MILANO. Il Dap, il dipartimento amministrazione penitenziaria, ha avviato accertamenti su violenti insulti apparsi sulla pagina Facebook del sindacato della Polizia penitenziaria Aslippe («meno uno», «un rumeno in meno», «collega, scala la conta», tra gli altri) a proposito di un detenuto condannato all'ergastolo che nei giorni scorsi si è suicidato nel carcere milanese di Opera. «È un'offesa - spiegano al Dap - al lavoro di tutti gli agenti impegnati a salvaguardare le persone che hanno in custodia». Interrogazioni al Guardasigilli Orlando che convoca i vertici del Dap.  Ancora più vergognosa la "catena" ddi commenti di "sostegno" degli utenti Fc.