NAPOLI. L’ultimo ras del Vomero salda il proprio debito con la giustizia e la scarcerazione si fa sempre più vicina. Fine pena per Luigi Cimmino, una condanna per camorra e tentata estorsione, e quasi undici anni di reclusione ormai del tutto scontati. Il 58enne rimane per il momento ancora detenuto ma con la sola misura di sicurezza della casa lavoro. Così ha infatti deciso il Tribunale di Sorveglianza di Milano che, dichiarando ad oggi non cessata la pericolosità sociale del ras, ha allontanato la spettro di un suo ritorno a piede libero.