Venerdì 16 Novembre 2018 - 17:56

Torna l'influenza killer, parto d'emergenza per salvare donna e bimbo

Mamma e bimbo sotto osservazione

NAPOLI. Sembrava oramai passata la preoccupazione per il virus H1N1, che invece è tornato a colpire. Nel pomeriggio di domenica 8 Febbraio, presso l'ospedale San Giovanni di Dio di Frattamaggiore è stata ricoverata una donna di giovane età alla quale è stato riscontrato il virus H1N1, ovvero quello dell'influenza suina. La donna si era recata in ospedale anche in virtù dello stato di gravidanza in cui si trovava e dopo aver provveduto d'urgenza al taglio cesario, eseguito la sera stessa, madre e figlio sono stati trasferiti a Napoli presso delle terapie intensive. Quindi, a dare conferma che si trattasse proprio di H1N1 è stato l'ospedale Ascalise di Napoli, dove la paziente è stata ricoverata per  una complicanza respiratoria. La conferma si è avuta, anche se non c'è ancora l'ufficialità, perchè si è in attesa del referto da parte dell’Ospedale Cotugno, deputato alla tipizzazione di questo tipo di virus. In ogni caso, l'Asl fa sapere attraverso una nota del dott. Pietro Rinaldi che  “presso l’ospedale S. Giovanni di Dio sono state diffuse le raccomandazioni previste dall’Organizzazione Mondiale per la Sanità e dall’Istituto Superiore di Sanità per trattare in modo adeguato il diffondersi dell’influenza H1N1. Questo tipo di virus, infatti, come una normale influenza, si trasmette solo attraverso l’essere umano e non richiede una bonifica degli ambienti particolarmente accurata. Basta di fatto eseguire una normale pulizia e aerazione delle zone di transito del paziente, come di norma avviene”. Ricordiamo infatti che così come per l'influenza stagionale, la trasmissione da persona a persona si può verificare per via aerea attraverso le gocce di saliva (trasportate starnuti o colpi di tosse) di persone infette, per mezzo del contatto con materiali o superfici infette. Va detto però che il virus può creare conseguenze gravi in persone già fragili come gli anziani, le persone colpite da tumore, i trapiantati e in generale tutti coloro che hanno scarse difese immunitarie. Inoltre è necessario segnalare che, nonostante non si sia sviluppato alcun allarme, questo non è il primo caso ed anzi sia in Italia che in Campania se ne contano molti. Tra le cause, quella che di sicuro ha avuto un apporto rilevante, è il calo della copertura del vaccino antinfluenzale dovuto alle campagne mediatiche che si sono sviluppate sulla presunta pericolosità di determinati vaccini. Proprio per questo, il virus H1N1 sta trovando terreno fertile in questo periodo dell'anno, dove ha praticamente toccato il picco. 

15:07 11/02

di Redazione


Inserisci un commento


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale