TUNISI. Sparatoria in una caserma delle forze di sicurezza nel centro di Tunisi. È di quattro morti, compreso l'attentatore, e 15 feriti il nuovo bilancio dell'attacco contro la struttura Bouchoucha, che si trova si trova nella zona del Bardo. Lo riferisce la tv satellitare al-Jazeera, precisando che le vittime sono tutti militari. Le autorità hanno escluso l'ipotesi di un «attentato terroristico». È stato infatti un «sergente sospeso dal servizio» a sferrare l'attacco, riferisce la tunisina Radio Mosaique. Secondo la ricostruzione dell'emittente, il sergente sarebbe riuscito a entrare nella caserma e a sottrarre l'arma a un soldato. L'uomo avrebbe così sparato contro un colonnello e altri otto militari. I feriti, precisa la radio, sono stati tutti trasferiti all'ospedale militare di Tunisi.

 
«Non si è trattato di un attacco terroristico», ha detto il portavoce del ministero della Difesa Belhassen Oueslati, dopo che il portavoce del dicastero degli Interni aveva parlato di un'azione di «terroristi». Poco prima, infatti, Mohamed Ali Aroui aveva affermato che «violenti» scontri erano in corso tra «terroristi» e forze di sicurezza nel «perimetro della caserma di Bouchoucha».