Domenica 19 Novembre 2017 - 10:49

Galleria Laziale off limits: nessuna alternativa

Ogni giorno si susseguono i disagi per gli automobilisti e un quartiere, Fuorigrotta, divorato dal traffico. Intanto si rincorrono le voci per la conclusione dei lavori: si parla di 30 giorni ma fra una quindicina ci potrebbe essere la riapertura parziale di una carreggiata. Per ora nessun doppio senso per la galleria di Piedigrotta, e l'unica alternativa per raggiungere l'altro lato della città resta da Coroglio, da via Piave e via Caravaggio

Napoli implode in un inferno di lamiere e smog. Tutto come previsto. Sono bastati tre ingredienti “chiave” e la tempesta perfetta ha preso forma con implacabile precisione. La chiusura della galleria Laziale, un lunedì all’insegna della pioggia, l’assenza di un piano traffico alternativo: ed ecco che l’intera viabilità cittadina è andata al collasso per l’intera giornata. Dalle prime luci di ieri e fino a sera inoltrata, infatti, il traffico impazzito ha ridotto i quartieri che si sviluppano intorno al tunnel a un inestricabile budello di auto incolonnate. E anche guardando all’immediato futuro lo scenario non è dei più rassicuranti. I tecnici del Comune dovrebbero essere al lavoro per mettere in sicurezza la volta ammalorata, ma i costi e tempi per il completamento dell’intervento sono ad oggi ancora ignoti. Stando a una prima stima di Palazzo San Giacomo, per tornare alla piena normalità sarà necessario attendere tra i 15 e i 30 giorni.

Che la questione fosse più che seria lo si era del resto capito da subito. Dopo la caduta di calcinacci verificatasi sabato notte all’interno della Laziale e la conseguente immediata chiusura del tunnel, è apparso evidente che la città, con buona pace di decine di migliaia di automobilisti, si sarebbe letteralmente ritrovata spaccata in due: area flegrea da un lato e water front dall’altro. L’esito di questo disastro annunciato è presto detto. Se domenica, visti i bassi flussi veicolari, i disagi sono stati tutto sommato contenuti, le cose sono invece andate assai peggio nella giornata di ieri. Già alle 7,30 del mattino, infatti, i quartieri Fuorigrotta, Chiaia, San Ferdinando, Vomero e Soccavo erano letteralmente paralizzati. A rendere il tutto ancora più complicato ci ha poi pensato il maltempo, che fino al primo pomeriggio non ha mai dato tregua ai malcapitati automobilisti. E le cose non sono andate granché meglio neppure in Tangenziale: chi ha provato a smarcarsi dal traffico infernale si è infatti ritrovato bloccato alle barriere con tempi di attesa di gran lunga superiori alla mezz’ora. Al collasso anche i mezzi pubblici, con molti bus Anm che hanno dovuto limitare il proprio percorso a Fuorigrotta o a Mergellina, senza dunque attraversare la grotta. Deviate, in particolare, le linee C12, 618, R7, 151, 151. Ragion per cui residenti e pendolari hanno letteralmente preso d’assalto la Linea 2 della metropolitana e la Cumana, unici collegamenti possibili dalla zona flegrea al centro città.

La palla passa a questo punto al Comune. Ieri mattina, come spieghiamo meglio a parte, è stato eseguito il primo sopralluogo necessario a capire l’esatto stato dei luoghi. La caduta di intonaci ha interessato la parete superiore a ridosso dell’uscita su piazza Sannazaro. Ma in realtà l’ammaloramento delle superfici riguarda diversi punti della volta. Per questo motivo Palazzo San Giacomo dovrà predisporre l’intervento di messa in sicurezza su tutta la lunghezza della galleria Laziale. L’intervento - rende noto in serata l’assessorato alle Infrastrutture e alla Viabilità - richiederà circa 30 giorni. Sarebbero comunque in corso di valutazione anche soluzioni tecniche che possano consentire una riapertura parziale al transito in 15 giorni. Al fine di contenere l’impatto sulla mobilità, l’Amministrazione sta poi definendo le misure necessarie all’instaurazione in tempi rapidi del doppio senso di circolazione nelle galleria Quattro giornate. In attesa che ciò accada, i percorsi alternativi  per raggiungere il centro da Fuorigrotta restano: via Caravaggio, via Manzoni, via Orazio; via Nuova Cinthia, Tangenziale direzione Capodichino, uscite zona centro; via Diocleziano, viale Cavalleggeri d’Aosta, via Pasquale Leonardi Cattolica, discesa Coroglio, via Posillipo. La settimana di fuoco della viabilità napoletana è appena cominciata.

16:21 14/11

di Redazione


Inserisci un commento


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ: ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
TECNOLOGIA&INNOVAZIONE
di Michela Raiola
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica