NAPOLI. Gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Montecalvario hanno dato esecuzione ad una misura di sicurezza del riformatorio giudiziario nella forma del collocamento in una comunità di due 13enni dei “Quartieri”. Il provvedimento, emesso dal Tribunale dei Minori riguarda un fatto dell’agosto 2013 quando un 33enne che dormiva su una panchina nei pressi del Comune di Ischia fu trovato con gravi ustioni su tutto il corpo. Le indagini, iniziate dagli agenti del Commissariato Ischia, hanno visto poi la collaborazione di Montecalvario in quanto i minori coinvolti nella vicenda erano stati identificati quali provenienti dai cosiddetti “Quartieri” di Napoli. Tra gli autori identificati, i due minori di 14 anni essendo non imputabili sono stati pertanto sottoposti al collocamento in comunità a causa della loro manifesta pericolosità sociale e subito condotti presso la struttura loro assegnata dal Centro di Giustizia Minorile