PROCIDA. È stata riaperta alla fruizione dei bagnanti parte della spiaggia della Chiaia, a Procida, interessata lo scorso 25 agosto dal crollo di un costone. Nella circostanza non si sono registrati feriti, nonostante la spiaggia fosse frequentata da molti procidani e turisti. Con un'ordinanza emessa oggi, il sindaco di Procida Raimondo Ambrosino conferma l'interdizione della spiaggia nella parte sottoposta a sequestro dall'autorità giudiziaria che riguarda la zona del crollo più una zona di sicurezza, già segnalata con cartelli e transennamenti, e contestualmente riapre alla fruizione la spiaggia tra l'area interdetta e il lido La Conchiglia, riaprendo inoltre al transito pedonale e veicolare via Pizzaco alle auto fino a un carico massimo di 6.300 chili e di larghezza inferiore a 1,85 metri. Nell'ordinanza si sottolinea che "i lavori del costone Chiaia e di via Pizzaco sono stati regolarmente collaudati e le parti risanate non hanno presentato particolari problematiche", e che "il distacco dei massi e del terreno ha interessato la parte intermedia-bassa del costone, per una larghezza di 15 metri, in una fascia che non era stata oggetto di interventi di risanamento''. Dalla relazione del Genio civile della Regione Campania protocollata oggi "si evince che le aree oggetto di consolidamento verticale armato possono essere ritenute in sicurezza".