Sabato 15 Dicembre 2018 - 2:08

Minacce al pm, arrestate 4 persone legate al clan La Torre

MONDRAGONE. Un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, nei confronti di quattro persone, è stata eseguita dai carabinieri della compagnia di Mondragone (Caserta) insieme al personale del Nucleo investigativo centrale della polizia penitenziaria nell'ambito di un'articolata indagine coordinata dalla Dda di Napoli. Le misure sono state eseguite nelle province di Caserta, Benevento e Torino. Gli indagati sono accusati di detenzione illegale di armi comuni da sparo e da guerra, con l'aggravante del metodo mafioso. Le indagini, spiegano i carabinieri in una nota, sono state condotte anche attraverso intercettazioni telefoniche ed ambientali e "attraverso lo stretto monitoraggio in carcere di Augusto La Torre, già capo clan di Mondragone tra gli anni '80 e '90, e del fratello Antonio". Dalle indagini, fanno sapere i carabinieri, è emerso "come i due, a Mondragone dal luglio 2015, abbiano illegalmente detenuto e portato in luogo pubblico più armi comuni da sparo e un'arma da guerra per riaffermare l'egemonia del clan La Torre su quel territorio". "Gli indagati, inoltre - osservano i carabinieri - avrebbero anche formulato minacce di morte nei confronti del pm Alessandro D'Alessio", titolare dell'indagine insieme al Maria Laura Lalia Morra.