Mercoledì 21 Novembre 2018 - 15:52

A Genova, il sorpasso resta un film di Risi

Opinionista: 

Mimmo Carratelli

A Genova, contro la Sampdoria, il sorpasso resta un film di Dino Risi. Per la terza volta in svantaggio, quest’anno il Napoli non recupera, inchiodato da una doppietta di  Defrel e dal colpo di tacco finale di Quaglierella (quinto gol da ex in sette sfide contro il Napoli). Tonfo inaspettato, sconfitta bruciante. Preoccupano i troppi gol al passivo, sei in tre gare. La Samp è stata più veloce nel primo tempo. Al Napoli, nella prima frazione, è mancata l’intensità indispensabile per stare in partita. Non sono andate bene le due novità di Ancelotti. Inefficace Verdi sino alla sostituzione con Ounas nella ripresa. Smarrito Diawara schierato al centro della mediana al post di Hamsik (sostituito da Rog al 71’). Nel primo tempo, il Napoli è mancato in pieno. Allan, con la solita generosità, ha tentato di tenere in piedi la squadra vincendo ogni contrasto e tentando di fare salire la squadra con strappi prodigiosi. Ma mancava l’apporto di Insigne, mentre Milik era ben controllato dall’ex azzurro Tonelli e da Andersen. Piuttosto defilato Zielinski. Sollecitato Diawara da Ancelotti a farsi “vedere”. Ma era la Samp a dominare con grande determinazione, palleggio e azioni veloci. Un mezzo pasticcio di Albiol e Hysaj spalancava la porta al destro di Defrel (11’). Napoli infilato in contropiede e di nuovo colpito a freddo. Ma c’era tempo per rimediare. Non è successo perché la Samp è stata sempre in partita e, prima del riposo, raddoppiava il vantaggio con Defrel. Nel quarto d’ora della ripresa con Ounas al posto di Verdi e Mertens che sostituiva Insigne il Napoli produceva gioco e occasioni, ma lo sfavillio non portava ad alcun risultato. Stavolta, benché Ounas (con Allan) sia risultato il migliore in campo, i cambi di Ancelotti e il cambio di modulo (dal 4-3- 3 al 4-2-3-1) non hanno prodotto risultati positivi. Il colpo di tacco di Quagliarella metteva fine alla partita (75’). Il Napoli finiva con i nervi a fior di pelle. Ammoniti Diawara, Mario Rui e Rog. La sosta metterà a posto le cose. C’è da ricompattare una squadra che a Genova ha giocato da par suo solo il primo quarto d’ora della ripresa. Per il resto s’è visto una squadra poco coesa, con distanze approssimative e un attacco che ha prodotto soprattutto conclusioni fuori bersaglio (sei, cinque nello specchio). Possesso- palla quasi alla pari (Napoli 55%). Equilibrio anche nei passaggi riusciti (408 Samp, 439 Napoli). Stavolta s’è vista poca reazione, se si esclude l’inizio del secondo tempo. E’ scivolato il Napoli, è scivolato Ancelotti in panchina dopo l’intervallo, Albiol è stat punto da una vespa. Non ne è andata bene una. FESTIVAL – Girandola di gol fra Napoli e Sampdoria dal ritorno degli azzurri in serie A. Ventuno partite, 66 reti (43 Napoli, 23 Sampdoria). Tra gli azzurri presenti a Marassi, 7 gol di Hamsik (quattro a Genova), 5 Insigne, 4 Mertens, 2 Callejon, un gol per Milik, Allan e Albiol.Tutti a secco ieri sera. HAMSIK – L’ultima volta di Marek ai bordi del campo in campionato risale al 4 aprile 2015 (Roma-Napoli 1-0), allenatore Benitez, l’unico dei tecnici, prima di Ancelotti, a relegare lo slovacco in panchina (sei volte in campionato). Con Sarri una sola panchina ma in Coppa Italia (Napoli- Spezia 3-1), però sostituito 81 volte fra campionato e coppe. In 397 partite di campionato, Hamsik ne ha giocate per intero 188, è stato sostituito 177 volte, è subentrato 32 volte. Assente per indisponibilità 17 volte, in panchina 7 volte. Hamsik resta fermo a 503 partite (campionato e coppe): gliene mancano 8 per eguagliare il record di Bruscolotti (511). Proprio contro la Sampdoria Hamsik ha segnato il primo dei suoi 100 gol in campionato. 16 settembre 2007 al San Paolo, Napoli- Samp 2-0: Marek segna il raddoppio dopo la rete di Zalayeta. Il portiere della Samp era Castellazzi. Reja sulla panchina azzurra, Mazzarri su quella doriana. ANTI-JUVE – C’è un anti-Juve a sorpresa. E’ il Sassuolo, secondo solitario, 7 punti, a due lunghezze dai bianconeri, dopo la clamorosa vittoria sul Genoa (5-3). Alla prima giornata, il Sassuolo aveva battuto l’Inter (1-0). Il Napoli si allontana a 3 punti, Roma e Inter -5, Milan -6 (una partita in meno) e Lazio -6. RONALDO – Furioso a Montecarlo, poco furioso a Parma. Tre partite, zero gol. A Parma 31 palloni giocati (21 nella ripresa), quattro conclusioni fuori, due volte anticipato da Sepe. In perfetto stile Juve, dove è appena approdato, spocchia e presunzione, Cristiano diserta a Montecarlo la premiazione di Luka Modric, eletto miglior giocatore dell’anno dall’Uefa. Hanno votato 80 tecnici di squadre partecipanti alle competizioni europee e 55 giornalisti: 313 voti per Modric, 223 per Ronaldo. CR7 si è offeso per il mancato riconoscimento. Lo pretendeva dopo la conquista della Champions e il gol in rovesciata a Torino che l’Uefa ha segnalato come il più bel gol dell’anno. Uno sgarbo nei confronti di Modric che è stato suo compagno nel Real Madrid. Ronaldo salterà Portogallo- Italia del 10 settembre per dedicarsi solo alla Juventus alla ricerca del primo gol italiano. LA SOSTA – Prima sosta del campionato per le partite della nazionale, venerdì Italia- Polonia a Bologna, lunedì Portogallo-Italia, valevoli per la Nations League, il nuovo torneo internazionale. Nella partita di Bologna, Milik e Zielinski nella squadra polacca con altri sei giocatori che militano nel campionato italiano: Szczesny (Juve), Skorupski (Bologna), Reca (Atalanta), Linetty e Bereszynski (Sampdoria), Piatek (Genoa). Mario Rui convocato per Portogallo- Italia. Altri azzurri in viaggio con le nazionali: Hamsik (Slovacchia), Hysaj (Albania), Rog (Croazia), Koulibaly (Senegal), Ospina (Colombia), Albiol (Spagna), Mario Rui (Portogallo), Fabian Ruiz (Spagna under), Insigne. LA RIPRESA – Sarà Napoli- Fiorentina al San Paolo il match con cui gli azzurri riprenderanno a giocare in campionato prima di debuttare in Champions. La squadra viola, la più giovane del torneo, dopo avere saltato la “prima” contro la Sampdoria, ha giocato due volte in casa. Prima ha devastato il Chievo (6-1), ieri contro l’Udinese ha abbattuto il muro friulano con un gol di Benassi (1-0) che aveva segnato una doppietta al Chievo. Il 24enne modenese è nel giro della nazionale di Mancini. Beata gioventù. CHAMPIONS – Il Napoli esordirà a Belgrado (martedì 18 settembre, ore 21) contro la Stella Rossa nel girone C della Champions. Difficili per gli azzurri anche gli incastri fra campionato e Champions. Napoli- Liverpool, in programma al San Paolo mercoledì 3 ottobre, si giocherà dopo Juventus-Napoli e Paris Saint Germain-Napoli di mercoledì 24 ottobre si giocherà prima di Napoli-Roma. I PRECEDENTI – Mitropa Cup 1966, il Napoli di Altafini e Sivori, Pesaola in panchina, contro la Stella Rossa. Un’ora di resistenza a Belgrado poi 2- 0 per gli jugoslavi. Nel ritorno al San Paolo, gol di Juliano e Altafini, ma a 12’ dalla fine rete della Stella Rossa che passò il turno (il gol in trasferta valeva doppio). Un precedente in Coppa Uefa col Paris Saint Germain, sedicesimi di finale 1992- 93. La squadra francese passò al San Paolo con due gol del devastante liberiano George Weah. Poi 0-0 a Parigi. Era il Napoli di Ranieri con Fonseca, Zola, Careca, Ferrara, Crippa, Francini.

Share

Commenta

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Global tokens will be replaced with their respective token values (e.g. [site:name] or [current-page:title]).
  • Twitter-style #hashtags are linked to search.twitter.com.
  • Twitter message links are opened in new windows and rel="nofollow" is added.
  • Twitter-style @usernames are linked to their Twitter account pages.
  • Replaces [VIDEO::http://www.youtube.com/watch?v=someVideoID::aVideoStyle] tags with embedded videos.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici