Mercoledì 20 Settembre 2017 - 0:38

Due arresti per tentato omicidio a Torre Annunziata

I carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip su richiesta della Procura, nei confronti di due persone, con l'accusa di tentato omicidio e detenzione e porto illegale di armi. L'indagine, partita a gennaio, è scattata in seguito alla sparatoria avvenuta a Torre Annunziata, in cui un giovane a bordo di un'auto in via Cuparella venne colpito al torace rimanendo gravemente ferito. I due indagati sono considerati vicini al clan camorristico 'Gallo-Cavalieri' e uno di loro è il figlio di Francesco Gallo, detto ’o Pisiello', attualmente in carcere in regime di 41bis. Il movente dell'agguato sarebbe da ricondurre ai dissidi familiari fra il giovane e la famiglia della madre, parente di una delle vittime, scaturiti in seguito a una relazione extraconiugale tra la moglie di Francesco Gallo e un appartenente al clan rivale 'Gionta'.