ROMA. La Procura di Roma ha chiesto il rinvio a giudizio per l'ex parlamentare del Pdl, Alfonso Papa, per l'imprenditore Vittorio Casale e per l'agente immobiliare Gianluca Tricarico con l'accusa di finanziamento illecito. L'indagine, che rientra nella vicenda della cosiddetta P4, era stata avviata dai magistrati di Napoli e poi giunta a piazzale Clodio per competenza. Secondo quanto scrivono nell'atto di chiusura indagini il procuratore aggiunto Francesco Caporale e il sostituto Laura Condemi, Casale, tra il 2008 e il 2011, quale "socio e amministratore della società Immofinanziaria" ha corrisposto all'allora deputato Papa, un "contributo/finanziamento sotto forma di utilità" mettendogli a disposizione un appartamento in via Giulia, nel centro storico della Capitale, "appositamente preso in locazione dalla società con un canone mensile di 1.500 euro". Dal canto suo Tricarico, quale "amministratore della società Studio Immobiliare" ha 'offerto' a Papa una crociera per un valore totale di 11 mila euro.