Martedì 25 Settembre 2018 - 20:01

Manifestazione contro il debito, in piazza c'è l'ampolla di San Gennaro

Due catene che dal balcone del piano nobile di Palazzo San Giacomo arrivano al palco, segnalato dalla grande struttura di palloncini colorati. Parte il corteo. La piazza si riempie

PARTE IL CORTEO (VIDEO)

LA PIAZZA SI RIEMPIE (VIDEO)

NAPOLI. Due catene che dal balcone del piano nobile di Palazzo San Giacomo arrivano al palco, segnalato da una grande ampolla del sangue di San Gennaro fatta di palloncini colorati. Si presenta così questa mattina piazza Municipio, a Napoli, a pochi minuti dall'inizio della manifestazione promossa dal sindaco Luigi de Magistris per protestare contro i debiti dei commissariamenti post terremoto dell'80 e dell'emergenza rifiuti e la sanzione comminata dalla Corte dei Conti. Già presenti in piazza diversi assessori e consiglieri comunali, tra i quali Gabriele Mundo, che ha dotato i suoi supporter di cappellini rossi facilmente riconoscibili nella folla, e Maria Caniglia, com un folto gruppo di persone che sventolano le bandiere del gruppo "Ce simme sfasteriati". Sventolano in piazza anche bandiere del Partito comunista, delle Due Sicilie e uno striscione di Napoliservizi, società partecipata del Comune di Napoli. Sulla facciata di Palazzo San Giacomo è ancora presente lo striscione 6x8 con il logo della manifestazione e la scritta: "No al debito ingiusto - Napoli libera". A circa 400 metri di distanza, in piazza Trieste e Trento, diverse associazioni con la partecipazione di Pd, Forza Italia e Lega terranno una contromanifestazione. 

10:40 14/04

di Redazione


Inserisci un commento


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRE IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno