Venerdì 14 Dicembre 2018 - 19:03

Serrocroce e la nuova birra Armando

La birra Armando, nata dalla collaborazione tra due aziende dell’avellinese, è stata presentata lo scorso mercoledì a Grottaminarda, nella Bottega Armando. Le aziende coinvolte in questo interessante progetto sono il Birrificio Serrocroce e Pasta Armando. Come affermano gli stessi protagonisti, quello che unisce Serrocroce e Armando è naturale. E’ naturale perché sia Armando che Serrocroce sono due marchi capaci di costruire un’identità̀ ben riconoscibile, ancorata a valori forti e genuini. I due marchi hanno in comune la stessa materia prima: il grano. Questo, da millenni, è alla base dell’alimentazione umana. Armando lo sottopone a un processo di molitura nel proprio mulino per trasformarlo in semola da cui ottiene Pasta Armando, Serrocroce lo sottopone a un processo di fermentazione, miscelandolo al malto d’orzo. Il filo conduttore, che unisce le due aziende, è stato evidenziato anche durante la presentazione della Birra Armando a Grottaminarda, con gli interventi di Vito Pagnotta, proprietario e birraio del Birrificio Serrocroce, e di Maria Gabriella De Matteis, responsabile comunicazione del pastificio. Vito Pagnotta, nel raccontare la sua azienda, ha messo in evidenza il fatto che la sua birra è prodotta con i cereali coltivati nei suoi campi dalla sua famiglia da tre generazioni. Forte l’affermazione in cui si definisce contadino, prima che birraio, raccontando il grande legame col profumo della mietitura, il colore dei cereali che cambiano da una stagione all’altra e ancora, alla lenta ed emozionante attesa delle spighe mosse dal vento e asciugate dal sole, pronte per il raccolto. Lo stesso amore per la terra lo ha espresso Maria Gabriella De Matteis quando ha raccontato il progetto che unisce centinaia di agricoltori al proprio pastificio con un accordo diretto che, grazie ad un rigido disciplinare di coltivazione e all’uso di varietà selezionate, consente di ottenere un grano 100% italiano di alta qualità. Durante la serata, allietata da alcuni chef che hanno preparato dei primi piatti per gli intervenuti, la birra è stata apprezzata molto dagli ospiti. La caratteristica che più di altre ha ben impressionato i presenti è stata la semplicità di bevuta, dote che ben identifica la filosofia di Serrocroce, che da sempre si distingue per produzioni di facile approccio per i consumatori, pur mantenendo una grande caratterizzazione di base. Non vi resta che assaggiare questa birra, magari abbinandola a un primo piatto realizzato con la Pasta Armando. Cheers! perdibile. Cheers info@alfonsodelforno.it

di Alfonso Del Forno

Commenta


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno