Martedì 13 Novembre 2018 - 4:32

Battipaglia, tre arresti per il clan De Feo

 Al titolare di una sala slot era stato imposto di versare 500 euro a settimana per i carcerati se non voleva subire «una rottura di ossa».

BATTIPAGLIA. Tre persone, ritenute vicine al clan De Feo, sono state arrestate dai carabinieri della compagnia di Battipaglia. L'accusa è quella di tentata estorsione aggravata da metodo mafioso ai danni dei titolari di due esercizi commerciali.  I tre, Francesco Ingarra, 46 anni; Sabato Palladino, 50 anni; Giuseppe Tommassini, 47 anni, tutti di Battipaglia, insieme al ventiquattrenne Nicola Saturno, già detenuto per lo stesso reato - secondo l'accusa - richiedevano un “contributo" per il sostegno dei carcerati. Il gruppo è stato individuato grazie alla denuncia di uno dei titolari dei due esercizi commerciali il quale non era disposto a pagare 5000 euro. Al titolare di una sala slot era stato imposto di versare 500 euro a settimana per i carcerati se non voleva subire «una rottura di ossa».

14:50 16/02

di Redazione


Inserisci un commento


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici