Mercoledì 14 Novembre 2018 - 19:32

Ponticelli, scacco ai nuovi ras: i Cuccaro pronti ad allargarsi

Nel mirino del gruppo di Barra la "piazze" lasciate scoperte dopo il blitz

di Luigi Sannino

NAPOLI. Polizia e carabinieri in meno di un anno hanno inferto colpi durissimi alla camorra di Ponticelli, cambiandone il volto più volte. Ma tra ottobre e novembre, con le operazioni contro i Casella e quella dell’altro ieri contro i Minichini-De Luca Bossa-Cerrato e i De Micco-De Martino, il cerchio sembra essersi chiuso. Sono ben 45 gli affiliati alla criminalità organizzata finiti dietro le sbarre dal 17  novembre dell’anno scorso a oggi, compresi i ras dei “Bodo” che erano liberi. Un risultato di tutto rilievo, considerando che il quartiere è storicamente uno dei più effervescenti di Napoli. Cosa succederà ora? L’ipotesi più probabile, secondo gli investigatori, è che all’alleanza Minichini-De Luca Bossa si aggiungano in maniera ancora più concreta i Rinaldi di San Giovanni a Teduccioe gli Aprea-Cuccaro. In particolare i “barresi” si sarebbero visti spesso negli ultimi tempi a Ponticelli e la loro presenza potrebbe presto diventare più massiccia.

CONTINUA A LEGGERE SUL ROMA IN EDICOLA O SUL GIORNALE ONLINE

12:08 7/11

di Redazione


Inserisci un commento


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici