Martedì 25 Settembre 2018 - 20:12

Bisogna rispondere al regalo alla Signora

Opinionista: 

Salvatore Caiazza

Due rigori e la Juve "festeggia" Pasqua una settimana dopo. Non è riuscito il miracolo al Benevento di battere la Signora grazie Anche all’arbitro che ha garantito due rigori alla capolista siglati da Dybala. Sperava il Napoli nei cugini sanniti per poter eventualmente accorciare oggi la distanza dal primo posto ma i bianconeri sono volati a +7. Un vantaggio che può tornare di 4 punti se al San Paolo gli azzurri riescono a battere il Chievo. Ormai si è capito che il campionato è indirizzato verso Torino. Soprattutto dopo la sonora sconfitta in Champions con il Real. L’arbitro Pasqua non ha perso tempo a fischiare il penalty a Higuain non appena è caduto in area. Ha subito puntato il dito sul dischetto togliendo la pressione ad una Juventus che fino a quel momento stava faticando non poco contro le streghe. Diabatè era stato bravo due volte a pareggiare. Ma poi è arrivata la decisione del direttore di gara che ha fatto tirare un sospiro di sollievo al mondo bianconero. Si sono arrabbiati molto i napoletani che sono stufi di assistere sempre alle stesse cose. La Signora è già forte di per sè e non è giusto che venga aiutata in questo modo se non se lo merita. Nonostante questo successo della capolista il Napoli non deve gettare la spugna. Anzi, la vittoria juventina deve servire da ulteriore stimolo per battere il Chievo e continuare a rimanere in corsa per il titolo. Non può cavarsela nuovamente Maran. Che in conferenza stampa ha detto che i suoi si presenteranno battaglieri al San Paolo. Già all’andata si presero un punto, adesso vogliono riprovarci. Tutto dipende sempre da come giocherà il Napoli. Se lo fa come sa i clivensi non avranno scampo. Sugli spalti ci saranno 50mila tifosi che vorranno festeggiare un successo. Gli stimoli per poter fare bene ci sono. L’importante è sfruttare al massimo le occasioni da gol evitando di ripetere gli sprechi col Sassuolo. Serve più cattiveria sotto porta cercando di non fare poi regali in difesa. Una difesa che vede Chiriches al fianco di Koulibaly visto che Albiol è squalificato. Anche a centrocampo si cambia. Assente Jorginho perché appiedato dal giudice sportivo si rivede Diawara. Che non ha le stesse caratteristiche dell’italobrasiliano ma sa il fatto suo. La speranza è che non abbia perso il ritmo. In attacco c’è Mertens e non Milik richiesto a gran voce dalla critica. Il tridente non si cambia ma il polacco è pronto per fare la differenza nella ripresa.

Share

Commenta

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Global tokens will be replaced with their respective token values (e.g. [site:name] or [current-page:title]).
  • Twitter-style #hashtags are linked to search.twitter.com.
  • Twitter message links are opened in new windows and rel="nofollow" is added.
  • Twitter-style @usernames are linked to their Twitter account pages.
  • Replaces [VIDEO::http://www.youtube.com/watch?v=someVideoID::aVideoStyle] tags with embedded videos.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRE IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno