ROMA. Gli italiani tagliano viaggi e vacanze. Nel 2014, infatti, si è registrata una riduzione di ben il 9,5% degli spostamenti e quello che spicca è il crollo delle vacanze brevi che, negli ultimi anni, complice la crisi, si sono sempre più radicate nelle abitudini degli italiani, soppiantando la vecchia e lunga villeggiatura. E, intanto, le mete italiane sono sempre meno gettonate mentre tengono quelle estero, Francia e Spagna, in primis. E' il quadro che viene tratteggiato dalle rilevazioni diffuse oggi dall'Istat relative ai viaggi e vacanze nel 2014.