CHIETI. Ha strangolato la compagna con un cavo elettrico e poi ha chiamato i vicini per dare l'allarme. Il fatto è accaduto la notte scorsa a Vasto Marina, in provincia di Chieti. Il movente potrebbe essere di natura passionale. L'uomo di 57 anni, da tempo residente in Abruzzo, ha ucciso la donna, di 53 anni, originaria di Roma, all'interno dell'appartamento della città adriatica dove vivevano. L’arma del delitto, un cavo elettrico, stretto attorno al collo della donna. Quando sono arrivati i soccorsi e i sanitari del 118 la donna aveva già cessato di vivere. Trasportato in caserma l’uomo è apparso in un evidente stato confusionale e dopo un primo interrogatorio è stato trasferito nel locale carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria.