni onlus, continua con la propria compagnia composta da persone talentuose a portare avanti la tradizione partenopea di autori contemporanei e non, ed offrire al pubblico affezionato momenti di grande ilarita’e talvolta di riflessione.

 

17:08 12/11

di Redazione

Commenta

Settimana per la prevenzione maschile gratuita in 5 piazze napoletane

Al via la settimana per la prevenzione maschile gratuita promossa dalla Fondazione Pro presieduta dal professore ordinario di Urologia Università degli Studi di Napoli Federico II Vincenzo Mirone.

In occasione del mese dedicato alla salute maschile il team di medici della Fondazione dedicata al benessere dell’uomo promuove un tour settimanale per il Camper della prevenzione.

Da oggi a sabato, infatti, dalle ore 9.30 alle 13.30, sarà possibile avvalersi di consulenze specialistiche e controlli gratuiti presso 5 piazze napoletane:

lunedì 12 novembre il Camper della Fondazione Pro è in Largo Alessandro Lala

martedì 13 novembre Piazza Carità

mercoledì 14 e giovedì 15 novembre Piazza Vanvitelli

venerdì 16 novembre Piazza Dante

sabato 17 novembre Piazza Colonna Spezzata

Le attività della Fondazione Pro proseguiranno in occasione della Giornata Internazionale dell’Uomo istituita dall’Onu, 19 novembre. Lunedì prossimo, a partire dalle ore 9.00 a Napoli, presso la sede dell'Unione Industriali (Piazza dei Martiri, 58), la Fondazione Pro organizza e promuove “Andro Day. Percorsi di salute al maschile”, una giornata di confronto e riflessione sulla salute maschile e sugli stili di vita degli italiani, che beneficia del Patrocinio del Ministero della Salute.

In questa occasione saranno presentati i risultati dello studio condotto dall’Ipsos con l’obiettivo di indagare le abitudini dell’uomo italiano e i loro impatti sulla salute.

Quattro le tavole rotonde: alimentazione, sport e tempo libero, lavoro e famiglia, sessualità.

Ne discuteranno con Vincenzo Mirone, tra gli altri: Nando Pagnoncelli, presidente Ipsos; Aurelio De Laurentiis, presidente SSC Napoli; Paolo Scudieri, presidente Eccellenze Campane; Aldo Masullo, professore emerito di Filosofia Università degli Studi di Napoli Federico II; Luigi Nicolais, professore emerito Scuola di Ingegneria Università degli Studi di Napoli Federico II; Vito Grassi, presidente Unione Industriali Napoli.

16:12 12/11

di Redazione

Commenta

"Il principe poeta", canzoni e poesie di Totò in un libro: presentazione al teatro San Carlo

Sarà l'Opera Cafè Scaturchio del Teatro San Carlo di Napoli ad accogliere la presentazione/anteprima nazionale del volume "Antonio de Curtis - IL PRINCIPE POETA", prezioso volume che raccoglie, per la prima volta, tutti i testi delle canzoni scritte dal grande Totò e tutte le sue poesie, inclusi 5 inediti assoluti!

Pubblicato dalla storica casa editrice napoletana Colonnese Editore – che ha curato e organizzato l’evento di anteprima nazionale del volume – il libro riscopre l’intero corpus poetico e letterario del grande Totò, attraverso le poesie e i testi delle canzoni riprese dagli archivi originali di sua nipote Elena Anticoli de Curtis che, insieme a Virginia Falconetti, ha curato l’intero volume.

Alla presentazione del 12 novembre 2018 (ore 17.30) interverranno le due curatrici del volume e – con loro – saranno presenti la giovane editrice Francesca Mazzei (Colonnese and Friends | Colonnese Editore), l’Assessore alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli Nino Daniele, il popolarissimo attore Enzo Decaro, il dirigente-RAI Antonio Parlati (Presidente della Sezione Editoria Cultura e Spettacolo - Unione Industriali di Napoli) e il professor Lucio d'Alessandro (Rettore dell'Università degli Studi 'Suor Orsola Benincasa' - Napoli) che lo scorso anno fu promotore dell’ampio convegno multimediale “Diagonale Totò” in occasione del 50esimo anniversario della scomparsa del principe della risata.

L'incontro sarà moderato dal giornalista Michelangelo Iossa e vedrà la partecipazione del Marco Francini Duo (Marco Francini ed Edo Puccini), che eseguirà dal vivo alcune canzoni del grande Totò.

Al termine della presentazione sarà previsto il firma-copie con le curatrici del volume, Elena Anticoli de Curtis e Virginia Falconetti.

 

In questo libro prezioso, le poesie del principe de Curtis sono presentate e organizzate in macroaree tematiche, da "Napoli" a "Le donne", passando per "L'Amore", "Gli animali", "Uomini e caporali". Le canzoni sono arricchite da materiale iconografico d'epoca e da una selezione di spartiti originali: la vita difficile degli esordi, il successo, gli amori, le delusioni, la nostalgia e c’è Napoli che, con le sue bellezze e contraddizioni, si fa mondo.

Il volume è impreziosito da immagini a corredo, da illustrazioni, foto d'epoca e dalla prefazione del giornalistaRAI Vincenzo Mollica: "Questo volume meritoriamente raccoglie tutte le parole che Antonio de Curtis ha scritto in forma di poesia e in forma di canzone, a cui ha affidato la parte più sentita e sincera della sua vita".

"Il Principe Poeta" è anche un libro multimediale: consente, infatti, mentre si scorrono le pagine, di ascoltare la voce di Totò o di altri artisti per i titoli che presentano l'immagine del QR code.

Uno scrigno di file e, soprattutto, uno scrigno di poesie di Totò lette da lui stesso e 'catturate' con il suo registratore a bobine 'Geloso'! 

La piattaforma multimediale curata per questo volume è stata realizzata dalla ACTIVART: un lavoro prezioso e unico nel suo genere, che rende il volume ancor più interessante per gli appassionati (e non solo) di Totò.

12:42 12/11

di Redazione

Commenta

Marika Costabile, giovane stella nei "Bastardi di Pizzofalcone"

Tra i personaggi confermati nella seconda stagione dei Bastardi di Pizzofalcone c’è Chanel, vicina di casa impicciona dell'ispettore Lojacono. Ad interpretare questo ruolo troviamo Marika Costabile, 25 enne napoletana, che dopo essersi fatta notare nelle prime puntate della serie di Rai1 ispirata ai libri di Maurizio De Giovanni, ha esordito da protagonista al cinema nel film “Tonno Spiaggiato” di Frank Matano.

Come hai approcciato al tuo personaggio dei “Bastardi”?

«Chanel da subito mi ha fatto simpatia, è un personaggio allegro e divertente, forse sarò di parte ma non può non esserti simpatica. Per interpretarla ho fatto emergere la parte più esuberante di me, ma ho anche osservato molto le adolescenti napoletane. Mi piace pensare che la mia Chanel in un modo o nell’altro rappresenti un po’ tutte le ragazze napoletane».

Il tuo rapporto con Gassman?

«Ricordo il mio primo giorno di set quando ci hanno presentato e lui con un gran sorriso mi ha stretto la mano. È una persona straordinaria, sempre disponibile, allegra e molto professionale. Da lui ho imparato molto, mi ritengo fortunata ad aver lavorato con lui».

Due aggettivi per i registi della serie Carlei e D'Alatri...

«Carlei è stato il mio primo regista ed è anche grazie a lui se ho ottenuto il ruolo di Chanel. Gli sarò sempre grata. Non ho avuto molto modo di conoscerlo, posso dire di lui che è una persona molto seria e riservata. D’altri da subito si è comportato come un padre, un uomo gentile e affettuoso. Ti dava il benvenuto il primo giorno di set e alla fine di ogni giornata ti ringraziava».

Il tuo esordio al cinema con Frank Matano ha comportato uno sforzo fisico, cosa ti ha spinto ad accettare questa sfida e come l'hai affrontata?

«Non è stato facile, ma mai ho pensato di non accettare questo ruolo. Mi sembrava di conoscere Francesca da sempre, mi piaceva molto la trama del film e poi debuttare al cinema da protagonista non è un’occasione che capita tutti i giorni. È stata per me una doppia prova sia personale che attoriale e sono soddisfatta del risultato finale. Per interpretare quel ruolo sono dovuta ingrassare ben 10 chili, sotto la guida di un professionista. Il bello dell’essere attore è quello di trasformarsi per diventare un’altra persona ed è proprio quello che ho fatto io».

Ci racconti come hai iniziato?

«Ho iniziato all’età di 6 anni, i miei genitori consigliati dalla mia maestra dell’asilo mi hanno iscritta alla mia prima scuola di recitazione e da li non mi sono più fermata. la recitazione è stata da sempre la mia priorità e mai ho sognato o desiderato essere altro nella mia vita al di fuori di un’attrice. Sono solo all’inizio e la strada non è per niente facile ma non ho nessuna intenzione di arrendermi».

Dove potremmo vederti prossimamente?

«Ecco la fatidica domanda, mi potrete vedere molto presto ma per ora non vi svelo ancora niente».

 

23:08 11/11

di Redazione

Commenta

Ci sono “Buone notizie” con Cesare Cavoni su “Tv2000”

ROMA. Dopo il successo dello scorso anno torna su “Tv2000”, anche per la stagione televisiva 2018-2019, il settimanale Buone Notizie ideato e condotto da Cesare Davide Cavoni con la collaborazione di Stefano Paoletti. Al centro del programma l’idea di raccontare il bene, le storie positive della vita di tutti i giorni. In un panorama mediatico dedito solo al racconto di storie cruente di cronaca nera, il mondo delle buone notizie sembra non esistere. Eppure basta guardarsi intorno per scoprire vite e storie meravigliose. Non si tratta di chiudere gli occhi sulla realtà e far finta che il mondo sia popolato solo dal bene. Ogni buona notizia, ogni storia positiva, nasce da un piccolo o grande dolore, non esiste infatti un albero del bene e dunque nemmeno delle buone notizie. Come scriveva Italo Calvino ne Le città Invisibili, il nostro compito è di cercare in questo inferno, ciò che non è inferno, e dargli spazio. Dunque, la città in cui si muove il racconto di Buone Notizie è popolata di persone normali, gente comune che con gesti quotidiani aiuta il prossimo e manda avanti il mondo. Tante le storie raccontate fino ad oggi. Da quella dell’ex ergastolano che cambia completamente vita e si dedica ad aiutare i ragazzi disabili, a quella di una ragazza a cui i medici non avevano dato speranza e che invece diventa campionessa di nuoto. Infine, due parole sul nuovo modo di raccontare che “Buone notizie” ha inaugurato. Ogni puntata, infatti, corrisponde ad un capitolo e tutti insieme i capitoli delle storie costituiscono una sorta di grande romanzo televisivo, con personaggi e percorsi ricorrenti a cui il pubblico si appassiona. Questo e molto altro è “Buone notizie”, in onda su “Tv2000” il lunedì alle ore 19.30 e in replica dopo le 23 e il giovedì dopo la mezzanotte.

 

18:59 11/11

di Redazione

Commenta

Muti, Stella e Capasso protagoniste al convegno della “Smeraglia Luxury Clinic”

NAPOLI. Tanto entusiasmo alla “Smeraglia Luxury Clinic” ad “Eccellenze Campane” in via Brin 63 dove sabato sera si è tenuto il convegno “La tecnocosmetica a sostegno della chirurgia” con relatori il professore Silvio Smeraglia, il consulente di bellezza Ciro Florio, il cosmetologo Antonio Napolitano, il counselor psychology Davide Radicioli e Raffaele Pagano, esperto di formazione scuola. L'evento è stato allietato dalla presenza - in veste di ospiti d’eccezione - dell’attrice Ornella Muti, della cantante Valentina Stella e dell’attrice e cantante Anna Capasso (insieme nella foto di Maurizio De Costanzo). A fine serata un momento canoro che ha visto protagoniste Valentina Stella che ha voluto al suo fianco Anna Capasso con la quale ha duettato, tra l’entusiasmo del folto pubblico, nel brano “Mentecuore” scritto da Bruno Lanza, Antonio Annona e Nino D’Angelo.

18:37 11/11

di Redazione

Commenta

Club Partenopeo: nightlife e iniziative sociali

Il Club Partenopeo ha riaperto da poco più di un mese le porte al suo pubblico confermando le aspettative: rappresentare un assoluto punto di riferimento della night life e i clubbers di Napoli e dell’intera Campania.

Un club che si è trasformato puntando sull’essenza del proprio naming, composto dalle parole chiave Club: di respiro internazionale e associabile ad eventi, musica, intrattenimento e Partenopeo: tradizionale ma intrisa di storia, cultura, passione e solarità.

Il Club Partenopeo che da sempre registra numeri da capogiro durante i propri live, serate private ed eventi musicali di tendenza solo nel primo mese di attività ha accolto una miriade di affezionati e tantissimi nuovi amici.

Lo spazio si è aperto alla città, invitando le associazioni cittadine che promuovono la sana napoletanità attraverso iniziative sociali.

Atmosfera, dettaglio, creatività e passione, sono gli elementi alla base di ogni party al Club Partenopeo, un unico locale in grado di ospitare e creare party di ogni genere, dalla musica House, Tech house, dance, Afro house, pop e reggaeton.

Addii al celibato, feste aziendali, addii al nubilato, cerimonie privati tra amici e parenti, feste di laurea, matrimoni, diciottesimi ed eventi personalizzati, eventi cuciti su misura per qualsiasi cliente è il pane quotidiano per lo staff del club.

Artisti e Djs di alto livello

Nelle ultime stagioni il Club ha ospitato djs e guest stars internazionali e italiane, che hanno portato a Napoli la migliore musica house, techno ed elettronica del momento, senza trascurare una nutrita selezioni di musica dal vivo.

I Format di successo del nuovo sabato sera come Markett, Native e Vida Loca e quelli che verranno con artisti di calibro internazionale, hanno fatto divertire il pubblico del club di Coroglio a suon di buona musica e tanto sano divertimento.

Il club aspetta il suo pubblico ogni sabato a partire dalle ore 23:00.

Il servizio taxi

Grazie al servizio taxi i clienti del club potranno bere senza porsi il problema di dover portare l’auto di notte dopo la serata, e non solo.

I vantaggi di questo servizio sono enormi: oltre ad aumentare il divertimento personale, grazie alla serenità di sapere che ci sarà un’autista a portali a casa, i clienti eviteranno il notevole e fastidioso stress del traffico e del parcheggio.

Per non parlare dell’aspetto sicurezza: il servizio taxi elimina il rischio incidente a chi ha bevuto qualche drink di troppo e non è in condizione di guidare al meglio.

E non solo, il costo del parcheggio e del carburante auto saranno solo un ricordo dei fine settimana passati, in cui prima del divertimento imperava lo scoglio del traffico ingombrante del week end napoletano.

E infine, il club premierà tutti coloro che usufruiranno del servizio con un ingresso privilegiato ed una bevanda di benvenuto offerto dallo spazio, mentre all’esterno del locale vi sarà un’area specifica di sosta, munita d’insegna: Servizio Radio Taxi “La Partenope.” 

17:19 10/11

di Redazione

Commenta

"Le Muse" di Bruno Caruso al Palazzo San Teodoro

“Le Muse”, la Collezione 2019 dello stilista Bruno Caruso, sarà presentata a Napoli domenica 11 novembre alle ore 20 nei saloni di Palazzo San Teodoro, l’antica residenza gentilizia che conserva alla Riviera di Chiaia i sapori dell’eleganza, della classe e dello charme che la stessa collezione intende celebrare. La serata evento, un vero e proprio spettacolo in scena, sarà dedicata al tema dell’interculturalità e del “no al razzismo”.   

Internazionali sono infatti i clienti di Bruno Caruso, stilista napoletano apprezzato in tutto il mondo e in particolare dalla clientela doc americana, araba, russa e del resto d’Europa, e che ha visto le proprie creazioni protagoniste alle più importanti fashion week mondiali, da Parigi a Montecarlo e da Londra a Dubai, oltre alla già prevista futura partecipazione a New York.      

Così come internazionali sono le 30 modelle e i 10 modelli che sfileranno domenica 11 novembre, selezionati in un casting al quale hanno partecipato oltre 200 persone.  “Possiamo dire - spiega Bruno Caruso – che la moda da una parte ‘non ha colore’, perché non fa differenze ed è mondiale per definizione, e dall’altra che ha ‘tutti’ i colori, perché ciascuna cultura, tradizione e popolazione dei Paesi che ho visitato è diventata una ‘musa ispiratrice’ delle mie creazioni”   

“Le Muse” è una collezione di spessore e qualità che resta vicina alla donna moderna e di tutte le età, conservando la prerogativa del suo stilista, che si definisce un ‘artigiano del lusso’ coniugando la manualità all’eleganza e conservando le origini sartoriali napoletane, scrigno di cultura, classe, eleganza ed artigianalità riconosciuta in tutto il mondo. La collezione è liberamente ispirata alle nove divinità greche famose in tutto il pianeta, una suggestione di stili e tessuti ricercati e sempre originali. I modelli femminili e  i capi di alta sartoria maschile, ma anche gli accessori come scarpe, pochette, gioielli e spille, rendono la collezione un vero e proprio spettacolo, che andrà ‘in scena’ appunto a Palazzo San Teodoro (Riviera di Chiaia, Napoli) domenica 11 novembre alle ore 20.

12:23 10/11

di Redazione

Commenta

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici