MARCIANISE. Alcuni ignoti, sui quali si sta indagando, sono riusciti ad entrare di notte (forse tra sabato e domenica scorsi) e senza problemi sono arrivati negli uffici del Comune di Marcianise, nel Casertano, prendendo di mira la stanza del primo cittadino, Antonello Velardi. L'irruzione ha tutte le caratteristiche di un furto (porte divelte, documenti e altro rovistati e lasciati a terra) ma il sindaco, con un post sul suo profilo social-net, immagina altro. «Sono venuti a farci visita - scrive il primo cittadino - sono venuti a far visita al Comune. Non si capisce chi, su mandato di chi, non si capisce che cosa cercavano.  Sono entrati nella mia stanza, in quella del segretario, nella mia segreteria, nell'ufficio legale e all'anagrafe. Sono entrati mirati, spero che siano solo dei ladri ma ho i miei dubbi». Sull'episodio indagano i carabinieri che stanno verificando le immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza interne ed esterne. Molti cittadini, commentando  il post, rincuorano il sindaco e confidano nelle immagini catturate dalle telecamere. «Hanno toccato carte, hanno rovistato nei cassetti, non sappiamo ancora con precisione che cosa hanno eventualmente rubato. E cosa hanno lasciato - prosegue ancora Velardi, ipotizzando un “messaggio" - Ora si tratterà di scoprire gli autori del raid commesso con facilità in un ufficio pubblico e controllare i livelli di sicurezza».