ROMA. È scontro durissimo tra Claudio Lotito e il dg dell’Ischia, Pino Iodice. «Ho dato mandato ai miei legali di tutelare la mia persona e la mia posizione istituzionale in sede giudiziaria, sia penale che civile, intendendo cosi reagire ad una manovra subdola ed accertare la responsabilità del sig. Iodice e di tutti coloro che a qualsiasi titolo hanno utilizzato, o diffuso, un colloquio telefonico abusivamente registrato», annuncia il patròn della Lazio all’indomani della pubblicazione della telefonata intercorsa con il dirigente del club isolano con il quale Lotito avrebbe esercitato pressioni in vista dell’assemblea della Lega Pro. Il quale, dal canto proprio, ribatte prontamente: «Se Lotito non viene sanzionato per quello che sta emergendo è la prova che nel calcio esiste una cupola mafiosa che va sconfitta».