Domenica 18 Novembre 2018 - 14:23

Il Mercadante è teatro nazionale

Ha superato il Piccolo di Milano di dieci punti

NAPOLI - Il Mercadante è stato scelto come Teatro Nazionale. Lo Stabile di Napoli (Mercadante-San Ferdinando) entrerà nell'aristocrazia della prosa diventando Teatro Nazionale, una delle nuove figure previste dalla riforma della prosa.

Le domande pervenute alla Commissione consultiva per la prosa, spiegano dal Mibact, era dieci. La commissione (presieduta da Luciano Argano e composta da Oliviero Ponte di Pino, Roberta Ferraresi, Ilaria Fabbri e Massimo Cecconi) ha unanimemente deciso di riconoscere quali Teatri Nazionali per il triennio 2015-2017 l'Associazione Teatro di Roma; l'Associazione Teatro Stabile della Città di Napoli; la Fondazione Emilia Romagna Teatro; la Fondazione Piccolo Teatro di Milano - Teatro d'Europa; la Fondazione Teatro Stabile di Torino; il Teatro della Toscana; il Teatro Stabile del Veneto - Carlo Goldoni.

Sono stati invece ritenuti teatri di interesse culturale: l'Associazione Teatro Biondo Stabile di Palermo; l'Ente Teatro di Sicilia - Stabile della Città di Catania; il Teatro Stabile di Genova. Nelle prossime sedute - viene precisato - la commissione proseguirà l'esame delle ulteriori istanze di interesse culturale, nonché di tutte le altre del settore prosa.

A livello finanziario arriveranno un milione e 200mila euro per tre anni. Il Mercadante ce l'ha fatta per il rotto della cuffia: con un punteggio di 10 punti rispetto al Piccolo di Milano che ha avuto il massimo di 30 punti.

17:52 24/02

di Redazione


Inserisci un commento


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale