NAPOLI. Domani, venerdì 27, alle ore 12.30, presso l'Università di Napoli "L’Orientale", Dipartimento di Studi Letterari, Linguistici e Comparati, via Duomo 219, aula 320, il prof. Jean Balsamo (nella foto) dell’Università di Reims (Champagne-Ardenne) terrà una conferenza sulla pièce di François d’Amboise (1550-1620) intitolata Les Néapolitaines (1584)Questa commedia, di chiara ispirazione napoletana, che presenta un sottotitolo esplicativo Comédie françoise facécieuse, sur le subiect d'une Histoire d'un Parisien, un Espagnol & un Italien, è sicuramente una delle opere più significative di François d’Amboise, che scrive utilizzando lo pseudonimo di Thierri de Timofile. Il prof. Jean Balsamo, noto cinquecentista ed esperto delle relazioni culturali tra Francia e l’Italia nel XVI e XVII secolo, svelerà il carattere meticcio dell’opera rinascimentale, fusione di cultura francese, italiana - che si fonde con quella napoletana - e spagnola. È infatti sugli stereotipi attorno a queste tre culture, unite a passioni e storie d’amore, che si sviluppa la trama della pièce incentrata, in particolare,  sull’attrazione del giovane francese Augustin per la bella vedova "napolitaine", Angélique, sulla storia del giovane napoletano Marc-Aurèle e la sua ammirazione per la città di Parigi, nonché sulla storia di Dieghos, gentiluomo spagnolo, galante e fanfarone dal profilo caricaturale, ecc. La pièce è particolare anche dal punto di vista linguistico, in quanto scritta in un francese preclassico e utilizzando uno stile familiare, pregno di metafore.