Domenica 23 Luglio 2017 - 1:02

Aurelio parli di meno e si faccia temere di più

Opinionista: 

Italo Cucci

Caro direttore, rispondo alla tua sollecitazione del “giorno dopo” unendomi al “Grazie ragazzi!" sparato a tutta primapagina ieri mattina; e tuttavia prendo le distanze da un concetto che ritrovo qua e là in occasioni dolorose come questa: “il Napoli è uscito a testa alta”. È il classico ritornello degli sconfitti che ho abolito da una vita, quando a Messico ‘86, vivendo le meravigliose imprese vittoriose del Pibe de Oro (ero uno dei pochi ammessi al ritiro dell’Argentina) comparve in tivù un vecchio giornalista messicano che, quasi piangendo per l’ultima sconfitta del Messico, gridò «e adesso basta con las derrotas gloriosas! ». Come di lí a poco lessi in una pagina dello scrittore inglese Joe Abercrombie, «le vittorie gloriose ispirano grandi canzoni...le sconfitte gloriose son solo sconfitte». Amen. Vorrei piuttosto, senza infmartedìre sui perdenti ma piuttosto far tesoro - come leggo - della sconfitta, riprendere un quesito proposto a Sarri nel dopopartita: Non c’era modo di arginare Sergio Ramos sui calci piazzati? Risposta: «Ramos in quelle situazioni è un fuoriclasse, tutti gli anni ne fa sette o otto di questi gol. Con lui può succedere marcandolo a uomo o a zona... A queste squadre qualcosa sul piano della fisicità concediamo...Il più piccolo del Real è alto 1.88, e io lo dovrei accoppiare con uno come Hysaj, per questo non ha senso parlare di marcatura azona o a uomo...». E allora, caro direttore, ti dico subito che Sarri più che parlare farebbe meglio a studiare. Come faceva a Empoli, dove ai tiri piazzati sapeva opporsi meglio. Quello che dice di Hysaj è una sciocchezza: critici autorevoli hanno raccontato come il ragazzo ha saputo brillantemente “tenere” Ronaldo (cm. 1,85, e non solo). Ma c’è di più, ricordo che alla vigilia di Real- Napoli pubblicai una raccomandazione di Fabio Capello che segue spesso il Real per Fox: «Attenti ai calci piazzati, corner e punizioni, attentissimi a Ramos...». E già all’andata fu di Ramos la ferita, diventata al ritorno pugnalata mortale. Oggi contesto la chiosa buonista a questa sconfitta e confermo che il Napoli avrebbe potuto battere il Real se avesse giocato con lo spirito dei grandi eventi, “curando” anche fisicamente un avversario che, come si è visto, sapeva dominare con la qualità del gioco e che infatti alla fine ha vinto con due colpi franchi sbadatamente consentiti. Nella Champions bisogna giocare con lo spirito delle grandi squadre, e il Napoli è da tempo degno di vittorie consapevoli, altro che sconfitte gloriose. Deve crescere anche De Laurentiis che forse scandalizza gli italiani ma in Europa è solo uno spassoso intrattenitore. Il che non giova a lui nè al Napoli. L’arte di tacere (non il silenzio stampa) è altissima virtù. Ricordo Ferlaino (colui che vinse con Maradona, è vero, ma seppe individuarlo, sceglierlo, acquistarlo e mantenerlo da gran signore): non parlava, minacciava solo di parlare. Ed era temuto.

Share

Commenta

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Full HTML

  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Global tokens will be replaced with their respective token values (e.g. [site:name] or [current-page:title]).
  • Twitter-style #hashtags are linked to search.twitter.com.
  • Twitter message links are opened in new windows and rel="nofollow" is added.
  • Twitter-style @usernames are linked to their Twitter account pages.
  • Replaces [VIDEO::http://www.youtube.com/watch?v=someVideoID::aVideoStyle] tags with embedded videos.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Rubriche

REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale