Domenica 17 Febbraio 2019 - 16:01

Cruciani: mò hai proprio rotto…

Quella faccia di ebete del Cruciani, sempre più rassomigliante ad un “citrullo” nemmeno buono p’‘a ’nzalata, nonchè super antinapoletano per antonomasia, stavolta ha fatto una figura di merda, peggio di quella citata spesso da Emilio Fede. Infatti giorni fa, attraverso la sua rubrica “La zanzara”, ha posto questo quesito: “piccolo quiz molto molto facile, è stato rubato, poi ritrovato, l’albero di Natale: 3 possibilità Bologna, Trento oppure Napoli (e qui parte la musica della nostra tarantella); allora amico mio… in quale città? Ma Napoli ovviamente. E qui il Cruciani precipita a scontare le sue cazzate, in una vasca colma di merda che, nemmeno il Dante avrebbe immaginato, quale castigo in uno dei gironi infernali. Che il cetriolo Cruciani non ricordi che 3 anni fa, a pochi minuti dalla mezzanotte di Natale, venne rubato l’albero a San Giovanni Lupatoto in quel di Verona, e nessuno ne fece notizia, né “La zanzara” né altre teste di… come lui, glielo possiamo anche concedere; ma che sto benedetto albero di Natale sia stato rubato giorni fa, anche a Bologna e ben prima di quello di Napoli, Crucià nun t’‘o perdunamme. Tu sottospecie di giornalaio, se proprio vuoi dare una notizia, dalla completa e dillo una buona volta che, il rubare l’albero stia diventando una moda, ovviamente sempre meglio che spruzzare spry urticante, causando la morte di giovani innocenti. Tu, con le tue irriverenti ed offensive esternazioni, ci hai ingrossato la “guallerra”, facendola diventare una zampogna, ben lungi da quelle che ascoltiamo in questi giorni, per le strade della nostra Stupenda ed Unica Napoli. Tu dici che i napoletani piangono continuamente, senza sapere che il “piangere” è un sentimento che forse, anzi senza forse, non ti appartiene. Certo che è bello fare il bulletto e sparare cazzate, seduto dietro una scrivania con un microfono di fronte; vieni a Napoli ed affronta un dibattito pubblico e stai tranquillo, che nessuno attenterà alla tua incolumità, ma siamo certi che una bordata di Eduardiane pernacchie nessuno te la toglierebbe. Dalla tua biografia apprendiamo che sei ateo ma, noi che non lo siamo e crediamo in Dio, una preghiera gliela rivolgiamo “Patatè, facce ’na grazia, fa sta senza voce almeno pe’‘nu mese, a chillu coso allerto chiammato Cruciani. Auguri a tutte le Lucia. Alla prossima.

di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)

Commenta


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno