NAPOLI. I familiari di Carmine Schiavone, boss pentito dei Casalesi morto domenica all'ospedale di Viterbo, hanno presentato una denuncia alla Procura della Repubblica riguardo la morte dell'ex ras. Per questo motivo, e per effettuare accertamenti circa le cause del decesso, la Procura di Viterbo ha iscritto nel registro degli indagati una dozzina tra medici e infermieri che hanno avuto in cura Schiavone nel nosocomio. La notizia è stata anticipata dal Corriere della Sera. Schiavone era ricoverato nell'ospedale di Viterbo a seguito di una caduta ed era stato sottoposto ad un intervento di neurochirurgia su una vertebra.