di Luigi Nicolosi

NAPOLI. Dopo mesi di attese e rinvii, entra finalmente nel vivo il processo che dovrà fare luce sui pestaggi che tra il 2013 e il 2014 sarebbero avvenuti all’interno della “Cella Zero” del carcere di Poggioreale. Al banco degli imputati tornano così i dodici agenti di polizia penitenziaria all’epoca in servizio nella casa circondariale di Napoli, sui quali pende l’accusa di abuso di autorità e, per quattro di loro, anche quella di lesioni e sequestro di persona. Uno dei baschi azzurri deve invece rispondere di maltrattamenti. Quella celebrata ieri mattina davanti ai giudici della Terza sezione penale è stata un’udienza carica di tensione e contenuti. In aula è stato infatti ascoltato in qualità di teste Raffaele Lauri, ex detenuto per ricettazione, il quale senza esitazione ha puntato il dito contro i suoi presunti aguzzini.

CONTINUA A LEGGERE SUL GIORNALE ONLINE