Mercoledì 14 Novembre 2018 - 21:38

“Io Dalì" vista dai ragazzi con Pankids, è ancora record di presenze

La mostra internazionale ha ospitato il maggior numero di laboratori didattici in Campania

NAPOLI. "Io Dalí" vista dai ragazzi: a Napoli la mostra internazionale, oltre ad avere realizzato un record di presenze, ha ospitato il maggior numero di laboratori didattici in Campania. Inaugurata il 1° marzo e aperta al pubblico fino al 10 giugno al Palazzo delle Arti di Napoli, l’esposizione, sul genio surrealista, si rivolge anche ai più piccoli grazie a Pankids. Il progetto, partito lo scorso 22 gennaio, è nato dalla volontà dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli di aprire gli spazi del “sapere” ai giovani per incoraggiarne e stimolarne la creatività, la fantasia, l'amore per l'arte, la crescita umana e culturale. Dal primo marzo, il programma si è declinato in supporto alla mostra sull’artista catalano organizzando attività nelle scuole durante la settimana e al Pan nel week end. 

Dalla dimensione poetica a quella comunicativa, dagli aspetti naturalistici alla lettura del paesaggio, Dalí nella sua poliedricità offre lo spunto per parlare di cinema, architettura e tanto altro. Alcuni laboratori sono destinati ai soli bambini, mentre i genitori si godono la mostra autonomamente, altri propongono dei percorsi alle famiglie tutte insieme. Gli incontri, sono aperti ai ragazzi tra i 4 e i 14 anni, e vengono divisi tra 8 delle 18 associazioni coinvolte nel progetto: Arteteca at work, Archipicchia, Il casale delle arti, Kolibri, Filosofia fuori le mura, Il cerchio quadrato, Lo sguardo che trasforma, Polaris. Ma non finisce qui. Dalí, che è un personaggio affascinante -  guardare un suo dipinto è come entrare nella sua testa - offre un’occasione per coinvolgere e stupire ragazzi distratti nei percorsi formativi tradizionali.  Quindi, sembrava naturale aprire i laboratori anche a gruppi trasversali di adolescenti, partecipanti ai progetti sull'inclusione scolastica ed ai bambini delle educative territoriali.

Inoltre, nei fine settimana, per i più giovani che vogliono provare altre esperienze, ci sono attività parallele come yoga, coding, cucina, giardinaggio, fotografia e pittura. Questo programma alternativo, è gestito, per questo periodo, da altre 4 associazioni: Jolie Rouge per il Coding, Hata Yoga per lo yoga, Donne a testa alta per il giardinaggio, la fotografia e la pittura e Le Cugine, con Arteteca at work, per i laboratori di arte e cucina. Tutte le iniziative vanno prenotate almeno 24 ore prima. Ogni gruppo di lavoro è composto da un minimo di 8 a un massimo di 20 partecipanti. Le attività al di fuori delle scuole si svolgeranno ogni fine settimana (compreso lunedì 23 aprile) fino alla fine del mese a partire dalle 11 di mattina fino alle 12.30 circa.

Il prossimo appuntamento sarà sabato 21 aprile con l’associazione Archipicchia per "Dalí e le architetture del sogno...": Una piccola ballerina di una fiaba surrealista, disegnata da Dalí e realizzata da Disney, condurrà i ragazzi alla scoperta del proprio destino per dargli forma come proiezione dei desideri. Contemporaneamente, la Joli Rouge terrà il Laboratorio di Coding dove, attraverso il gioco e l’esperienza diretta si stimola l’apprendimento dei nuovi linguaggi digitali. Mentre, domenica 22 aprile, Il cerchio quadrato presenterà: “Flor Dalí.... Un mondo di Farfalle” per conoscere da vicino le farfalle presenti nei quadri di Salvador Dalí. Lunedì 23 aprile Lo sguardo che trasforma parlerà di Dalí e Hitchock… paesaggi immaginari e paesaggi reali. Contemporaneamente, Hata Yoga terrà l’incontro: “Lo yoga in forma di gioco per una crescita creativa, fisica e mentale”. Sabato 28 aprile, invece, si aggiungeranno alla lezione de Lo sguardo che trasforma le associazioni: Filosofia fuori le mura per un incontro su “Bambini in filosofia con Dalí - Riflessioni su Dalí con bambini e famiglie e Le cugine per un laboratorio di arte e cucina. Ultimo appuntamento del mese, domenica 29 aprile con le associazioni Hata Yoga e Arteteca at work per la visita alla mostra ed un laboratorio per i bambini su pubblicità e ritratti “molli”.

La mostra "Io Dalí" è stata fortemente voluta dal Comune di Napoli – Assessorato alla Cultura e al Turismo, nelle persone del Sindaco di Napoli Luigi de Magistris e dell'Assessore Nino Daniele con la Fundació Gala-Salvador Dalí ed è coorganizzata con C.O.R. Creare Organizzare Realizzare, Presidente Alessandro Nicosia.

L'esposizione è curata da Laura Bartolomé e Lucia Moni con la consulenza scientifica di Montse Aguer direttrice dei Musei Dalí e di Rosa Maria Maurell per la Fundació Gala-Salvador Dalí e dal Direttore scientifico Francesca Villanti per C.O.R. Creare Organizzare Realizzare.

 

15:40 20/04

di Redazione


Inserisci un commento


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici