Lunedì 24 Aprile 2017 - 18:55

Dalle colpe dei padri a quelle dei figli

Opinionista: 

Pietro Lignola

Cari amici lettori, io credo che nessuno possa accusarmi di simpatia verso Matteo Renzi, non più Petrusiniéllo da quando il 60% dei votanti referendari ha bocciato il suo tentativo di diventare il duce della seconda repubblica. Io ho, infatti, sempre espresso le mie opinioni sul suo mod o di ess ere e di fare s e nz a ma i t e n t a re d i m ostra rmi acco modante o politicam e nte c orretto. Og gi, però, s enza in alcun modo modificare i prece denti giudizi , d ebbo v er ificare che i tre organi malati del sistem a (pol it i ca , g iu st i zi a e media) s i stanno co mpor tando co n l’uomo di Rignano, sia pure in tempi molto più ristretti, come avevano già fa tto con Gia nfr an co Fini. È un a for t un a, per l’astro s orgente e poi ec liss ato della pol itica ital ian a, ch e non si f osse ancora provveduto a innalza re n e lle pi az ze giga nt e sch i monu men t i ri producenti le s ue giovanili fattez ze; s arebbero, i nf att i , g ià stati abbattuti c ome le st atu e d i S talin e di Saddam Hus sein. Gl i it ali an i, infatti , sa pevano già da lungo te mpo dei traf fic i attribuiti a papà Renzi. Nel settembre dello scorso anno Sperling & Kupfer editò un volume, scrit to da Maur izi o Belpietro con Giac om o Am adori e Fr ancesco Borgonov o, che c ustodisc o nell a mia bibli oteca: è int itolato “I seg re t i d i Re nzi ” e reca in sov raco perta la d ic itura “Tu t to q ue l lo ch e no n v ogli on o f ar v i s apere”. Vi so no es po sti m olti fa ttere lli interessant i , alcuni de i quali già p ubblica t i su “ L ibero” prima che Belp i e t ro fo sse li cen zia to dall ’ e di to re p e rch é co lp e v ol e d i “ ant i renzis mo”. La ca t astro f e re f eren dar ia non si era ancora ab battuta sul pov e ro Ma tteo e , q u in di , i fatt i es po sti da Be lpietro erano ancora tabù. Ora tutt o è i m provvi sa m e n t e c ambiato. I n po lit ica il s u o par t i t o s i è sciss o e quel ch e ne res ta ha gener ato almen o d ue c or re nti che proget tano la liquida zion e del lead e r di m issionari o, mentre i profug hi del c e nt ro des tr a c he lo sost e nev ano s t a nn o p rogett and o u n sal vi f ico rito rno in p atr ia. L a magistra tur a ha m e sso in mov imen to l e i nchies te su pa pà Re nz i e i s uo i ami c i, di cui i m e di a han no r icevu to e pu bblica to n otiz ie t almente p recise e det t agliate c he si è ar rivati a sostituire il coman do dei carab i nieri incaricato delle indagini per ga rantire , do po che i b uo i er ano sca p pa ti da lla stall a, un mi ni m o di ri ser v ate zza . Ne l “caso Fini” sono s tati n ecess ari sette anni perché si potesse sollevare il velo steso dal po t e re su lle antiche ma gagne; il p oliticamente corre tto ha resisti to t anto a lu ngo perché l’uomo de l ditino n on co nta va pi ù nu lla, mentre i l nemico Ber lusconi era ancora c onsider ato peri c oloso. N e l “caso Renzi ” il p oli ticam e nt e scorre t to è d iv e ntato velo c e mente c or rett o i n q uan to i l p e rs onag gi o d a el imina re non s’è ar re so e l ott a per recuperare le polt rone. L a le zio ne della cronaca è abba st an za ch ia ra . La ma la ttia dei tre o rgani d e l sist ema, ormai cro niciz zat a ma p er v enuta a un o st adio preag onico, c ons i st e n e ll’as so lu ta ma nc anza di un el e m en t o p i ù essenziale d i q ual sias i vita mina: l a veri tà . La ver ità do v re bbe e ssere l’unico obi e ttivo della magistra tura e de i mezzi d’inf ormazio ne e fonda re l ’a zio ne pol itica. Aver so stitu ito la v erità con la political correct ness è s t a t a u n’o p e ra zi one f al lim e ntare po ich é la ver ità n on m uta a ogni sto rm ir di fronde, men tre il suo surrogato oggi in v og a è pi ù mutevo le delle fa si della lun a. La s oci e tà d i og gi , in e f fet ti, re aliz za pienam ente il pens ie - ro di Pla tone , la qu ale scr i sse c he l’uo mo democr atico “no n accett a ra gion amen t i i sp i ra ti a v er ità e n on li amm e t te n el l a su a anim a”. La cor rectness, come og ni pensie ro ammalato di mancanza di v er ità, de ve fare le sue vit t ime. O ggi la vit t im a è Renzi p ad re: per quanto ga rantist i si p oss a e ss e re, no n l o si p uò ag e v ol - m ente sup po rre d e l tutto in no - cente, ma certamente og gi è inqu adr ato in un impietoso mir i - no . U n t emp o si discu t e va de i figli c he pag ano le c olp e dei pa dri; nel nostro caso , si t ratt a di u n pa dre c he rischia d i pa gare le c olp e di un f igli o.

Share

Commenta

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Full HTML

  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Global tokens will be replaced with their respective token values (e.g. [site:name] or [current-page:title]).
  • Twitter-style #hashtags are linked to search.twitter.com.
  • Twitter message links are opened in new windows and rel="nofollow" is added.
  • Twitter-style @usernames are linked to their Twitter account pages.
  • Replaces [VIDEO::http://www.youtube.com/watch?v=someVideoID::aVideoStyle] tags with embedded videos.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Rubriche

I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
DIRITTI&LAVORO
di Carlo Pareto
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli