Martedì 13 Novembre 2018 - 22:22

Bancarotta fraudolenta, sequestrati impianti e costumi al Sannazaro

NAPOLI. La Guardia di Finanza di Nola ha eseguito un decreto di sequestro preventivo, emesso dal gip su richiesta della Procura nolana, delle quote sociali della società Esmeralda srl, subentrata nella gestione del Teatro Sannazaro di Napoli alla società fallita Lamaing srl. Sequestrati anche materiale da palcoscenico, impianti scenici, costumi di scena e macchine elettroniche utilizzati per l'organizzazione e lo svolgimento delle rappresentazioni artistiche. Il provvedimento scaturisce dalle indagini coordinate dalla Procura di Nola che hanno portato alla luce il delitto di bancarotta fraudolenta in relazione alla società Lamaing, fallita nel 2016 con sentenza emessa dal Tribunale di Nola. Gli approfondimenti hanno consentito di appurare che la compagine societaria della società fallita, allo scopo di sottrarre alla garanzia dei creditori l'azienda "Teatro Sannazaro", avrebbe dissimulato il compendio aziendale con un susseguirsi di cessioni e acquisizioni di quote sociali all'interno della stessa compagine societaria composta da soggetti legati da rapporti familiari. Lo stesso gruppo familiare avrebbe quindi continuato nella gestione del Sannazaro mediante un nuovo soggetto economico, la Esmeralda srl. Il danno ai creditori è stato quantificato in 1,5 milioni di euro.