Mercoledì 20 Settembre 2017 - 0:42

Il Napoli è grande: tris pure al Bologna e vola a punteggio pieno

Terzo successo di fila per gli azzurri, che di nuovo si scatenano nel secondo tempo con Callejon, Mertens e Zielinski

Nel segno del tre. Il Napoli vince la terza partita di fila, lo fa segnando tre gol. Ancora una volta: come al Verona, come all’Atalanta. Il Bologna tiene un tempo, anzi, mette il Napoli in difficoltà. Poi crolla nella ripresa e gli azzurri prendono il largo. Lo fanno con autorevolezza, pur senza giocare una partita straordinaria. Primo posto a punteggio pieno, a braccetto con Juventus e Inter. Può essere questo il terzetto che “viaggia” nella corsa allo scudetto, e quindi attenzione: potrebbe rimanere soltanto un posto per la Champions League. UN BEL BOLOGNA imbriglia e mette paura al Napoli per un’ora, poi il tandem Insigne- Callejon trova la giocata giusta per bucare Mirante e nel finale la squadra di Sarri dilaga, restando a punteggio pieno in compagnia di Juve e Inter. Successo azzurro al “Dall’Ara” per 3-0, con lo spagnolo che apre le marcature prima dell’unodue di Mertens e Callejon nel finale. Sarri tiene fuori Albiol per Chiriches, Jorginho e Allan sono preferiti a Diawara e Zielinski, zero turnover in avanti dove Callejon e Insigne sono i partner di Mertens. BOLOGNA SPAVALDO con Pulgar e Poli in mezzo e alle spalle di Destro il trio composto da Verdi, l’esordiente Palacio e Di Francesco. La squadra di Donadoni è subito aggressiva, i ritmi sono alti e in due occasioni Verdi fa tremare il Napoli, prima con un diagonale di poco a lato e poi con una punizione dal limite sulla quale Reina vola salvandosi in angolo. Al 19’ il Bologna va anche in gol ma Masina corregge in rete, in posizione irregolare, il tiro di Di Francesco che molto probabilmente sarebbe entrato lo stesso dopo l’iniziativa sulla sinistra di uno scatenato Palacio. Il Napoli non riesce a farsi pericoloso, andando a sbattere contro il solido muro rossoblu’ ma nella ripresa, con tutt’altro approccio, chiude il Bologna nella sua meta’ campo seppur senza trovare sbocchi. Nelle ripartenze, però, i felsinei sono pericolosi, come quando al 15’ Reina salva in uscita su Destro e poi Koulibaly allontana dopo un rimpallo che poteva costare caro. E passato il pericolo, il Napoli trova il gol: è il 21’, lancio di Insigne per il taglio di Callejon sul secondo palo, Masina se lo perde e lo spagnolo di testa batte Mirante. Il Bologna accusa il colpo e nel finale Mertens e Zielinski lo affondano: il belga ruba palla a Pulgar nella trequarti avversaria e s’invola verso la porta di Mirante, per il polacco tocco facile su assist di Callejon. Il Napoli vola pur senza brillare, e ora si prepara alla Champions. Nel mirino c’è il Benevento, prossima avversaria in campionato che gli azzurri affronteranno domenica prossima al San Paolo. Intanto la prova di fuga è cominciata, ma non sarà semplice contro la solita Juventus e un’Inter sempre più ambiziosa e solida. In attesa di vedere se anche in Europa ci sarà questo Napoli bello (non bellissimo) ma concreto. Lo Shakthar non va sottovalutato.

11:39 11/09

di Redazione


Inserisci un commento

Rubriche

LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici