NAPOLI.  Uno spazio rivolto ai bambini di Napoli, un luogo dove offrire un'opportunità di crescita sana, mettendo a disposizione competenze e luoghi. È questo l'obiettivo di "Free Entry - La città del bello", progetto promosso dalla Fondazione di comunità san Gennaro onlus e realizzato con contributo della Cei, di Saint Gobain, di Unicredit spa, di Banca d'Italia e fondazione Cattolica, per un totale di oltre 265 mila euro raccolti. Negli ultimi anni l'Arcidiocesi di Napoli, insieme al Terzo Settore, ha accompagnato e sostenuto lo sviluppo del rione Sanità, mettendo a disposizione della Comunità spazi e competenze, ha ridonato una nuova luce al quartiere ri-abilitando luoghi in disuso, riqualificando i beni artistici e architettonici presenti nel rione, accompagnando le nuove generazioni ad acquisire competenze e favorire l'auto-imprenditorialità. Gli spazi a disposizione dei centri educativi, però, non riescono più a rispondere alle numerose richieste di accompagnamento, sostegno e proposte educative che vengono dagli abitanti. Da qui la scelta di realizzare un centro dedicato ai minori, con particolare attenzione a quelli disabili, valorizzando gli spazi situati all'interno del Complesso Monumentale della Basilica del Buon Consiglio a Capodimonte, spazio messo a dipsosizione gratuitamente dall'Arcidiocesi di Napoli. La scelta nasce dalla posizione favorevole del luogo che è facilmente accessibile da qualsiasi punto della città di Napoli con i mezzi di trasporto ed è ben collegata al Rione Sanità. Con questi input sono partititi i lavori di adeguamento degli ambienti dell'Ipogeo della Basilica del Buon Consiglio a Capodimonte, per renderli consoni allo svolgimento delle attività previste da "Free Entry-la città del bello". Il progetto prevede l'attivazione di laboratori educativi gratuiti e di avviamento al lavoro nel Rione Sanità. Le attività laboratoriali che coinvolgeranno i centri Educativi si svolgeranno in fascia pomeridiana, 5 volte alla settimana per tre ore al giorno e riguarderanno l'informatica, restauro, teatrale, musicale, riciclo, ceramica e porcellana, orto didattico, fotografia e stampa tridimensionale. I lavori di manutenzione ed impiantistica sono stati affidati ad una Cooperativa Sociale di Tipo B "Officina dei Talenti" Onlus che, tra le altre attività, svolge lavori di adeguamento, ristrutturazione e manutenzione di beni artistici e architettonici. Officina dei Talenti nata nel 2008 nel territorio è il frutto dell'investimento culturale, economico ed operativo della Diocesi di Napoli in favore della promozione occupazionale giovanile territoriale, soprattutto delle persone svantaggiate, provenienti per lo più dall'area penale e da quella delle dipendenze patologiche. La parte laboratoriale e i lavori di adeguamento sono stati realizzarti e pensati in stretta collaborazione con l'Associazione Tutti a Scuola Onlus, realtà che da oltre 10 anni si occupa di diritti di persone con disabilità. I luoghi di "Free Entry- la città del bello" saranno completamente accessibili, per permettere la piena fruibilità degli spazi e delle opportunità. Alla mattinata inaugurale, interverranno, il Cardinale di Napoli Crescenzio Sepe, Gianni Scotti - delegato generale Fondazione Saint-Gobain per la regione Mediterranea, Elena Goitini- regionale manager sud di Unicredit, don Antonio Loffredo - parroco del rione Sanità, Pasquale Calemme - presidente fondazione di Comunità san Gennaro onlus e le autorità civili e militari.