Mercoledì 26 Settembre 2018 - 17:43

Usa, strage
in chiesa
di afroamericani:
9 morti

L'autore del folle gesto sarebbe un 21enne bianco. Tra le vittime un senatore democratico

CHARLESTON. Strage in una chiesa frequentata dalla comunità afroamericana, a Charleston, nella Carolina del Sud. Secondo quanto riferito dalla Cnn, che cita fonti di polizia, sono 9 i morti nella chiesa metodista episcopale Emmanuel African Methodist Episcopal. Autore della strage sarebbe un giovane bianco, al quale la polizia sta ancora dando la caccia.

Tra le vittime c'è anche un senatore democratico della Carolina del Sud. Si tratta di Clements Pickney, pastore della chiesa in cui è avvenuta la strage. Secondo alcuni media americani, anche la sorella sarebbe rimasta uccisa. Pinckney, che avrebbe compiuto 42 anni a figlio luglio, era stato eletto per la prima volta alla Camera dei rappresentanti nel 1996, diventando il più giovane deputato afroamericano eletto nella Carolina del Sud e dal 2000 era senatore. Era diventato pastore a 18 anni. Nel 1999 aveva sposato Jennifer, da cui ha avuto due figlie.

Il capo della polizia della città, Gregory Mullen, ha riferito che otto delle vittime sono morte all'interno della chiesa metodista, mentre la nona è deceduta in ospedale. «Credo che sia un crimine d'odio», ha detto Mullen. Il giovane bianco ricercato ha aperto il fuoco intorno alle 21 di ieri, mentre era in corso una preghiera. In un tweet, la polizia di Charleston ha scritto che «il sospetto della sparatoria a Calhoun St è un bianco di circa 21 anni, di corporatura minuta, con indosso una felpa grigia, jeans blu, stivali ed è senza barba».

«È inimmaginabile che qualcuno nella società di oggi entri in una chiesa mentre la gente prega e la uccida», ha commentato ancora il capo della polizia di Charleston. «L'unica ragione per cui qualcuno dovrebbe entrare in una chiesa e sparare sulla gente che prega è l'odio», ha fatto eco il sindaco di Charleston Joe Riley, secondo cui è stato commesso «il più intollerabile e incredibile degli atti». La polizia non ha precisato quante persone fossero presenti al momento della strage in chiesa - dove ogni mercoledì si tengono dei corsi sulla Bibbia - ma ha detto che ci sono sopravvissuti.

In un tweet, il senatore della Carolina del sud Tim Scott, repubblicano, ha scritto: «Il mio cuore sanguina per Charleston e la Carolina del Sud».

A Charleston era atteso oggi Jeb Bush, candidato repubblicano alla Casa Bianca, per una serie di incontri nell'ambito della campagna elettorale ma, dopo la strage, ha cancellato tutti gli eventi. «I pensieri e le preghiere di Jeb Bush sono per le vittime e per le famiglie di quanti sono rimasti coinvolti nella tragedia», ha detto una portavoce del candidato.

12:20 18/06

di Redazione


Inserisci un commento


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRE IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno