WASHINGTON. Un bambina di 18 mesi sopravvissuta a un incidente stradale è stata trovata viva dopo aver trascorso 14 ore al freddo seduta nel suo seggiolino, con la testa in giù. Il fatto è accaduto nello Utah, nell'ovest degli Stati Uniti. Secondo quanto riferiscono i media americani, l'auto sulla quale viaggiava la bambina è uscita fuori strada verso le 22.30 di venerdì sera, finendo nella acque di un fiume poco profondo a Spanish Fork, a sud di Salt Lake City. La madre della piccola, la 25enne Lynn Groesbeck di Springville, è deceduta subito dopo l'impatto. La bimba è rimasta intrappolata nella macchina per tutta la notte tra le acque gelide del fiume fino alla mattina successiva, quando è stata trovata da un pescatore. Trasportata d'urgenza in ospedale, le sue condizioni sono stabili, ma critiche. Secondo le autorità la bambina è sopravvissuta a temperature così fredde perché il suo seggiolino, trovandosi sul sedile posteriore dietro il conducente, fortunatamente non è stato raggiunto dall'acqua.