TORRE DEL GRECO. L’élite del calcio giovanile campano si è data appuntamento a Salerno dal 15 al 20 aprile in occasione del Memorial Alberto Massa 2019. Una kermesse di prestigio riservata agli under 16, durante la quale si sono affrontate le formazioni 2003 di Benevento, Salernitana, Casertana, Juve Stabia, Cavese e Turris. E proprio la Turris è stata l’autentica rivelazione del torneo. I ragazzi terribili di mister Petrone e del presidente D’Oriano sono stati i veri e propri dominatori della manifestazione. Unica formazione di Serie D, i giovani corallini non hanno affatto risentito nè della differenza di categoria nè hanno avuto timori reverenziali al cospetto di squadre di Serie B e Lega Pro. Anzi si sono dimostrati un vero e proprio schiacciasassi, senza lasciare per strada neanche un punto ed inanellando ben 3 vittorie di fila. Battute nell’ordine la Salernitana 2-1, la Casertana 4-3 ed in semifinale la Juve Stabia 1-0. In finale solo un gol in clamoroso fuorigioco, non segnalato dalla terna arbitrale, ha consentito al Benevento di aggiudicarsi l’incontro per 4-3, dopo che comunque i ragazzi della Turris, sotto di 2 gol, avevano saputo ribaltare il risultato, portandosi sul 3-2 fino a 3’ dal termine. Meritati i complimenti dei tanti addetti ai lavori presenti, oltre che gli applausi a scena aperta di tutto il pubblico. Una compagine, quella della Turris, che ha mostrato il piglio di una squadra compatta, equilibrata in tutti i reparti e con buoni movimenti. Dotata di ottima personalità e di apprezzabili individualità. Ha sciorinato bel gioco, unito a capacità di soffrire, dimostrando di saper anche difendere il vantaggio, piazzando al momento opportuno delle ripartenze letali. Complimenti davvero alla società per l’eccellente lavoro svolto e in bocca al lupo ai giovani calciatori per le loro ambizioni.