Domenica 18 Novembre 2018 - 6:02

Avellino, massacrò una famiglia: condannato all'ergastolo

Domenico Aschettino ferì gravemente anche Carolina Sepe, che a dicembre partorì una bambina sebbene in coma. La donna e la piccola poi sono morte

AVELLINO. È stato condannato all'ergastolo Domenico Aschettino, l'ex vigilante che il 25 agosto 2013 arrivò armato nel cortile della palazzina di contrada Pignano a Lauro dove viveva la famiglia Sepe, Aschettino esplose alcuni colpi che uccisero Vincenzo Sepe, 65 anni, e ferirono gravemente la figlia 23enne Carolina, che si era affacciata alla finestra al primo piano dello stabile. Non contento, Aschettino salì di corsa le scale e fece irruzione nell'appartamento sparando ancora con l'arma di ordinanza contro la suocera 73enne di Sepe, Bettina Crisci, anch'ella ferita. Carolina Sepe, al quarto mese di gravidanza, fu tenuta in vita nell'ospedale Cardarelli di Napoli per dare alla luce una bimba. A ottobre 2013 morì anche Bettina Crisci. Il 22 dicembre nacque la piccola Maria Liliana e sua madre morì il 2 gennaio 2014. L'ultimo capitolo della vicenda due settimane fa, quando è morta anche la piccola in ospedale. 

15:57 4/03

di Redazione


Inserisci un commento


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale