Venerdì 19 Ottobre 2018 - 10:04

Gli zombie dediti a schiamazzi e bugie

Opinionista: 

Pietro Lignola

Cari amici lettori, la notizia della settimana è, a mio parere, la conclusione del travagliato iter costituzionale che ha consentito al cinquantatreenne giurista Brett Kavanaugh di entrare a far parte della Corte Suprema degli Stati Uniti. Prima che Trump lo nominasse, Kavanaugh era un personaggio universalmente stimato. Egli, però, è di tendenza nettamente conservatrice e la sua nomina, dopo quella di Neil Gorsuch, capovolge gli equilibri, dopo molti anni di maggioranza democratica nella Corte Suprema. È, mutatis mutandis, come se all’attuale maggioranza “progressista” della nostra Corte Costituzionale subentrasse una maggioranza “sovranista”. Una vera e propria rivoluzione, insomma. Questo ha scatenato il partito democratico, che ovviamente non gradisce di perdere il controllo della Corte Suprema. Le tattiche sono quelle adottate contro Trump fin dal momento della sua elezione: mobilitare la piazza e cercare di sollevare scandali. Sono state organizzate marce, sitin e manifestazioni di fronte al Senato; due donne, attiviste del partito democratico, hanno accusato il giudice di violenze sessuali e questo è stato l’argomento utilizzato dai senatori di minoranza per rallentare e tentare d’impedire l’elezione. Il tentativo di Me-Too non ha funzionato, perché l’indagine Fbi non ha trovato riscontri alle affermazione delle donne. Io ho trovato veramente ridicole le accuse: trentasei anni fa, quando era uno studente diciassettenne, con gli ormoni normali, quest’uomo che non piace alle femministe e ai seguaci del politically correct avrebbe fatto delle avances sessuali alle sue compagne quindicenni, senza peraltro conseguire lo scopo. Che cosa dovrebbe fare un ragazzo diciassette se non corteggiare le ragazze? Sì, sono certo da preferire le ragazze un po’ più grandi (le cosiddette navi scuola, anche senza cadere negli eccessi dell’Eliseo), ma suvvia, anche a quei tempi (quando le femminucce ancora non violentavano i maschietti) le ragazze restavano male se i maschi non davano loro retta! La tattica dei sinistri è sempre quella: pensate alle “olgettine” di Berlusconi e agli attacchi scomposti contro Trump e Salvini! Meno male che quest’ultimo ha una bellissima compagna e non ha quindi motivo di corteggiare altre donne! Fra gli altri sinistri, poi, sono le femministe i soggetti più insopportabili. Una delle loro bandiere è Asia Argento, una bandiera non lacera per eroiche imprese ma certamente un po’ sudicia. C’è un’altra Asia, Asia Bibi, quella cattolica che da anni attende la morte perché non si è voluta convertire all’Islam. Proprio in questi giorni la Corte pachistana ha ulteriormente rinviato la decisione sul suo caso, mentre la folla islamica, che ha già ammazzato due politici rei di averla difesa, si augura che sia liberata pe poterla fare a pezzi. I sinistri e le femministe, però, non s’interessano a quest’Asia: l’eroina non è lei, bensì quella del Me-Too. Ora che le femmine accedono a ogni forma di divisa, viene da chiedersi: “Sono donne o caporali?”.

Share

Commenta

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Global tokens will be replaced with their respective token values (e.g. [site:name] or [current-page:title]).
  • Twitter-style #hashtags are linked to search.twitter.com.
  • Twitter message links are opened in new windows and rel="nofollow" is added.
  • Twitter-style @usernames are linked to their Twitter account pages.
  • Replaces [VIDEO::http://www.youtube.com/watch?v=someVideoID::aVideoStyle] tags with embedded videos.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli