NAPOLI. Si è svolta, nella suggestiva cornice della Scuola Militare Nunziatella, la presentazione del progetto “Milite Ignoto 2021” organizzata dall’Unione Nazionale Sottufficiali Italiani. Il prestigioso istituto di formazione, tra i più antichi d’Europa, ha aperto le porte per accogliere tra le sacre mura (che videro formarsi personalità quali Enrico Cosenz, Carlo Pisacane e Guglielmo Pepe) i Sottufficiali di tutte le Forze Armate e dei Corpi uniti per commemorare chi sacrificò il bene prezioso della vita per la Patria. Il progetto nasce nell'ambito nelle iniziative che vedranno celebrare il centenario del disegno di legge che volle onorare i sacrifici e gli eroismi dei Caduti tumulando la salma di un “Milite Ignoto”, presso  il Vittoriano a Roma nel 1921, destinata a rappresentare il sacrificio di seicentomila italiani; scopo del progetto è di tramandare quei valori, che spinsero tanti giovani italiani a sacrificarsi per la Patria, alle nuove Generazioni attraverso la memoria. La giornata è simbolicamente iniziata dinnanzi al Masso del Monte Grappa posizionato nel 1920 all'ingresso della Scuola,  dove è stata deposta una Corona in memoria dei Caduti tra i quali circa 150 ex allievi – di cui 8 Medaglie al Valor Militare – dell'allora Collegio Militare. A fare gli onori di casa il Comandante della Nunziatella, Colonnello Amedeo Gerardo Cristofaro, ex allievo della Scuola che, alla presenza del Generale Fabio Polli – Comandante della Divisione Acqui - ha voluto sottolineare quanto la Nunziatella fosse onorata di ospitare simili lodevoli iniziative. La parola è poi passata agli organizzatori dell'evento, l'Unione Sottufficiali Italiani (UNSI): il Presidente Roberto Congedi, nel suo indirizzo di saluto ha ricordato le molteplici attività, svolte dall’UNSI, tese a sensibilizzare le istituzioni sul patrimonio di valori che i militari custodiscono ed esprimono. A seguire, il vicepresidente Vito Impagliazzo che ha presentato il progetto “Milite Ignoto 2021” con il quale UNSI vuole continuare ad operare in ambito nazionale anche la figura e ciò che rappresenta storicamente il Milite Ignoto sia costantemente rinverdita ed adeguatamente valorizzata tra le giovani generazioni. Momento di grande partecipazione emotiva quando è stata conferita una targa d’argento alla memoria del Sergente Maggiore Capo Roberto Valente. A ritirare il riconoscimento il piccolo Simone Valente e la mamma Stefania Giannattasio accompagnati dai Colonnello Nicola Mandolesi, Comandante del 187° Paracadutisti - Unità dell'Esercito dove Valente prestava servizio -. Successivamente sono stati conferiti attestati ai Sottufficiali delle Forze Armate e dei Corpi dello Stato che si sono contraddistinti in servizio, tra questi, in servizio alla Scuola Militare Nunziatella, il luogotenente Salvatore Ferrillo – Sottufficiale di Corpo -  e Vito Gallotti, al tempo 2° Capo Scelto della Marina Militare.