Sabato 22 Settembre 2018 - 16:05

Rom, sgomberato il Camping River di Roma

ROMA. Sono iniziate le operazioni di sgombero al campo nomadi del Camping River per problemi igienico-sanitari. Sul posto scirca 150 rappresentanti delle forze dell’ordine. Il comandante della polizia locale di Roma Capitale Antonio Di Maggio insieme ad altri vertici della municipale ha diretto le operazioni. Una famiglia, di 5 persone, si è trasferita, in una struttura di accoglienza offerta dal Comune che consente al nucleo di restare unito. Le persone che avrebbero dato disponibilità a trasferirsi in centri di accoglienza sono 24. 

Incidenti in calo ma si muore di più

ROMA. In Italia nel 2017 aumentano i morti per incidenti stradali (3.378 contro i 3.283 del 2016: +2,9%), diminuiscono gli incidenti (174.933 rispetto ai 175.791 dello scorso anno, -0,5%) e i feriti (246.750 erano 249.175 nel 2016: -1%). Scende da 5,3 a 5,1 il rapporto feriti gravi/decessi, mentre i costi sociali sono stimati in 19,3 miliardi di euro (1,1% del Pil). Sono i principali dati contenuti nel Rapporto Aci-Istat. La fascia d’età più a rischio risulta essere quella degli anziani tra 75 e 79 anni (263 morti: 7,8 % del totale); per gli uomini si rilevano picchi per le età 50-54 e 45-49 (217 e 211) e 80-84 per le donne (56). Tra tutti i conducenti coinvolti in incidenti, è particolarmente alto il numero di giovani tra 20 e 29 anni (19,3%) ma si registrano proporzioni elevate anche tra i più anziani. Tra questi ultimi, peraltro, è notevole la quota di quanti perdono la vita nell’incidente. Il rischio di rimanere coinvolti in un incidente risulta più elevato tra giovani e giovanissimi e inizia a decrescere solo dopo i 25 anni di età, per poi tendere ad aumentare nuovamente dopo i 70 anni. 

Ragazza violentata, caccia al responsabile

REGGIO EMILIA. È caccia al responsabile dell’aggressione e della violenza sessuale nei confronti di una giovane ventenne avvenuta in periferia a Reggio Emilia. La vittima, soccorsa dal 118, ha riferito agli agenti della polizia di Reggio Emilia di essere stata raggiunta alle spalle da un uomo che prima l’ha spinta e poi ha abusato di lei. L’aggressore è quindi fuggito ed ora la polizia lo sta ricercando.

Bimbo sciolto nell'acido, maxirisarcimento alla famiglia

PALERMO. Il tribunale civile di Palermo ha sancito un risarcimento di 2,2 milioni di euro alla mamma di Giuseppe Di Matteo, Francesca Castellese, e al fratello del bambino, Nicola. A scriverlo è Il Giornale di Sicilia. Per il giudice Paoli Criscuoli «à stata lesa la dignità della persona, il diritto del minore ad un ambiente sano, ad una famiglia, a uno sviluppo armonioso, in linea con le inclinazioni personali, ad un’istruzione. Beni ed interessi di primario rilievo costituzionale che, pertanto, trovano diretta tutela, anche risarcitoria». 

Fca, Marchionne in fin di vita

TORINO. Sarebbero irreversibili le condizioni dell’ex amministratore delegato di Fca, Sergio Marchionne, è ricoverato in terapia intensiva a Zurigo. La notizia, però, non è stata confermata dall’azienda. Intanto, i media, seppur in maniera rispettosa del riserbo dei familiari, stazionano all’esterno dell’ospedale universitario. Marchionne, che è assistito dalla compagna, era apparso l’ultima volta in pubblico a fine giugno, il 26, per la consegna di una Jeep Wrangler all’Arma dei carabinieri per servizi di controllo sulle spiagge romagnole. Il tutto mentre il presidente di Fca John Elkan, in una lettera inviata ai dipendenti del gruppo, dopo la nomina di Mike Manley, sottolinea che «saremo eternamente grati a Sergio per i risultati che è riuscito a raggiungere e per avere reso possibile ciò che pareva impossibile. Ci ha insegnato ad avere coraggio, a sfidare lo status quo, a rompere gli schemi e ad andare oltre a quello che già conosciamo. Sergio è stato il migliore amministratore delegato che si potesse desiderare e, per me, un vero e proprio mentore, un collega e un caro amico«.

Nuova fiammata africana

E' arrivata la nuova fiammata asfricana sull'Italia. Il nostro Paese, infatti, sta vivendo una fase piuttosto calda con temperature che, soprattutto al Centro-Sud, schizzeranno ben oltre i 30°C

AL SUD - I valori termici saliranno vertiginosamente a partire dalle regioni meridionali, dove potranno raggiungere i 37°C, come per esempio nelle aree interne pugliesi e siciliane, fanno sapere gli esperti del sito 'iLMeteo.it'. Nei prossimi giorni, inoltre, i termometri saliranno ulteriormente, portandosi anche oltre i 40°C in Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna.

AL NORD - Anche al Centro-Nord il caldo non risparmierà alcune città: per esempio Roma e Firenze misureranno fino a 35 e 36°C, Bologna 35°, Ferrara anche 37°C con Padova, Milano e Mantova 34°C. 

WEEKEND - Note dolenti riguardano però proprio le regioni settentrionali che, già a partire dalle prossime ore, subiranno delle vere e proprie imboscate temporalesche con rischio di fenomeni violenti e grandine, altamente probabili poi anche nel corso del weekend. L’ondata di calore al Nord comincerà ad attenuarsi già nel fine settimana, ricordano gli esperti. Per il calo termico, infine, domenica sarà la volta del centro e lunedì toccherà al Sud.

Seviziata e sottomessa dai vicini di casa

Percosse, lividi ed ecchimosi, tagli da lama bruciature in diverse ed estese parti del corpo inferte in tempi differenti, anche con l’utilizzo di corpi contundenti e incandescenti, in modo spietato e disumano in un crescendo di malvagità. Seviziatasottomessa emotivamente e psicologicamente, umiliata. In queste condizioni una giovane è stata trovata nella propria abitazione dalla polizia di Albano. Arrestati i vicini di casa: una donna di 57 anni, la figlia 32enne e il fidanzato 26enne di quest'ultima. 

Gli aggressori sono stati individuati dalle forze dell'ordine dopo una intensa e articolata indagine, coordinata dalla procura della Repubblica presso il tribunale di Velletri, in seguito al ritrovamento della vittima da parte dei soccorritori lo scorso 3 luglio in condizioni drammatiche. La donna era stata infatti trasportata e ricoverata, in codice rosso, all’ospedale di Albano, dove le erano state riscontrate ferite e fratture in diverse parti del corpo che, come gli inquirenti avevano appurato, erano state inferte in modo spietato e disumano. Presentava segni di percosse, lividi ed ecchimosi, tagli da lama e bruciature in diverse ed estese parti del corpo, inferte in tempi differenti, anche con l’utilizzo di corpi contundenti e incandescenti.

Il calvario della vittima sarebbe iniziato diversi mesi prima, quando le due indagate, approfittando della situazione di fragilità e vulnerabilità della donna, instaurando con lei una relazione di dipendenza psicologica, l'hanno indotta a prostituirsi a loro esclusivo vantaggio economico. La relazione tra le donne, iniziata come un’amicizia, era mirata a portare la giovane a vivere, gradualmente nel tempo, una situazione dolorosa e avvilente di sottomissione fisica e mentale. Il ruolo dell’uomo, subentrato nella vicenda circa due mesi fa, avrebbe determinato l’escalation dei comportamenti violenti e vessatori, caratterizzati da sopraffazione sistematica, sofferenza, privazione, umiliazione e disagio continuo della vittima.

L’epilogo di questa terribile vicenda si è manifestato, con un crescendo di violenza, la notte tra il 2 e il 3 luglio, quando la giovane è stata brutalmente ferita e seviziata, al punto che qualcuno, sentite le urla, ha attirato l’attenzione delle forze dell’ordine. La determinazione degli indagati tuttavia non si è fermata neanche di fronte al ricovero della donna. Nei giorni seguenti hanno continuato a fare la parte dei 'buoni vicini di casa', provando a depistare le indagini. I tre arrestati dovranno rispondere, in concorso tra loro, dei reati di induzione e sfruttamento dell’attività di prostituzione, lesioni gravi, violenza privata e minaccia, con l’aggravante di aver adoperato sevizie e agito con crudeltà.

Barista violentata per ore, c'è un fermo

Un uomo di 34 anni, rumeno, è stato fermato a Milano poiché accusato di aver violentato una barista cinese di 40 anni, a Piacenza, nella notte tra mercoledì e giovedì. Il rumeno, in fuga, è stato identificato e fermato dai carabinieri di Piacenza e secondo i primi controlli sarebbe stato ai domiciliari, con il solo permesso di uscire di giorno per recarsi al lavoro. La vittima, una donna cinese di 40 anni, ricoverata in seguito all'aggressione e alle violenze subite, in grave stato di shock, è stata dimessa oggi dall'ospedale di Piacenza.

"Per i colpevoli di questi reati zero sconti, pena certa da scontare solo in galera e castrazione chimica" ha detto il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini. "Era già agli arresti domiciliari ma beneficiava di permessi per andare a lavorare", ricorda Salvini in un post su Facebook. Il ministro dell'Interno ringrazia poi le forze dell'ordine "per la rapidità di azione" e dà "un abbraccio alla ragazza".

Metro C, in 25 a rischio processo: c'è anche Alemanno

Sono venticinque le persone che rischiano di andare a processo per i lavori della Metro C di Roma dopo la chiusura delle indagini da parte della Procura di Roma. I reati contestati, a vario titolo, vanno dalla truffa aggravata ai danni di enti pubblici alla corruzione fino al falso.

Tra i nomi ci sono l'ex sindaco di Roma Gianni Alemanno, l'ex assessore alla mobilità della Giunta Alemanno Antonello Aurigemma, l'ex assessore della Giunta Marino Guido Improta e l'ex dirigente del ministero delle Infrastrutture Ercole Incalza ma anche i dirigenti, all'epoca dei fatti, di Roma metropolitane e Metro C.

Prende taxi abusivo: stuprata 20enne

Avrebbe abusato di una giovane cliente la notte del 16 giugno scorso un tassista abusivo di 61 anni, arrestato questa mattina dai carabinieri a Milano. Nei confronti dell'uomo, i militari della compagnia Milano-Duomo hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Milano.

La misura scaturisce dalle indagini condotte dai carabinieri a seguito della denuncia presentata da una 20enne italiana. Ai militari la giovane aveva riferito di aver usufruito del taxi la notte del 16 giugno scorso per tornare a casa dopo aver trascorso una serata con gli amici in un locale. Solo al risveglio la ragazza si era resa conto di essere stata abusata dall’uomo, che aveva approfittato del suo stato di ubriachezza.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRE IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli